informareonline-Paltrinieri
GWANGJU, SOUTH KOREA - JULY 24: Gregorio Paltrinieri of Italy celebrates after winning the Men's 800m Freestyle Final on day four of the Gwangju 2019 FINA World Championships at Nambu International Aquatics Centre on July 24, 2019 in Gwangju, South Korea. (Photo by Quinn Rooney/Getty Images)
Pubblicità

Incredibile doppietta azzurra nei mondiale di nuoto a Budapest: nella finale dei 10 chilometri di fondo Gregorio Paltrinieri ottiene un incredibile oro nelle acque ungheresi di Lupa Pake. Al secondo posto c’è l’altro azzurro, Domenico Acerenza, protagonista di una grande rimonta negli ultimi giri arrivando a soli 1″40 dal compagno di nazionale.

Medaglia di bronzo per il tedesco Florian Wellbrock che proprio al fotofinish riesce ad avere la meglio sul francese Mark-Antoine Olivier. Prima doppietta in assoluto per l’Italia in una gara maschile ai Mondiali di nuoto con gli atleti azzurri che rimontano l’iniziale vantaggio di Wellbrock approfittando del calo d’intensità del tedesco negli ultimi chilometri.
Nessuna medaglia, invece, per l’Italia nella gara femminile. Nella 10 chilometri Giulia Gabbrielleschi e Rachele Bruni non riescono ad arrivare al podio chiudendo rispettivamente al quattordicesimo ed al diciottesimo posto.

Gregorio Paltrinieri eroe azzurro in questi mondiali di nuoto

In grande spolvero il campione Gregorio Paltrinieri che arricchisce il medagliere italiano di tante prestigiose vittorie. L’atleta di Carpi ha infatti esordito con un oro nei 1500 in piscina per poi arrivare al terzo posto nella staffetta di fondo. Solo argento invece per “Greg” nei 5 chilometri di fondo piazzandosi alle spalle proprio del tedesco Florian Wellbrock, relegato poi al terzo posto nei 10 chilometri dietro Paltrinieri e Acerenza.
«Un sogno – ha commentato Gregorio Paltrinieri ai microfoni di RaiSport visibilmente emozionato dopo l’impresa – Primo e secondo era la cosa più bella che mi poteva capitare. Essere sul podio insieme è stupendo, sono 10 anni che ci alleniamo insieme ed è il mio miglior amico. La strategia era di lasciare sfogare Wellbrock per più di metà gara, io mi sono sempre rifornito e nell’ultimo 1500 ho tirato come in piscina» dice il l’atleta azzurro.
«Torno con 4 medaglie, quasi bottino completo, sono contentissimo – conclude Paltrinieri – Ero convinto di poter fare bene, per dimostrare a me stesso di poter ancora fare qualcosa. Mentre ti prepari ti vengono tante preoccupazioni, poi vedendo i risultati è una grande soddisfazione».
Pubblicità