#follianellarte: al via la campagna social del MiBACT

#follianellarte del MiBACT

Anche a novembre arriva la caccia al tesoro virtuale promossa dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo che coinvolge le opere d’arte custodite nei musei, nei parchi archeologici e nei luoghi della cultura statali.

Di scottante attualità è la campagna social di questo mese. Il tema scelto, infatti, è la follia. L’invito è quello di coglierla nelle opere d’arte, ma la nostra società ne è ormai permeata. Uno degli ultimi episodi che la vede protagonista si è svolto a New York, a pochi passi da Ground Zero, altro teatro di follia allo stato puro.

#follianellarte: questo il titolo della caccia al tesoro virtuale di novembre, in cui il visitatore è coinvolto in prima persona nello scovare e immortalare con smartphone o fotocamera immagini di opere d’arte contenenti elementi di follia nelle ricche collezioni degli oltre 420 musei statali.

Si usa uno specchio di vetro per guardare il viso e si usano le opere d’arte per guardare la propria anima 

Quest’aforisma di George Bernard Shaw è quanto mai emblematico per descrivere ciò che, in apparenza, non vien fuori, ma che si manifesta d’improvviso come un’esplosione inattesa, spesso scatenando il panico e cogliendo tutti di sorpresa. Proprio come la follia rappresentata in un dipinto o in una scultura, che altro non è se non il riflesso di ciò che può accadere nella vita reale.

di Teresa Lanna

About Teresa Lanna

Laureata in "Lingue e Letterature Straniere" nel 2004, nel 2010 ha conseguito la Laurea Magistrale in "Arte Teatro e Cinema" presso l'Università degli Studi di Napoli "L'Orientale". Tra le sue più grandi passioni, l'Arte, la Fotografia, il Cinema, la Letteratura, la Musica e la Poesia. Grande sostenitrice dell'Art.3 della Costituzione Italiana, è da sempre allergica ad ogni tipo di ingiustizia sociale. In vetta alla classifica delle città che ama di più ci sono Napoli e Firenze.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: