Fim Cisl, Nobis: “Whirlpool, istituire tavolo permanente in Campania”

52
Informareonline-Whirlpool
Pubblicità

“È in corso a Napoli in piazza Plebiscito il presidio del sindacato e delle lavoratrici e lavoratori del sito Whirlpool di Napoli. Dopo le molte promesse che si susseguono insieme ai cambi di governo e di ministri ancora non c’è nessuna soluzione sul tavolo.

Il Governo e il Ministro preferiscono parlare sui giornali che con il sindacato su ipotetiche soluzioni, di cui ad oggi oltre alle indiscrezioni giornalistiche non si conosce altro. L’unica cosa che sappiamo è che se entro il 1 luglio non c’è una soluzione, i 400 lavoratori del sito di Napoli verranno licenziati.

Pubblicità
Ma nel territorio Campano ci teniamo a ricordare che sono aperte altre 21 vertenze solo per il settore metalmeccanico, per questo come FIM Cisl chiediamo l’istituzione di un tavolo permanente in Campania. Facciamo appello al presidente De Luca e al sindaco De Magistris perché insieme convochino con urgenza il ministro Giorgetti, che in questo periodo ci sembra un po’ latitante, per gestire la vertenza Whirlpool e tutte le atre vertenze del territorio campano.
C’è un emergenza Mezzoggiorno a cui si somma quella della Campania, dall’automotive, alle manutenzioni aeronautiche, al tlc, troppe le aziende in crisi. Bisogna evitare che invece tra qualche mese la Campania e il Mezzogiorno si ritrovino a gestire tagli e licenziamenti. Per questo occorre un tavolo che metta insieme le sinergie e trovare soluzioni anche utilizzando le risorse del recovery fund, per infrastrutture e servizi alle imprese e al territorio, bisogna assolutamente ridare una prospettiva di futuro e lavoro alla Campania e a tutto il Mezzogiorno del Paese.”

Queste le dichiarazioni di Massimiliano Nobis, Segretario nazionale Fim Cisl.

Print Friendly, PDF & Email
Pubblicità