Diamo i Numeri! – Dati e Notizie

56
informareonline-diamo-i-numeri-nuova-immagine
Pubblicità

«Nella scritturanon ci sono destra e sinistra: c’è solo scrivere bene e scrivere male»

Ernest Hemingway

Pubblicità

 Anagrammi

Maria Elena Boschi. Irosa, le banche mai [Bartezzaghi, alla Sciandivasci, Foglio].

D’Alema uomo d’affari.

Massimo D’Alema, 72 anni compiuti ,è diventato un uomo d’affari. Oltre all’azienda vinicola di famiglia, la Madeleine società semplice, in provincia di Trani, nel 2019 ha aperto una Silk Road Wines srl assieme al suo enologo di fiducia, Riccardo Cotarella, per esportare il suo vino in Cina. In più, sempre nel 2019, ha aperto una DL&M avdivor srl, con sede a Roma e capitale sociale di 500 euro, che si occupa di consulenza alle imprese per entrare nei mercati asiatici e africani con buone opportunità di business. Il bilancio 2019 riporta: 172 mila euro di fatturato, un capitale circolante di 71 mila euro, un cash flow positivo di 35 mila euro e un utile netto finale di 28 mila euro pari al 16,28% del fatturato, indebitamento pari al 2,64% del capitale proprio [Tempo].

D’Alema, fra l’altro, è anche presidente dell’advisory board di Ernest&Young.

Sporcizie

Nell’impianto di Baltimora della Emergent Biosciences, a cui è stata affidata la realizzazione del vaccino di Johnson & Johnson, sono stati trovati sporcizia, procedure di produzione non seguite in modo appropriato e staff poco addestrato, il che risultava nella contaminazione di materiale che stava per essere inserito nelle dosi. Lo ha rivelato la Food and Drug Administration, l’ente regolatore statunitense, in un rapporto di 13 pagine in cui illustra i dettagli della recente ispezione.

I tumori, poi il Covid

Il Covid-19 «è la seconda causa di morte nel periodo marzo-aprile 2020, con un numero di decessi di poco inferiore a quello dei tumori e più del doppio di quello delle cardiopatie ischemiche». Lo scrive l’Istat nel rapporto pubblicato ieri, in cui si legge che. nel periodo considerato, «oltre al Covid-19, i decessi aumentano per quasi tutte le principali cause di morte rispetto a quanto osservato nello stesso periodo del quinquennio precedente». L’incremento più importante nella frequenza dei decessi «si osserva per polmoniti e influenza. La frequenza dei morti è tre volte superiore a quella osservata in media nel periodo 2015-2019 (7.610 rispetto a 2.445)». I decessi risultano in aumento «anche per demenze e malattia di Alzheimer (+49%), per le malattie cardiache ipertensive (+40%) e per il diabete (+41%), così come si ha un incremento per sintomi segni e cause mal definite o sconosciute (+43%)».

COPRIFUOCO…

Monsignor Battista Ricca, il direttore della residenza di Santa Marta, dove vive anche il Papa, protesta perché i suoi ospiti – in maggioranza sacerdoti – violano il coprifuoco. «“Mi sembra oltremodo fuori luogo e pericoloso che vi siano rientri in casa alle 0,30, 2,00 e 2,15 di notte” ha scritto in un avviso specificando che lui “non è tenuto ad alzarsi” nel cuore del suo quotidiano riposo “per soccorrere qualche confratello incappato nei rigori delle forze dell’ordine”. Dopo questa tirata d’orecchie i temerari reverendi se proprio vorranno continuare a peccare “dovranno cavarsela da soli”» [Sta].

Le regole partorite dall’estenuante concertazione elvetica prevedono la riapertura di bar e ristoranti dalle 6 alle 23, ma solo all’aperto e con un massimo di quattro persone attovagliate insieme, in tavoli distanziati di almeno un metro e mezzo. Aperti impianti sportivi anche al chiuso, cinema e teatri, manifestazioni ammesse con un massimo di cento persone all’aperto e 50 al chiuso. Per feste private e riunioni pubbliche il limite è di 15 partecipanti, che peraltro in Svizzera sono spesso già una folla

Buste paga

Secondo l’Eurostat, nel 2020 i lavoratori italiani hanno visto calare il loro monte salari di 39,2 miliardi. Siamo passati da 525,7 a 485,4 miliardi di euro. È il dato peggiore di tutta l’Unione europea [Baroni, Sta].

Aiuti di Stato riconosciuti alle compagnie aeree europee durante la pandemia: Air France, 396,6 euro a passeggero (più un miliardo autorizzato di recente da Bruxelles; Lufthansa, 380 euro a passeggero; la finlandese Finnair, 354,4 euro a passeggero; Klm, 302,8 euro a passeggero; la portoghese Tap, 226,8 a passeggero; la lettone Air Baltic, 186,6 euro a passeggero; Alitalia, 47,1 euro a passeggero; la greca Aegean Airlines, 23,2 euro a passeggero [CdS].

«Una “disparità” che per la Commissione europea dipende da come andavano le compagnie prima dell’arrivo del Covid. Quelle profittevoli – come Lufthansa e Air France – hanno potuto ricevere il sostegno nell’ambito del quadro temporaneo per gli aiuti di Stato. Quelle in perdita – come Alitalia – ne sono state escluse e hanno potuto soltanto chiedere le compensazioni per i danni subiti dalle restrizioni».

Dal 2016, in Francia, lo Stato paga un sussidio mensile di 330 euro alle prostitute per aiutarle a trovare una casa e un nuovo lavoro [Fatto]

Il ministero della Cultura ha deciso di aumentare da 50 mila a 130 mila euro all’anno per il prossimo triennio e fino al 2023, il contributo pubblico alla Fondazione Bettino Craxi, guidata da Margherita Boniver, che già beneficia del 5 per mille per gli enti di volontariato e del 5 per mille per gli enti culturali [Fatto].

Nella tarda serata di ieri, su proposta del ministro per lo Sviluppo economico Giancarlo Giorgetti, il Consiglio dei ministri ha autorizzato all’unanimità lo stanziamento di una somma tra i 15 e i 18 milioni di euro da girare alla gestione commissariale di Alitalia. Senza quei soldi, il 27 aprile l’azienda non avrebbe saputo come pagare lo stipendio agli 11 mila dipendenti.

Nel pomeriggio, a Roma, c’era stato un duro scontro tra i dipendenti della compagnia e le forze dell’ordine.

L’Unione europea ha pagato in media 15,50 euro a dose (più le tasse) per il vaccino Pfizer/BioNTech. Lo rivela il quotidiano catalano La Vanguardia, che ha pubblicato i dettagli riservati del contratto firmato dalla Commissione Ue con la società farmaceutica lo scorso 20 novembre per l’acquisto iniziale di 200 milioni di dosi.

La società proprietaria del Parco Nazionale del Circeo ha deciso di mettere in vendita 200 ettari di bosco per 300 mila euro. Si tratta di terreni non edificabili, nei quali è compreso il Picco di Circe, da cui si ha una vista mozzafiato sull’intero litorale pontino e oltre, con le isole di Ponza e Ventotene proprio di fronte. Per evitare che un domani, un eventuale proprietario potesse vietarne l’accesso, l’area è stata acquistata dalla giunta regionale del Lazio [Mess].

«In media, l’anno scorso ciascun emigrato residente nella Penisola ha inviato in patria poco più di 1.300 euro, circa 112 euro al mese. Ma per alcuni, soprattutto asiatici, le rimesse ufficiali hanno toccato cifre assai più consistenti: 424 euro mensili per i bengalesi, ad esempio, quasi 300 i ’cugini’ del Pakistan e 323 i cittadini del Senegal; superano i 200 euro al mese anche i risparmi di filippini, indiani, singalesi, peruviani e ivoriani. In totale i 5 milioni di lavoratori stranieri in Italia hanno spedito a casa 6,77 miliardi (pari allo 0,41% del nostro Pil e circa 10 volte più del denaro inviato dagli italiani residenti all’estero), senza prendere in considerazione il contante trasmesso con mezzi non registrati e quantificabile tra il 10 e il 30% della cifra ’ufficiale’» [Avv].

Clamorosi

Amazon Rekognition, software per il riconoscimento facciale, ha classificato come probabili pregiudicati 28 membri del Congresso americano [Foglio].

L’MI5 ha aperto un profilo Instagram [CdS].

A Tokyo il 70% dei bambini è miope [ItaliaOggi].

Secondo la Bbc, in base al numero di reclami ricevuti, la copertura per la morte di Filippo è l’evento per cui gli spettatori si sono lamentati di più nell’intera storia dell’emittente [Il Post].

Durante la pandemia, con la chiusura di 5 mila sale slot, 10 mila agenzie di scommesse e almeno 200 sale bingo, l’Erario ha perso 5 miliardi di incassi [Sole].

I Verdi scelgono una donna

«Sarà Annalena Baerbock la candidata dei Verdi tedeschi alla cancelleria nelle elezioni del 26 settembre. È la prima volta nella sua storia che il partito ambientalista scende in campo per puntare alla guida della Germania, in più con buone prospettive. E lo fa con una donna appena quarantenne, considerata uno dei più grandi talenti politici del Paese, che in soli tre anni ha fatto dei Gruenen il nuovo baricentro della vita pubblica tedesca. La decisione è stata presa di comune accordo da Baerbock e dall’altro co-presidente, Robert Habeck, che fino a pochi mesi fa era considerato favorito. La candidatura di Baerbock verrà formalizzata in un congresso straordinario, in programma a metà giugno. Baerbock e Habeck sono alla guida dei Verdi dal 2018. Pragmatici e complementari – lei fattuale, lui più carismatico – hanno portato gli ambientalisti dall’8,9% delle elezioni del 2017 al 22% delle attuali intenzioni di voto. Di più, i Verdi sono al governo in 11 dei 16 Laender federali.» [CdS].

Mappamondi

«Correva l’anno 1897. Per autorizzare i pellegrini a visitare il tempio indiano di Vithoba a Pandharpur, le autorità delle colonie britanniche introdussero un “passaporto vaccinale” per la peste» [Foglio].

Edoardo Persico, nato nel 1900, morto nel 1936, che nel 1928 fondò una casa editrice, la Biblioteca italiana di Edoardo Persico, pubblicò un solo libro (di Giuseppe Prezzolini), poi la chiuse per difficoltà economiche. Un record assoluto [Giornale].

Oggetti disposti sulla scrivania di Luigi De Magistris, sindaco di Napoli: da corni a Maradona, passando per la kefiah e il rosario di Madre Teresa. «È il caos danzante di Nietzsche che, però, non genera l’inatteso, ma solo una ammuina che copre l’assenza della politica» [CdS].

Andrea Romano non riesce a seppellire il figlio

«Oggi sono due mesi che mio figlio Dario non è più con la sua mamma, con i suoi fratelli, con me. Due mesi che non riusciamo a seppellirlo». L’ha scritto su Twitter l’onorevole Andrea Romano, deputato del Pd, denunciando l’inefficienza di Ama, la società del Comune di Roma responsabile della gestione dei cimiteri («Ama non dà tempi di sepoltura degni di una città civile») e attaccando la sindaca di Roma: «Virginia Raggi, la tua vergogna non sarà mai abbastanza». Dario, figlio di Andrea Romano, dalla nascita era affetto da una forma di disabilità che lo costringeva su una sedia a rotelle. Alcune ore dopo la denuncia, è arrivato l’intervento della sindaca: «Ciò che è accaduto alla famiglia di Andrea Romano e ad altre famiglie è ingiustificabile. Sono vicina a tutti loro. Ho convocato Ama che mi ha assicurato di stare lavorando a una soluzione».

«La famiglia Romano ha già una tomba dove seppellire il ragazzo: “Ma non è sufficiente, perché Ama, la società municipalizzata che si occupa anche dei cimiteri, non riesce ad organizzare nemmeno la tumulazione. E l’emergenza Covid è una giustificazione che viene solo sfruttata per giustificarsi”. Proprio nei giorni scorsi, a Roma, un gruppo di imprese funebri aveva organizzato una protesta con un cartello emblematico: “Scusate se non riusciamo a seppellire i vostri cari”, rivolgendosi appunto alle famiglie che non stanno ottenendo risposte dalla municipalizzata competente» [CdS].

Il Draghi

«Per indole Draghi ama scomporsi poco, anche se questa volta, il blitz di Salvini a pochi minuti dal Consiglio dei ministri lo ha irritato. Giorgetti invece si anima più facilmente e il racconto del suo sfogo fatto da diversi ministri è eloquente. “Se mi dici ok al decreto prima della cabina di regia, ok alla riunione prima del Cdm, poi non è che mi mandi così davanti a tutti a dire abbiamo cambiato idea…”. A quanto pare, però, Giorgetti avrebbe confessato di aver ricevuto un altro ordine, ben più radicale. Salvini gli aveva detto di votare no, poi si è lasciato convincere a limitarsi all’astensione, altrimenti non avrebbe potuto evitare una rottura forse insanabile con il governo» [Sta].

«Chi era presente, ieri, a Palazzo Chigi, al vertice sul Recovery, assicura che la tensione del giorno prima – scatenata dall’astensione dei ministri della Lega – era svanita. In ogni caso, tutti hanno evitato di tornarci su, a partire dal premier. Anche Matteo Salvini ha voluto attenuare un po’ i toni. “Spero che in una quindicina di giorni si torni al buonsenso. Rapporto con Draghi? Credo apprezzi la lealtà, la schiettezza e la coerenza”, ha detto passeggiando vicino al Senato, dove mercoledì prossimo si voterà la mozione di Fratelli d’Italia contro il ministro della Salute, Roberto Speranza. “Non ho ancora deciso come voterò, prima leggo”» [Sole].

«A fine giornata i leghisti ne erano abbastanza convinti: se la “componente Pierino” è magari inalienabile dalla personalità di Salvini, al momento non c’è alcuna intenzione di ricominciare con la guerriglia dentro al governo» [CdS].

Indovinelli

«Il vecchissimo indovinello della tradizione inglese su un uomo che guarda un ritratto e poi lo indica dicendo: “Fratelli e sorelle non ne ho, ma il padre di quell’ uomo è il figlio di mio padre”. Chi è il personaggio del ritratto? La maggioranza, secondo un esperimento, risponde che è colui che lo sta guardando; la risposta esatta è che si tratta di suo figlio» [Rep].

Il 3 settembre 1870 la notizia della sconfitta di Napoleone III a Sedan destò grande clamore a Roma. Con i francesi fuori combattimento, chi avrebbe difeso lo Stato pontificio? «Pio IX, che aveva l’hobby dei giochi di parole, delle sciarade e delle battute salaci, persino in quell’occasione si rivelò spiritoso e pronunciò, in francese, perché solo in francese può essere capita, questa freddura che fece il giro dei salotti: “Vittorio Emanuele ha perduto la sua voce, Napoleone ha perduto i suoi denti”. In francese, infatti, Savoia può essere intesa anche come sa voix, la sua voce, e Sedan come ses dents, i suoi denti» [Arrigo Petacco, O Roma o morte, Mondadori, Milano, 2010].

Scuola

«Martedì sera a Otto e mezzo Michela Murgia ha tirato fuori il caro vecchio tema dell’educazione. Sintesi mia: s’insegna a dire “grazie” a chi ti fa un regalo, ma mica s’insegna ai ragazzini a non stuprare le amichette; peggio: è alle ragazzine che s’insegna a stare attente, come se non essere stuprate fosse una loro responsabilità. Beppe Severgnini a quel punto ha detto che l’educazione sessuale nelle scuole dovrebbe essere questo: insegnarti che lo stupro è brutto e cattivo. Mi è venuta in mente una mia amica che insegna italiano alle medie, e i bambini le arrivano in prima senza quasi sapere l’alfabeto, fanno una tale fatica a riconoscere le lettere che a quel punto non sanno più leggere parole che pure conoscono bene, se leggono un testo pronunciano “tavòlo”, e lei ogni volta che sente dire che invece della grammatica dovrebbe insegnar loro a stare al mondo si mette a urlare» [Linkiesta].

Elenchi e bestemmie..

Principali motivi per cui si bestemmia. «La celebrazione di lieti eventi (la cosiddetta bestemmia “celebrativa”), l’accettazione sociale (si apostrofa pesantemente il Divino per inserirsi nel gruppo, che sia composto da adolescenti o da liberi professionisti), il voler affascinare il prossimo (la “bestemmia galante”). A proposito, esiste una vasta gamma di seduzioni a base di favella profanatrice. La bestemmia pronunciata al contrario, la poliglotta, la “falsamente modesta”, quella in rima e l’erudita (la “barocca”), da cui il Best-Emmy Awards, abominevole festival che si svolgerebbe ogni anno “in una nota località vacanziera friulana”. Inoltre, si calpesta il nome dell’Onnipotente e dei suoi parenti ed eletti per coprire silenzi imbarazzanti, per maramaldeggiare sui subalterni, per riempir una voragine esistenziale, per mero intrattenimento» [Fatto].

Sostitutivi delle bestemmie. Maremma, madosca, zio, due, duo, Diaz, Diogene, Christian, Cristopher, tio, dinci, Marcoddio, diporto, bioparco, porto mio, orcodi, Borgo Pio [Padre Alfonso Maria Tava, Come smettere di bestemmiare, il Saggiatore, 2021].

Nel XVIII secolo il barone Paul Henri Thiry d’Holbach, nel Sistema della natura, scriveva Dio con la minuscola per insultarlo [CdS].

Nel 2019 il sindaco di Saonara, in provincia di Padova, impose una sanzione di euro 400 per chi bestemmiasse le divinità di qualsiasi credo. Il Comune informò i cittadini con volantini in quattro lingue (italiano, inglese, romeno e cinese) [Libero].

«Mio padre era ferroviere e tenuto d’occhio dalla Milizia. Non potendo smoccolare in servizio con la stessa facondia che si concedeva in casa, inventò una bestemmia bivalente: “Dio Mussolini!”. La cosa giunse alle lunghe orecchie del tenente della Milizia che lo convocò e gli disse “Mi risulta che voi bestemmiate Mussolini…”. “Io no” rispose il convocato “anzi lo paragono a Dio…”» [Guglielmo Zucconi, La scommessa, Rizzoli, 1993].

Parole crociate

Le parole incrociate furono inventate da Arthur Wynne nel 1913. Ma «in una lettera del 1880 Lewis Carroll (l’autore di Alice nel paese delle meraviglie) scrive che sta cercando di inventare un gioco: “Ci potrebbero essere delle pedine con delle lettere dell’alfabeto, da spostare su un tavoliere, fin che si formino delle parole…” Lewis Carroll è stata una delle teste più fini per il regno dei giochi in generale e dei giochi di parole in particolare, ma quel gioco non è riuscito a inventarlo perché anche i geni devono procedere per gradi. Carroll voleva inventare contemporaneamente, in un botto solo, le parole incrociate, lo Scrabble e qualcosa di più (“lettere da spostare…”: uno Scrabble dinamico?)».

Paura

«Nel 1974 nel Regno Unito si era diffusa la preoccupazione che l’immunizzazione contro la pertosse causasse malattie neurologiche permanenti e morte. La conseguenza è stata una riduzione delle somministrazioni, passate in 5 anni dal 79% al 31%. Il risultato: se nel 1972 si sono riscontrati solo 2.000 casi di pertosse a livello nazionale, dal 1977 al 1979 sono diventati 102.500 e ci sono stati 36 decessi (fonte: Di Pasquale et al., Vaccine, 2016)»

Spazio

Sopra di noi, tra i 400 e i 1.000 chilometri di altezza, centinaia di detriti provenienti da satelliti dismessi orbitano attorno alla Terra a più di ventimila chilometri al secondo. Un incidente grave potrebbe capitare in qualsiasi momento. «Rischiamo insomma che un bullone da 1 centimetro colpisca e metta fuori uso un satellite che oggi può costare dai 500.000 dollari al mezzo miliardo e più, interrompendo anche un servizio, come trasmissioni, posizionamento globale, Gps, monitor dei mari o dell’atmosfera, fondamentale per la nostra vita sulla Terra» [Sole].

