In base ai dati statistici riportati dall’American Cancer Society, nell’anno 2019 il tasso di mortalità complessivo tra uomini e donne determinato dai tumori è diminuito del 27%, rispetto al picco registrato nel 1991.

Antonio Giordano
Antonio Giordano

Questa diminuzione del tasso di mortalità è riconducibile, principalmente, ad importanti progressi scientifici nei metodi di prevenzione e diagnosi precoce e nell’utillizzo di terapie più avanzate, quali l’immunoterapia e la terapia a bersaglio molecolare. Nonostante ciò, alcuni tipi di tumori, come quelli dell’eta’ adulta, stanno diventando molto comuni. Secondo il Center for Disease Control and Prevention (CDC) si stima che entro il 2030, con il crescere dell’età media della popolazione, il numero di nuovi casi di tumori negli Stati Uniti arriverà a circa 2.1 milioni, nonostante il calo del numero di casi in generale. L’aumento dell’età media della popolazione ha contribuito ad aumentare, nelle statistiche, quel numero delle persone che, nell’ultimo secolo, hanno sviluppato un tumore.

Tra i tumori in crescita nella popolazione ultrasessantenne si inseriscono, sempre secondo dati statistici relativi agli Stati Uniti, i tumori del fegato, del pancreas, della mammella, della pelle, del tratto orale, e quelli uterini.

L’ invecchiamento è il più importante fattore di rischio per il cancro. Il cancro ha bisogno di molti anni per svilupparsi e per questo motivo, sebbene i tumori possano insorgere a qualsiasi età, la maggior parte dei pazienti affetti da questa patologia hanno spesso più di 60 anni. Inoltre, con l’ età si assiste ad un declino del sistema immunitario, e subentrano altri fattori quali quelli collegati allo stile di vita, alla dieta, all’uso di tabacco o alcool, alla concomitanza di altre malattie croniche ed ai relativi trattamenti che complicano il quadro di diagnosi e di trattamento. Si prevede, quindi, che l’invecchiamento rapido della popolazione e l’aumento dei casi di tumore avranno un impatto importante sulla società, in quanto si tradurranno in un’ aumentata domanda di cure, e la patologia tumorale, alla pari di altre patologie cronico-degenerative, andrà via via assumendo i contorni di un problema medico-sociale, oltre che economico.

 

di Antonio Giordano
Direttore dello Sbarro Institute di Philadelphia 

Print Friendly, PDF & Email