informareonline-Crazy
Pubblicità

Continua la telenovela sulla pizza e sul suo “prezzo giusto”, iniziata qualche giorno fa da Flavio Briatore con il suo Crazy Pizza, i cui prezzi, da molti, sono stati ritenuti un po’  oltre la media.

L’imprenditore di Verzuolo, intervistato da La Zanzara su Radio 24, ha commentato la contro risposta dei pizzaioli di Napoli, capitanati da Sorbillo, i quali due giorni fa si sono radunati in Via Tribunali per protestare.
“Non è vero che la pizza è napoletana, la si mangia in tutto il mondo. E anche se è stata inventata a Napoli, gli altri l’hanno migliorata con gusti diversi: uno può inventare una roba e gli altri la possono modificare e farla meglio.
Io non lo so perché ce l’hanno con me. Dico solo la verità. Sfido chiunque a fare profitto vendendo la pizza a 4 o 5 euro: è impossibile. Gli stiamo dando una possibilità, un assist per aumentare il prezzo delle pizze e non l’hanno capito. Ne stanno approfittando per farsi pubblicità“.
Briatore ha aggiunto poi: “Sto cercando una location ma aprirò Crazy Pizza anche a Napoli, una città che amo – si è poi così espresso sulla pizza partenopea – A me la pizza napoletana non piace perché ha troppo contorno, poi c’ha molto lievito… preferisco la romana che è più sottile. Per esempio a Salerno fanno una pizza diversa, più sottile che a Napoli. Poi, ognuno ha il suo gusto”.
Pubblicità