Libri

Libri lasciati da Mozart in eredità alla moglie e ai due figlioletti: una quarantina, in diverse lingue. Tra essi: il Forestier illuminato della Città di Venezia con figure di Giovanni Battista Albrizzi, del 1765; i Tristia di Ovidio (tradotti da un benedettino professore a Salisburgo), le Commedie di Molière, terza parte; la Bibbia, il Fedone di Moses Mendelssohn. «Spicca una curiosa Arte del punteggiare, tradotta dall’arabo: un metodo, allora in voga, per trarre oracoli da punti, disposti a caso e quindi collegati facendo emergere figure premonitrici» [Sole].

Imbarazzo

«Qualche giorno fa, su Twitter, ho commentato un video di Carlo Calenda. Un video in cui Carlo Calenda rispondeva a un tizio di nome Er Faina famoso perché a Temptation Island disse alla fidanzata Sharon “C’avevi le zinne de fori”. No, Calenda non rispondeva alla battuta sulle zinne, sebbene il solco fosse un po’ quello lì: lo rimproverava di fare l’apologia del catcalling. E lo rimproverava parlando con l’accento romanesco di Massimo Boldi che si finge romano nei cinepanettoni perché voleva spiegare a Er Faina che la romanità non è volgarità. Il risultato era imbarazzante. Anzi, “cringe”, come gli ho fatto notare. “Cringe”, nello slang dei ragazzi, vuol dire imbarazzo che si prova nei confronti di un signore di mezza età che fa i balletti su TikTok, per esempio. È un dolore quasi fisico nell’assistere a un momento di ridicola inadeguatezza» [Fatto].

Vaccinare

Negli Stati Uniti «i vaccini vengono somministrati nelle chiese, nei supermercati, perfino nei bar: alcuni di quelli di New Orleans cercano di attirare i cittadini con la formula “shot for a shot”: una iniezione di siero anti Covid e un drink, vino o liquore, offerto a chi si immunizza» [CdS].

«Molti americani non vogliono vaccinarsi: almeno il 25 per cento secondo i sondaggi. La speranza era che, con l’evidenza dell’utilità dei vaccini e un calo delle tensioni ideologiche tra i conservatori (anche Trump si è vaccinato e ha invitato i suoi fan a fare altrettanto), fosse possibile erodere l’area degli scettici e arrivare alla sospirata immunità di gregge che richiede un tasso di immunizzazioni almeno dell’85 per cento. Non sta succedendo. Stati del Sud come Georgia e Mississippi o del Nord come il Montana, hanno giacenze di vaccini inutilizzati che rischiano di scadere: troppo lente le somministrazioni nelle aree rurali. Il Kansas sta già rimandando indietro le dosi inutilizzate anche se i vaccinati sono solo il 37 per cento. In North Dakota, per invogliare i cittadini, sono stati aperti centri vaccinali anche nei supermercati Walmart, così come in Louisiana si prova a portare i sieri in bar e ristoranti. Non è solo un problema dei conservatori e dell’America rurale. Anche tra gli afroamericani vecchi timori, diffidenza verso un potere politico spesso ostile o semplice apatia, rallentano le somministrazioni».

Biden si impegna sul clima

Il presidente americano Joe Biden ha aperto ieri il vertice virtuale sul clima con una promessa: entro il 2030 gli Stati Uniti taglieranno le emissioni di anidride carbonica almeno del 52% rispetto ai livelli del 2005. È quasi il doppio di quanto era disposto a fare Obama con gli accordi di Parigi del 2015.

