FAI – Fondo Ambiente Italiano: al via la 10° edizione del censimento “I Luoghi del Cuore”

informareonline-fai-i-luoghi-del-cuore

È stata presentata stamattina in conferenza stampa la 10° edizione del censimento “I Luoghi del Cuore”, progetto promosso dal FAI – Fondo Ambiente Italiano in partnership con Intesa Sanpaolo. Dal 6 maggio al 15 dicembre, collegandosi al sito www.iluoghidelcuore.it sarà possibile votare uno o più Luoghi del Cuore, permettendo così al FAI di continuare a proteggere e promuovere l’Italia più bella.

L’Italia che riparte

«Per il Fai è un onore lanciare questa campagna nella prima settimana della timida ma consapevole ripartenza dell’Italia» questo il saluto di Marco Magnifico, vicepresidente esecutivo del Fai. È inevitabile l’accenno al momento storico che stiamo attraversando e che segna drammaticamente l’associazione, da sempre impegnata nella valorizzazione del nostro patrimonio storico-culturale.  «In questi due mesi – continua – gli italiani sembrano aver riscoperto la loro “voglia di Italia”». E allora, quale momento migliore per lanciare un progetto, I Luoghi del Cuore, capace di supportarne concretamente le realtà più indifese e fragili?

Cosa sono i Luoghi del Cuore?

Progetto a cadenza biennale quello de “I Luoghi del Cuore”, che nasce nel lontano 2003 ed è ad oggi la «maggiore campagna di sensibilizzazione per i cittadini, poiché i Luoghi del Cuore da tutelare sono i beni considerati tali dalla popolazione» illustra Federica Armiraglio, responsabile del progetto “I Luoghi del Cuore”.

La candidatura di un luogo, infatti, è frutto di una vera e propria mobilitazione dal basso. Cittadini comuni o associazioni possono scegliere di candidare luoghi particolarmente cari e che meriterebbero di essere tutelati, avviando una vera e propria raccolta firme che permetta di sostenere il luogo, con il supporto delle Delegazioni FAI e dei Gruppi locali. Fondamentale è raggiungere il maggior numero di firme (e quindi di voti) possibili.

I comitati dei primi tre Luoghi del Cuore classificati, secondo i risultati ufficiali del censimento previsti per per febbraio 2021, avranno la possibilità di presentare un progetto di restauro da concordare con il Fondo Ambiente. Dopo l’approvazione, sarà finanziato con un premio di 50.000, 40.000 e 30.000 euro, rispettivamente per primo, secondo e terzo classificato. Oltretutto, il luogo più votato via web (ad esclusione dei vincitori) sarà premiato con un video storytelling promozionale, se il luogo sarà fruibile.

Due classifiche speciali

Accanto alla classifica canonica, da qualche anno il FAI si impegna a sostenere due tipologie di luoghi con caratteristiche specifiche. Per questi saranno stilate due classifiche separate, al fine di finanziare i progetti proposti per ciascun primo classificato per un valore fino a 20.000 euro.

La prima tipologia riserva un’attenzione particolare ai luoghi storici della salute, di cui l’Italia è costellata: antiche farmacie, ospedali, anche alla luce dell’emergenza che stiamo vivendo in questi mesi, che ci ha permesso di riscoprirne l’importanza.

La seconda, invece, rientra nel progetto “L’Italia sopra i 600 metri”, incentrato sul recupero e sulla valorizzazione delle aree interne del Paese, molto spesso spopolate ma rispetto alle quali la popolazione continua a percepire un attaccamento viscerale.

Perché candidare i propri luoghi del cuore

È oltretutto da ricordare che il FAI si impegna a supportare tutti i luoghi, non soltanto i primi in classifica. Per tutti i luoghi che totalizzeranno almeno 2000 voti sarà possibile candidare un progetto o chiedere un supporto del FAI tramite il bando previsto per marzo 2021. È possibile votare Luoghi del cuore già candidati nelle scorse edizioni e tutt’oggi presenti in classifica, collegandosi al sito www.iluoghidelcuore.it o candidarne di nuovi, consultando il regolamento scaricabile dallo stesso sito.

«I luoghi del cuore realizzano un miracolo grazie alla forza dell’amore che gli italiani hanno per il loro Paese». E allora non ci resta che dire: votate, votate, votate!

di Teresa Coscia

Print Friendly, PDF & Email