La filosofia del gusto dello chef Antonio Papale

Chef Antonio Papale - Photo credit Gabriele Arenare

Lo Chef Antonio Papale nasce a Santa Maria Capua Vetere 45 anni fa. La sua passione per la cucina vien su quasi per caso, quando si iscrive all’Istituto Alberghiero di Piedimonte Matese. Grazie all’incontro con alcuni insegnanti molto preparati e Chef di caratura internazionale, inizia il suo percorso. Così facendo si susseguono le stagioni lavorative tra il Sestriere e Courmayeur, la Costa Smeralda e alcuni importanti alberghi della catena internazionale Holiday Inn. Queste esperienze lo plasmano e lo migliorano nelle sue tecniche e conoscenze, fino a raggiungere il traguardo di insegnante nel 1996 ed oggi ricoprire la cattedra di docente di enogastronomia presso l’Istituto Alberghiero G. Ferraris di Caserta. Il suo sapere lo pone a disposizione delle strutture ristorative della regione, partecipando a concorsi nazionali ed internazionali. Nel 2004 riceve l’investitura ufficiale dell’Ordine dei Discepoli di Escoffier.

 

Chef Antonio Papale durante l'intervista di Antonino Calopresti - Photo credit Gabriele Arenare
Chef Antonio Papale durante l’intervista di Antonino Calopresti –
Photo credit Gabriele Arenare

 

Nel 2015 fonda l’Associazione “Cuochi e Ristoratori Terra di Lavoro” di cui ne è il Presidente con l’obiettivo principale di diffondere la nobile arte culinaria con particolare riguardo ai prodotti della provincia di Caserta, stabilendo dei protocolli di intesa con tutti gli istituti alberghieri della provincia dove ogni 15 giorni si svolgono dei corsi di cucina, alternando sia i soci dell’associazione ma anche gli Chef del territorio. L’Associazione seleziona gli studenti realmente interessati all’arte della cucina. I corsi sono a 360° gradi proprio per insegnare a questi giovani leve il sapere del variegato mondo della cucina. Con questi presupposti e questi fini sono stati organizzati 40 corsi, convegni e tant’altro, considerando che Terra di Lavoro abbraccia anche le provincie di Napoli e Benevento.

L’apice dei riconoscimenti, per lo Chef Papale, viene raggiunto quest’anno quando a Roma nella Auletta dei Gruppi Parlamentari della Camera dei Deputati, ha ricevuto il “Collare Collegium Cocorum”, che per i cuochi rappresenta la più ambita onorificenza italiana della Federazione Italiana Cuochi, un premio alla carriera che si riceve dopo 5 lustri di onorata attività professionale, concessa a chi con dignità e passione, capacità e prestigio onora la cucina italiana e la grande famiglia delle berrette bianche. Ma lo Chef Antonio Papale non è solo questo anzi, appagato per i traguardi raggiunti, un lavoro appagante in modo totale e una bellissima famiglia con due figli meravigliosi, sente il bisogno di spingersi un po’ oltre, da qui la scelta di scrivere un libro dal titolo “Filosofia del gusto”, fatto di esperienze in cucina, scaturito da anni di sacrificio, lontano da amici e famiglia.

 

Chef Antonio Papale - Photo credit Gabriele Arenare
Chef Antonio Papale –
Photo credit Gabriele Arenare

 

Il sogno è che il libro possa essere di aiuto a tutti quelli che vorranno condividere con Lui la sua esperienza. Lo stesso contiene ricette che mescolano prodotti tipici campani con l’innovazione dei giorni di oggi.

di Antonino Calopresti
Foto di Gabriele Arenare

Tratto da Informare n° 176 Dicembre 2017