«Nella prima sessione di ieri, quasi tutti i 40 leader invitati dal presidente americano hanno fatto a gara per mettere in mostra le proprie credenziali ecologiste, allineando numeri, percentuali. Ursula von der Leyen, presidente della Commissione europea, ha ricordato l’accordo appena raggiunto dai 27 partner: riduzione del 55% entro il 2030, partendo dai valori del 1990, con l’obiettivo di arrivare a zero emissioni nel 2050. Il premier del Giappone, Yoshihide Suga, ha annunciato: noi ridimensioneremo i gas del 46% entro il 2030. Il britannico Boris Johnson ha rilanciato: 78% entro il 2035. “La Gran Bretagna è l’Arabia Saudita dell’eolico”. E così via. Con la vistosa eccezione degli ospiti più attesi: il presidente cinese Xi Jinping e quello russo, Vladimir Putin, non hanno indicato scadenze. Ma i due “avversari” degli Stati Uniti non hanno affatto sabotato il meeting. Al contrario si sono proposti come partner collaborativi a disposizione di tutta la comunità internazionale. Come dire: anche noi possiamo essere partner cruciali per “progetti scientifici e tecnologici” (Putin) oppure per “investimenti sostenibili su larga scala come ‘la Via della Seta verde’” (Xi Jinping)» [CdS].

Ceferin minaccia i 12 club

La Superlega è evaporata in sole 48 ore ma l’Uefa non ha alcuna intenzione di farla passare liscia ai 12 club ribelli. A dirlo è il presidente del calcio europeo Aleksander Ceferin, all’emittente slovena 24ur: «Ora ci aspettiamo che tutti si rendano conto del loro errore e ne subiscano le conseguenze». Ceferin ha spiegato che «se qualche club vuole giocare nelle nostre competizioni, dovrà avvicinarsi a noi. Sicuramente terremo conto del fatto che i club inglesi hanno ammesso di aver sbagliato». Ceferin è poi tornato ad attaccare Andrea Agnelli: «Sabato ho ricevuto chiamate da 5 dei 12 club, mi hanno detto che avrebbero firmato. Allora ho chiamato Agnelli e mi ha detto che non era vero, che erano stronzate, che era tutto inventato. Gli ho detto che se era così avremmo potuto uscire con una dichiarazione pubblica. Mi ha detto: “Perfetto, prepara una bozza”. Quando l’ha vista ha detto che non gli piaceva molto la bozza, che l’avrebbe cambiata un po’ e mi avrebbe richiamato. Ma non ha più chiamato e ha spento il telefono. Sono stato ingenuo? Meglio ingenuo che bugiardo».

Indagine sulle siringhe di Arcuri

La procura di Roma ha aperto un fascicolo sull’acquisto di oltre 157 milioni di siringhe di precisione Luer lock da parte dell’ex commissario straordinario all’emergenza Covid Domenico Arcuri e pagate circa dieci milioni di euro. Il fascicolo, al momento senza indagati e senza ipotesi di reato, è stato aperto sulla base di un esposto presentato dall’europarlamentare di Fratelli d’Italia Enzo Rivellini. «Si tratta di un nuovo sviluppo dell’inchiesta che già a metà febbraio aveva coinvolto quattro società, determinando l’iscrizione nel registro degli indagati di altre otto persone con accuse a vario titolo per traffico di influenze illecite, ricettazione, riciclaggio e auto-riciclaggio, e sequestri per 70 milioni di euro» [ Sta].

Malati immaginari?

Al quartier generale dell’Atac, la municipalizzata che si occupa dei trasporti pubblici di Roma, da marzo sono arrivate venti richieste di «esonero dalla guida» da parte degli autisti degli autobus. Tra le giustificazioni addotte c’è pure la «allergia alle sanificazioni».

«Il rischio è che sia solo la punta di un iceberg di rinunce: almeno un centinaio di autisti, secondo fonti interne all’azienda, potrebbe accodarsi ora che riaprono le scuole. Per fuggire dalla tolda di comando del torpedone, c’è chi ha pescato dal repertorio classico: dal mal di schiena all’immancabile “stress”» [Mess].

