È il giorno dell’Europa: festa nell’Unione e parata a Mosca.

Giovanni Cosenza 09/05/2022
Updated 2022/05/09 at 3:32 PM
3 Minuti per la lettura

Il 9 maggio è la Festa dell’Europa

«L’Europa non potrà farsi in una sola volta, né sarà costruita tutta insieme;

essa sorgerà da realizzazioni concrete che creino anzitutto una solidarietà di fatto»

 

Oggi è la festa dell’Europa. Essa cade nel giorno in cui Robert Schuman, politico francese, uno dei padri della Comunità europea, 72 anni fa (correva l’anno 1950) teneva a Parigi un discorso ritenuto fondativo dell’attuale Unione. Il discorso, noto come dichiarazione Schumann, prospettava il superamento delle rivalità tra Francia e Germania nel campo della produzione di acciaio e carbone attraverso la creazione di un’autorità di controllo sulle riserve europee di materie prime. Le parole del politico francese segnavano l’inizio di un processo di integrazione tra gli stati europei orientata ad un futuro assetto federale. Fu lo sprone per la creazione della CECA, Comunità Europea del Carbone e dell’Acciaio, nata l’anno successivo alla Dichiarazione su iniziativa di Schumann e Jean Monnet, anche lui francese e considerato tra i padri fondatori dell’Unione Europea. Si metteva in comune la produzione di acciaio e carbone con lo scopo di evitare future guerre causate dalla rivalità commerciale. Francia, Germania, Belgio, Italia, Lussemburgo e Paesi Bassi furono i primi stati ad aderire. Questo gruppo di stati confluì nel 1957 nella Comunità Economica Europea, divenuta nel 1992 Comunità Europea e nel 2007 Unione Europea come la conosciamo noi oggi. Il 9 maggio 1985, in occasione del vertice tenutosi a Milano, la Comunità Economica Europea scelse di adottare come “Giorno dell’Europa“.

Una coincidenza: in Russia è il “giorno della vittoria”

Il 9 maggio in Russia si celebra il Den’ Pobedi, il giorno della vittoria nel quale si ricorda l’anniversario della resa nazista del 1945 che pose formalmente fine alla Seconda Guerra Mondiale, nota in Russia come Grande Guerra Patriottica. La festa si celebra anche in tutte le ex Repubbliche sovietiche. È stato il presidente russo Putin a dare molta importanza a questa ricorrenza annuale attraverso la tradizionale parata militare che si tiene sulla Piazza Rossa che quest’anno assume un significato particolare per il conflitto con l’Ucraina.

La tradizionale parata militare sulla Piazza Rossa a Mosca

 

Condividi questo Articolo
Lascia un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *