Floro Flores lascia il calcio giocato

informareonline-floro-flores-3
«La mia mente – scrive su Instagram Floro Flores – è quella di un bambino ma il mio corpo non è più allineato. Oggi ho deciso di appendere gli scarpini al chiodo.

Scrivo a Te; che ho amato, rincorso tante volte. Abbiamo gioito insieme, ci siamo fatti male insieme. Però vorrei ringraziarti perché mi hai tolto dalla strada, mi hai fatto sognare, mi ha regalato emozioni che non si possono descrivere.

Hai fatto di me un uomo, un padre di famiglia, con dei valori che mi sono stati insegnati, e che ho cercato di portare nel mio mondo privato con tanto amore. Per me sei stato vita, un motivo per alzarmi la mattina e venire al campo, pensando che avrei dovuto sudare fino all’ultima goccia. Perché volevo realizzare un sogno, quello di giocare in serie A, incontrare idoli, campioni e grandi allenatori! Incontrare tante persone che mi hanno aiutato a crescere e a formarmi come uomo!

Ricordo ogni momento, ogni azione, ogni gol, ogni persona che ho incrociato lungo il mio cammino; a cui a volte ho rotto le palle per il mio carattere e che ora vorrei ringraziare
ad uno ad uno. Per me è stato un grandissimo onore avervi conosciuto».

informareonline-floro-flores-2

Con queste parole Antonio Floro Flores lascia il calcio giocato. Una decisione, dice, presa in un lampo, ma figlia di un lungo periodo in cui l’atleta ha iniziato a sentire il divario tra mente e corpo.

La Casertana F.C., orgogliosa di ospitare nella Sala Mario Iannotta la cerimonia di addio di un talento italiano come Floro Flores, paga dazio con un bellissimo video tributo dei suoi goal più importanti e i saluti di tanti ex compagni di squadra, come Paolo Cannavaro e Stefano Sorrentino.

https://www.facebook.com/casertanafootballclub/videos/172347070691275/

La sorpresa più grande però Antonio l’ha ricevuta proprio dalla moglie, che a sua insaputa era lì nel pubblico. La coppia vive ad Udine e con un grande gesto d’amore Michela è scesa per omaggiare il marito ma anche per supportarlo in questo momento complesso per la vita di uno sportivo.

informareonline-floro-flores-2
L’abbraccio tra Antonio e Michela
Perché oltre al calciatore – che ha militato tanti anni i serie A, tra Napoli, Udinese, Sassuolo e Chievo – c’è l’uomo, quell’uomo che ha deciso di fare un passo indietro, scegliendo di rescindere un contratto che lo legava alla Casertana ancora due anni. Una scelta rara che non si vede spesso fare sui campi di calcio. Una scelta matura che qualifica la persona più che il calciatore.
informareonline-floro-flores
La commozione eloquente sul volto di Michela

Un padre di famiglia ed un marito che ora guarda al futuro verso un ruolo dirigenziale, forse proprio nella Casertana. Perché se lo sport ti scorre nelle vene non ne puoi fare a meno e Antonio ha voglia di fare bene e forse sa come farlo. Il calcio l’ho a tolto a 10-11 dalle strade di Rione Traiano e la volontà è di spingere proprio in questa direzione: supportare i giovani.

Infatti alla fine arriva un’analisi su quella che è la situazione del calcio in Italia. A causa di strutture carenti la qualità è estremamente peggiorata; in Spagna, invece le società sportive lavorano per la comunità e non per i propri interessi. «Ecco, è da qui che dobbiamo ripartire».

Print Friendly, PDF & Email