L’Australia lascia la via della Seta

«La Cina perde il primo partner sulla Via della Seta. Il colossale piano di infrastrutture in tutto il mondo lanciato nel 2013 dal presidente Xi Jinping contava 139 partecipanti, all’ultimo aggiornamento: ora sono 138, perché il governo dell’Australia ha annullato il memorandum di intenti sottoscritto con Pechino tre anni fa da Victoria, il secondo Stato australiano più popoloso, in quanto ritenuto in contrasto con la politica estera nazionale. “Questa è un’altra mossa irragionevole e provocatoria”, è stato il duro commento affidato da Pechino alla sua ambasciata in Australia dopo l’annuncio del ministro degli Esteri Marise Payne. Quando l’Australia ha aperto un’indagine sull’origine del Covid, la Cina ha reagito con sanzioni commerciali. Prima, a Pechino era piaciuta ancor meno l’iniziativa avviata da Canberra con Usa e Giappone per progetti di infrastrutture» [Sta].

Superlega

Il colpo fatale per la Super League si è consumato a Chelsea. Allo Stamford Bridge, i giocatori del Brighton, che dovevano incontrare i padroni di casa, sono entrati in campo indossando una maglietta bianca con la scritta: «Football is for the fans. Il calcio è dei tifosi». Fuori dallo stadio, poco prima, c’era stato il finimondo. «Un migliaio di tifosi (molti senza mascherina) assedia lo stadio. Il pullman della squadra viene bloccato per mezz’ora. Il portiere veterano Cech scende tra la folla: “Fateci passare, risolveremo tutto!”, e in tutta risposta “No! Fuck you!”, “Siamo tifosi, non clienti!”, “Avete svenduto la nostra anima”. La polizia compie qualche arresto. Ma la rivolta esonda. Di lì è un domino, inesorabile. Roman Abramovich ordina al Chelsea: “Basta, si esce”. Pure il Manchester City di Guardiola, che solo poche ore prima aveva definito la Superleague “non calcio”, abbandona il fronte dei ribelli» [Rep].

Il governo fa marcia indietro sulla scuola

Dopo giorni di tensioni con il mondo della scuola, dai presidi ai sindacati, e con le autonomie locali alle prese con un sistema dei trasporti, il governo fa retromarcia sul rientro a scuola in presenza del 100% degli studenti. «Il confronto con le Regioni e gli enti locali è stato positivo. L’obiettivo del governo è il ritorno a scuola di tutti i ragazzi di ogni ordine e grado. Lo faremo gradualmente in modo progressivo e sicuro», ha detto il ministro Gelmini.

Antartide

Se si sciogliesse il ghiacciaio Thwaites in Antartide occidentale, noto come “ghiacciaio dell’apocalisse”, il livello del mare nel mondo salirebbe di 65 cm [Mercalli, Fatto].

Rifiuti

Acronimi per la tassa sui rifiuti dal 1993: Tarsu, Tia, Tares, Tari [CdS].

Rinoceronti

In Nepal 350 esperti hanno viaggiato per settimane nella giungla a dorso di elefanti addomesticati, per censire uno per uno gli esemplari di Rhinoceros unicornis. Ogni animale viene identificato in base al sesso, alle dimensioni, al corno, alle cicatrici, alle pieghe della pelle e alla forma delle orecchie. Durante il censimento gli operatori sono stati attaccati da elefanti selvatici, orsi e in un caso anche da una tigre, ci sono stati feriti e una vittima [Domani].

Delfini

Durante la pandemia, per risparmiare energia elettrica, i corridoi dell’acquario di Genova non sono stati illuminati, e i delfini si sono accorti che l’edificio è chiuso. Erika Esposti, curatrice del settore Mammiferi marini: «Ci accorgiamo che sentono la differenza quando arriva qualcuno che non conoscono davanti alla vasca. Iniziano a curiosare, com’è nella loro natura. Non significa che soffrano della mancanza del pubblico. Ma la sentono» [Sta].

«I cento dipendenti della struttura sono tutti formalmente in cassa integrazione, anche se gli addetti alla cura degli animali rientrano in servizio 3-4 giorni la settimana».

di Nicola Dario

Print Friendly, PDF & Email
Pubblicità