Esonda il Volturno

Esonda il Volturno, i cittadini: “Abbiamo perso tutto”

Stefano Errichelli 19/01/2023
Updated 2023/01/20 at 11:43 AM
4 Minuti per la lettura

Da circa tre giorni il litorale domizio, come gran parte della regione Campania, è stato colpito da fenomeni meteorologici durissimi. Temporali e fortissime raffiche di vento hanno inestito la città di Castel Volturno, provocando danni e un diffuso stato di preoccupazione nella comunità. A causa dei forti temporali, questa mattina nelle prime ore dell’alba il fiume Volturno è straripato, provocando danni in gran parte del territorio. La zona più colpita si è rilevata essere Destra Volturno, che già dalle prime ore del giorno è stata sommersa dalle acque del Volturno. Resta la rabbia per un fenomeno prevedibile, ma contro cui non sono previste risposte efficaci. Lo scolmatoio, volto a far fronte alla problematica, è ancora incompleto e lascia in balìa dell’acqua le abitazioni di Destra Volturno. Con la sfiducia verso soluzioni strutturali che possano risolvere alcune delle emergenze del territorio, aumenta anche la frustrazione dei cittadini per un incessante immobilismo politico.

Esonda il Volturno, la voce dei residenti: “le nostre case sono completamente allagate, abbiamo trascorso la notte in strada”

Questa mattina, dopo la piena del Volturno, ci siamo recati a Destra Volturno dopo aver ricevuto tante segnalazioni da parte dei residenti. Alcune famiglie durante le prime ore dell’alba sono state costrette a lasciare le proprie abitazioni perché completamente esondate dalle acque del fiume.

Durante la notte l’acqua ha raggiunto le case situate a Destra Volturno, sommergendo edifici ed auto. Tante famiglie hanno trascorso la notte in strada in attesa dei soccorsi, tanta disperazione e rabbia negli occhi di chi ha subito dei danni, non solo materiali, ma soprattutto morali.

Proprio lì a Destra Volturno abbiamo raccolto la testimonianza di una famiglia sfollata a causa della piena. “Ieri dopo l’esondazione del fiume la situazione sembrava essere tranquilla, ma durante le prime ore dell’alba è peggiorata in modo esponenziale. Ci siamo ritrovati completamente invasi dall’acqua, abbiamo rischiato il peggio, l’acqua all’interno dell’abitazione ha raggiunto almeno il metro e mezzo di altezza. Ci siamo ritrovati a scappare all’esterno del viale, dove abbiamo trascorso parte della notte e non so quando e come potremo ritornare a casa.”

La disperazione degli allevatori: “abbiamo perso interi greggi di pecore, morte a causa dell’acqua”

Una delle zone più colpite è stata via Donatello, dove a subire i danni non sono stati solo singoli cittadini ma anche alcuni allevatori, che si sono visti portare via attrezzature e interi greggi di bestiame.

In merito a questa affermazione abbiamo raccolto la testimonianza di un allevatore di Destra Volturno colpito dalla piena. “Ieri in tarda serata siamo stati allertati sulla piena del Volturno prevista per questa mattina all’alba. Abbiamo cercato in ogni modo di mettere in sicurezza le case, le auto e nel mio caso il bestiame e il mangime, il tutto però senza grossi risultati. Non ci aspettavamo di essere completamente esondati dall’acqua, soprattutto in questo modo, ovviamente la rabbia è tanta. Ho perso mezzo gregge di pecore morto a causa dell’acqua e un’intera pedana di mangime appena acquistato. Siamo stati allertati troppo tardi e le conseguenze sono cruciali”.

La situazione resta critica, chi di dovere dia risposte alle tante famiglie sfollate e agli imprenditori che hanno subito danni economici seri. Ci auguriamo che le operazioni di soccorso procedano e nessuno venga lasciato indietro, l’emergenza “piena del Volturno” è un tema collettivo che fa capo all’intera comunità. La politica dia risposte risolutive e in tempi brevi.

Condividi questo Articolo
Lascia un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *