F1, quattro gran premi in più e chiusura ad Abu Dhabi

Informareonline- Abu-min

Il mondiale di Formula 1 del 2020 terminerà il 13 dicembre ad Abu Dhabi. Lo ha reso noto la Fia in un comunicato, che ha ufficializzato anche l’ingresso di altri 4 gran premi nel mondiale: si correrà anche in Turchia, due volte in Bahrain e, appunto, nella capitale degli Emirati Arabi.

La decisione è arrivata dopo alcune settimane difficili di discussione sulla possibilità di chiudere il mondiale in totale sicurezza, sia per i piloti ma anche per ogni singolo membro dei team, e il primo obiettivo rimane sempre il rispetto di tutte le norme igienico-sanitarie anti-Covid. Per questo, la Formula 1 ha anche deciso di cancellare definitivamente il Gran Premio di Cina dal mondiale, tappa ormai fissa negli ultimi anni, che inizialmente era stato posticipato. Il paese asiatico è infatti ancora considerato troppo a rischio per l’incolumità di tutti.

L’Istanbul Park in Turchia ospiterà di nuovo un Gran Premio dopo ben 9 anni: l’appuntamento è fissato per il 15 novembre. Seguiranno il Gran Premio del Bahrain il 29 novembre e il Gran Premio di Sakhir il 6 dicembre, prima della chiusura sul circuito di Yas Marina, ad Abu Dhabi.

Informareonline- Abu-2-minDalla comunicazione ufficiale della Fia sorge anche l’ipotesi di una possibile apertura ai tifosi, prevista esclusivamente per alcuni circuiti. “Possiamo confermare che un certo numero di gare nella stagione 2020 sarà aperto a un numero limitato di tifosi e stiamo lavorando con ogni promotore per finalizzare i dettagli. Sebbene desideriamo veder tornare il maggior numero di tifosi, la nostra priorità rimane la sicurezza della comunità di Formula 1 e delle comunità che visitiamo, e su questa base esaminiamo l’accesso dei fan”, si legge dalla nota.

La Formula 1 ha inoltre confermato che tutte le altre gare rinviate di questa stagione non si terranno. Gli ultimi 4 gran premi aggiunti portano le tappe del campionato a 17, di cui 6 già disputate e 11 dalla fine. Un mondiale sicuramente diverso dagli altri, che vede Lewis Hamilton momentaneamente al comando con 4 vittorie e 132 punti conquistati, 37 in più rispetto a Max Verstappen e 43 sul compagno di squadra Valtteri Bottas. Il pilota Red Bull sembrerebbe l’unico in grado di dare del filo da torcere al 6 volte campione del mondo britannico mentre le Ferrari sembrano lontane parenti di quelle dell’anno scorso, troppo in difficoltà anche nel confronto con vetture come Renault, Mclaren e Racing Point.
IL CALENDARIO DELLE ULTIME 11 GARE

30 agosto – Spa (Gp Belgio)
6 settembre – Monza (Gp Italia)
13 settembre – Mugello (Gp Toscana)
27 settembre – Sochi (Gp Russia)
11 ottobre – Nurburgring (Gp Germania)
25 ottobre – Algarve (Gp Portogallo)
1 novembre – Imola (Gp Emilia Romagna)
15 novembre – Istanbul (Gp Turchia)
29 novembre – Sakhir (Gp Bahrain)
6 dicembre – Sakhir (Gp Sakhir)
13 dicembre – Abu Dhabi (Emirati Arabi)

di Donato Di Stasio

Print Friendly, PDF & Email