«Ho iniziato ad amare la pasticceria sin da piccola quando, insieme a mia mamma, preparavo crostate, confetture e dolci, circondata d’affetto. Col tempo, mi sono appassionata alla cucina, che era la mia valvola di sfogo durante gli studi e nei periodi di forte stress, fino a diventare la mia vita». Si descrive con un bellissimo sorriso Federica Sapienza, chef a domicilio di Caserta.

«Ho iniziato col mio blog, nato una domenica pomeriggio grazie anche a mio marito Fabio, dottore commercialista appassionato di web e scrittura nonché di cucina. Dal blog sono nati poi il primo sito, il logo, i primi eventi ed ora sono qui con una idea chiara in testa di cosa sono, cosa faccio, dove vado e cosa voglio ed un sogno che ogni tanto porto fuori dal cassetto per fargli prendere un po’ di sole, fino a che non diverrà realtà». Le chiediamo qualche notizia sugli esordi e sulle ricette con cui è partita la sua attività: «La primissima ricetta del mio blog sono stati i panini dolci al cioccolato, i gocciolotti, che mio marito adorava e che ancora oggi gli preparo. Il blog è cambiato tanto nel tempo perché è cambiata e maturata la mia cucina, la mia manualità. Mi piace molto sperimentare, creare nuovi piatti, con fantasia ma sempre senza distaccarmi mai del tutto dalla tradizione e dalle mie radici che sono per metà palermitane e per metà napoletane». Poi i menù: «I miei menù non sono mai uno uguale all’altro perché li personalizzo, adattandoli ai gusti dei miei clienti. Le pietanze più richieste sono di certo i finger food o comunque piccoli assaggi monoporzione sia dolci che salati. I miei cavalli di battaglia, ovviamente, spadroneggiano ma non sono necessariamente legata a loro: il risotto agli agrumi, la meringata al limone, il finto tiramisù conSapienza ai sapori di Sicilia, oppure i toast zucchero e cannella con marmellata di arance amare per i brunch, i pain au chocolat e il babà, la cassata, le torte spettinate e golose…fermami! Potrei non finire più». (ride, ndr.). Non mancano le soddisfazioni: «La gratificazione più grande è sapere, ogni volta, di aver soddisfatto chi si è fidato di me, mi ha aperto la sua casa ed il suo cuore. Sapere di essere stata parte di un momento magico, di un bel ricordo, di averlo completato con gusto e conSapienza è impagabile! I ricordi più belli sono spesso legati ai bambini: quando mangiano anche loro vuol dire che hai fatto centro. E poi, essere stata il regalo per una neo-mamma, la sorpresa per un anniversario, un compleanno: sono una romantica persa, mi commuovo!».

Ogni esperienza lavorativa lascia a Federica un’emozione diversa: «Ricordo ogni buffet, brunch, festa, pranzo, colazione o merenda, ogni torta… Perché ogni volta che lavoro per qualcuno lascio un pezzetto di cuore. La passione e l’amore, infatti, sono ingredienti fondamentali della mia cucina. Spesso, se non sempre, i clienti diventano miei amici. Con loro si crea un bel rapporto, e questo è bellissimo».

di Teresa Lanna