Digitale, +101% di pagamenti cashless in caffè e ristoranti d’Italia

199
caffè ristoranti italia
Pubblicità

In Italia i pagamenti cashless in caffè e ristoranti sono aumentati del 101% rispetto ai dati del 2021.

A fare il punto è SumUp, la fintech specializzata in soluzioni cashless e digitali per le piccole imprese, che ha realizzato l’Osservatorio Caffè e Ristoranti – 2022 per raccontare il trend dei pagamenti digitali in Italia nell’ambito della ristorazione e offrire agli italiani, in vista dell’estate 2022, una guida al turismo enogastronomico cashless e al trend dei pagamenti contactless, individuando i luoghi e i ristoranti in cui carte, smartwatch e smartphone sono i benvenuti in fase di pagamento.

Pubblicità

SumUp nel primo trimestre 2022 ha registrato per caffè e ristoranti un aumento in tutta Italia del valore del transato medio dei pagamenti cashless: in media si parla del 101% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente e del 63% rispetto al 2019, con una crescita anche nei confronti del periodo pre-pandemia.

Le regioni italiane che registrano il valore di transato medio più elevato nel primo trimestre del 2022 sono: Valle d’Aosta, Trentino-Alto Adige, Lazio, Lombardia e Toscana.

Stando all’Osservatorio di SumUp è sempre più apprezzata la possibilità di pagare ‘senza contatto’, ovvero senza inserire fisicamente la carta nel lettore, modalità che viene scelta dagli avventori di caffè e ristoranti in 8 casi su 10, in crescita dell’8% rispetto al 2021 e di 25 punti percentuali rispetto al 2019.

Umberto Zola, Growth Marketing Lead di SumUp, ha sottolineato che “quella del 2022 per caffè e ristoranti e per i loro avventori sarà un’estate all’insegna del cashless e del contactless: sarà difficile tornare indietro verso il contante ora che tanto i commercianti, quanto i consumatori hanno compreso e preferito la comodità del ‘senza contanti’ in ogni contesto e sono disposti a pagare – e far pagare – non solo il conto al ristorante, ma anche il caffè e il gelato con la carta, lo smartphone o lo smartwatch”.

“La rivoluzione cashless – osserva ancora il manager- continua dunque ad essere evidente soprattutto in questo settore, che negli ultimi due anni ha dovuto adeguarsi sempre più rapidamente alle nuove necessità, dai menù online ai pagamenti a distanza per i servizi di delivery”.

Pubblicità