Napoli esoscheletro

Comune di Napoli: arriva un esoscheletro in omaggio

Giovanni Terzi 02/12/2022
Updated 2022/12/02 at 6:45 AM
3 Minuti per la lettura

Nei giorni scorsi alcuni imprenditori hanno effettuato una donazione al Comune di Napoli di un esoscheletro, il quale consente a chi ha gravi patologie di potersi alzare in piedi. Il patto sociale, siglato lo scorso febbraio, tra l’Unione industriali di Napoli e il Comune ha dato dunque il suo primo frutto. Quest’ultimo a sua volta donerà lo strumento altamente tecnologico al Policlinico Vanvitelli.

Le parole di Anna Del Sorbo

Anna Del Sorbo, vicepresidente Unione industriali di Napoli con delega alla responsabilità sociale d’impresa, ha affermato: «Siamo orgogliosi di avere raggiunto questo risultato. Ringraziamo tutti i donatori e le nostre imprese che nonostante il momento di difficoltà hanno dimostrato grande sensibilità al servizio del territorio riuscendo ad acquistare questa importante apparecchiatura».

L’esoscheletro ha un valore di 190mila euro. Si tratta di una tecnologia americana utilizzata in primo luogo in campo militare e che adesso è applicata anche nel campo della riabilitazione medica.

Il sindaco Gaetano Manfredi

Il sindaco partenopeo Gaetano Manfredi ha affermato che la siffatta è un’iniziativa molto qualificante perché vede un’alleanza tra le forze produttive e imprenditoriali della città. Il fine è quello di mettere a disposizione un ausilio assolutamente innovativo e tecnologicamente molto avanzato che consentirà a tanti nostri concittadini che hanno problemi di mobilità di poter raggiungere un maggior livello di autonomia.

Madrina dell’evento Alice Leccioli ha sottolineato l’importanza di questa tecnologia che «permetterà a persone come me di vedersi in piedi, di cambiare prospettiva e vedersi sotto una luce nuova e consapevoli del loro corpo».

Giovanni Iolascon: “Questa macchina una svolta per i pazienti”

Un ringraziamento all’Unione industriali e al Comune è arrivato da Giovanni Iolascon, ordinario di Medicina fisica e riabilitativa del Policlinico Vanvitelli: «Come riabilitatori il nostro obiettivo è il potenziamento di tutte le possibilità di vita quotidiana e di partecipazione dei nostri pazienti. Questa macchina costituisce un momento di svolta per persone con disabilità motorie significative».

Passi importanti per Napoli

Questo tipo di donazioni sono la dimostrazione di una filosofia di pensiero estremamente civile. Strumenti come gli esoscheletri sono importantissimi per quanto riguarda la riabilitazione medica poiché permettono a persone con evidenti difficoltà di potersi muovere quasi liberamente. Non è la prima volta che la regione Campania si rende protagonista di determinate iniziative, soprattutto in campo medico: è quasi sempre la prima regione ad offrire nuove possibilità investendo su progetti sperimentali di ultima tecnologia.

Condividi questo Articolo
Lascia un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *