Divieto di fumo in spiaggia: multe fino a 500 euro

56
divieto di fumo in spiaggia
Pubblicità

Molti Comuni italiani hanno imposto, attraverso un’ordinanza, il divieto di fumo sulle spiagge.

Cresce in Italia la sensibilità verso le spiagge smoke-free, per un’estate all’insegna della sostenibilità e del rispetto per l’ambiente.

Pubblicità

Gli ultimi Comuni che hanno accolto la disposizione sono quelli di Grossetto, Cagliari, Torvaianica e Olbia. Nel capoluogo sardo, il sindaco Truzzu ha sottoscritto il provvedimento a fine maggio.

Per chi trasgredisce l’ordinanza, scatta una multa abbastanza salata: si dovrà pagare infatti dai 25 a 500 euro.

Per chi abbandona mozziconi, la sanzione sale: fino a 500 euro ma con un minimo che è più alto (100 euro) rispetto a quello previsto per l’atto di fumare (25 euro).

I fumatori potranno continuare a fumare solo nelle aree attrezzate e adatte a ospitarli o, al di fuori di queste, solo se in possesso di contenitore idoneo a raccogliere rifiuti da fumo, con chiusura ermetica, che impedisca la dispersione di mozziconi nell’ambiente.

Spiagge in cui è vietato fumare

  1. Abruzzo: Alba Adriatica
  2. Emilia Romagna: Cervia, Cesenatico, Ravenna e Rimini.
  3. Lazio: Anzio, Ladispoli, Ponza, Sperlonga, Gaeta, Fiumicino e Torvaianica.
  4. Liguria: Arenzano, Lerici, Sanremo, Savona.
  5. Marche: Pesaro, San Benedetto del Tronto, Sirolo.
  6. Puglia: Manduria e Porto Cesareo.
  7. Sardegna: divieto in tutta la Costa Smeralda, e a Cabras, Olbia, Sassari e Stintino.
  8. Sicilia: Capaci, Lampedusa, Linosa.
  9. Veneto: Bibione, Chioggia.
  10. Toscana: Grosseto
Pubblicità