Intervista a Giovanni Sabatino presidente dell’Ente Regionale Riserve Naturali Foce del Volturno – Costa di Licola – Lago di Falciano

Siamo rimasti sinceramente colpiti dalla determinazione e disponibilità del neo-presidente dell’Ente Riserva di Castel Volturno, perché con un approccio sincero e diretto, ci è venuto a trovare direttamente in Redazione, rilasciandoci una breve intervista.

Prima di tutto, ti ringraziamo per la visita e ti chiediamo un breve presentazione:

«Sono stato nominato da pochissimo, cioè da circa 5 mesi (ndr, 28 giugno 2018) come Presidente dell’Ente Parco. Da sempre combatto per la difesa e salvaguardia delle nostre eccellenze, anche perché appartengo al territorio. Sono nato e cresciuto in un’area che sfortunatamente è stata identificata come Terra dei Fuochi, ma sono determinato a proseguire le mie attività, anche istituzionali, con lo scopo di ridare dignità alle nostre bellezze uniche».

Ci fai una sintesi di questi primi mesi?

«Come attività istituzionali abbiamo avuto modo di conoscere le cinque amministrazioni comunali con le quali vi è un legame istituzionale (Giugliano, Castel Volturno, Villa Literno, Mondragone e Falciano del Massico) istituendo degli ottimi rapporti reciproci. Vi è un costante confronto, costruttivo e propositivo. Mi sono confrontato con il mondo delle tante associazioni locali e ho potuto capire come in questo territorio c’è stato un forte risveglio delle coscienze. Ho avuto modo di interfacciarmi con il mondo universitario e della ricerca scientifica, stipulando un protocollo di intesa e accordo di collaborazione con la Facoltà di Medicina Veterinaria dell’Università Federico II. Abbiamo avuto modo di ospitare tante scolaresche, anche l’associazione “Centro Spazio Anziano” per far visitare le nostre peculiarità ed eccellenze territoriali. Abbiamo anche intavolato un discorso di collaborazione con i Carabinieri Forestali per l’organizzazione di visite guidate anche nella Riserva Naturale Statale. Abbiamo predisposto un programma di educazione ambientale nei confronti delle utenze e delle ulteriori scolaresche».

Come vi state interfacciando con il Master Plan Regionale del Litorale Domitio?

«Diversi sono stati i tavoli di concertazione ai quali abbiamo preso parte per la valorizzazione dell’intero Litorale Domitio. Diversi incontri si sono tenuti al Comune di Castel Volturno. Ho partecipato come Ente nella conferenza dei Servizi per la Rivalutazione e Riqualificazione del Lago Patria. Abbiamo anche fatto un Protocollo d’Intesa con la Federazione Regionale di Canottaggio. Inoltre, ho avuto la possibilità di conoscere una realtà come l’Associazione Officina Volturno che mi ha messo a disposizione un archivio di dati e studio decennali che sinceramente non avrei mai creduto».

Ringraziamo il Presidente per la sua disponibilità certi di aver dato inizio ad una collaborazione fattiva e informativa per l’intero territorio.

di Giovanni Sabatino

Tratto da Informare N°188 Dicembre 2018

Print Friendly, PDF & Email