“Festival dei Suoni Antichi”, partita la terza edizione della kermesse

16
informareonline-fesival-dei-suoni-antichi-ridotta
MACERATA CAMPANIA – Ricordare l’antica tradizione dei bottari e, tramandandola di generazione in generazione, rinnovarla sempre più tramandandola. È con questo spirito che il direttivo dell’Associazione “Suoni Antichi” di Macerata Campania ha inteso promuovere, anche per quest’anno, il “Festival dei Suoni Antichi”.
La kermesse, giunta alla terza edizione, è incominciata nella serata di ieri per poi concludersi nella giornata di domenica con l’attesa esibizione live del gruppo de La Nuova Compagnia di Canto Popolare, una delle band più rappresentative di questo genere musicale. 
Tante le novità: dal truck food de “El Camino Food Truck” all’artigianato fino all’allestimento di una vera e propria area gioco per i più piccoli. Sul palco, allestito per l’occasione nell’ampia area concerti di via Martiri di Cefalonia, si alterneranno alcune tra le maggiori espressioni artistiche impegnate nel diffondere la musica popolare nel mondo: “Le Cuntesse”, la cui esibizione è programmata per questa sera; “I Dissonanti”, che allieteranno il pubblico con il loro ritmo nella giornata di domani; l’ “Officina Zoè” live sabato gran finale con la NCCP con l’entrata del “Tempio dei bottari”, che prevede la presenza di oltre 100 bottari. Al fine di garantire un normale flusso veicolare, gli organizzatori hanno predisposto apposite aree parcheggio.
Nello specifico, sarà possibile sostare nei seguenti parcheggi: via Martiri di Cefalonia – via Carducci; campo sportivo, via Giovanni XXIII e via Carducci.  La kermesse, con lo scopo di regalare serate di musica a quanti interverranno, strizza anche l’occhio al sociale grazie alla collaborazione con il Consorzio di Icaro e al progetto “Meglio insieme” dedicato all’inclusione di utenti con problemi psichici attraverso la musica.
di Lorena Iodice
Print Friendly, PDF & Email