Diamo i Numeri! – Dati e Notizie

0
informareonline-diamo-i-numeri-nuova-immagine
Draghi, d’abitudine, dorme tre ore per notte

In Goldman Sachs, Mario Draghi guadagnava 10 milioni di euro l’anno, in Banca d’Italia pretese che il suo stipendio si allineasse a quello degli altri governatori europei: 350 mila euro l’anno contro i 622.347 percepiti da Fazio. Anche se poi è salito a 450 mila, mentre «il francese Noyer non supera i 142 mila e il tedesco Weber raggiunge appena i 101 mila». Otto regioni continuano a non comunicare il dettaglio dei test antigenici rapidi positivi. Si tratta di Sicilia, Liguria, Marche, Abruzzo, Umbria, Basilicata, Molise e Valle d’Aosta.

«Credo che le automobili, purtroppo, diventeranno molto più care nei prossimi anni. Questa è una cosa che nessuno vuole ammettere, nemmeno i politici, perché vogliono spingere sull’elettrico. Ma un powertrain elettrico costa tre o quattro volte più di uno tradizionale. Ci vorranno dieci anni per ridurne il prezzo alla metà, quindi tra dieci anni costerà ancora il doppio” (l’ad Renault Luca de Meo).
[Fatto]

Just Eat assume i rider

Just Eat è pronta ad assumere i suoi tremila rider in Italia come lavoratori dipendenti: 7,5 euro lordi all’ora più un bonus legato alle consegne, copertura di ferie, straordinari, malattia, maternità. Spiega Valentina Conte su Rep che «lo farà entro il 2021. E partirà con i primi 50 a Monza da marzo. Per arrivare poi a mille nei primi due mesi nelle città di Brescia, Verona, Parma e Reggio Emilia. E a seguire, fino a coprire tutte le 23 città in cui è presente prima della fine dell’anno. In parallelo, sorgeranno i primi hub di Just Eat nel cuore delle grandi città. Centri logistici a disposizione dei rider per ritirare e utilizzare mezzi aziendali sostenibili per la consegna del cibo a domicilio, come scooter elettrici ed e-bike. Si inizia a Milano in aprile. E poi Roma, Torino, Bologna e Napoli. Ma la novità più grande riguarda senza dubbio il contratto. La multinazionale danese del delivery food applicherà il “modello Scoober” già presente in 12 paesi del gruppo e in oltre 140 città con più di 19 mila rider coinvolti».

Italiani

Il lockdown non ha affatto impoverito gli italiani. I conti correnti si sono arricchiti di 126 miliardi di euro, raggiungendo quasi duemila miliardi, il reddito medio disponibile ogni mese è salito da 2.157 a 2.329 euro, la ricchezza finanziaria media è pari a 116 mila euro a testa (4,1 volte il reddito, era pari a 3,9 nel 2019), quella immobiliare è stimata in 162 mila euro. Ne deriva una ricchezza complessiva per intervistato di 278 mila euro, in aumento di 8 mila euro rispetto alla stima del 2019 (indagine di Intesa e Centro Einaudi).
[Foglio]

I morti in Italia nel 2020 sono stati più di 700 mila, i nati meno di 400 mila. I matrimoni, rispetto all’anno precedente, si sono dimezzati, 85 mila contro 175 mila (anticipazioni su dati Istat).
[Fatto]

Criminopoli

«Settimana di grandi numeri a Criminopoli. Dal 22 al 28 gennaio si contano 40 indagati per corruzione. Ottima la media: 3,5 indagati ogni 24 ore. Tra questi, un magistrato arrestato a Brindisi. Totale dall’inizio dell’anno: 60 (la media è di 2,1 al giorno). Il premio Mazzetta della Settimana va a Serafina La Placa, poliziotta dell’ufficio immigrazione di Parma, incastrata dai colleghi, con suo marito, perché favoriva alcuni immigrati nell’ottenere i permessi di soggiorno. Tariffario: dai 100 ai 500 euro per pratica. Motivo della premiazione: in un’intercettazione si lamenta perché un suo “cliente” due anni prima le avrebbe dato un prosciutto e quest’anno, invece, niente. Pubblicata ieri la classifica di Trasparency international sulla percezione della corruzione in 180 Paesi: l’Italia è 52esima. Fronte mafie: questa settimana 45 indagati (272 dall’inizio dell’anno, 9,7 al giorno). 124 i milioni – tra contanti e beni immobili – confiscati dai carabinieri. Stroncata la nascita di tre nuovi clan tra Sicilia, Lazio e Campania».
[Fatto]

Clamorosi
Esseri umani che ogni giorno contraggono la lebbra: 553. All’anno: 202.000. Lebbrosi attualmente nel mondo: più di tre milioni.
[Avvenire]

Il 58 per cento degli italiani è disponibile a rinunciare alla libertà personale in favore della salute collettiva (Rapporto Censis 2020).
[CdS].

«I nuovi positivi giornalieri in Italia sarebbero in realtà il 40-50 per cento in più di quelli rilevati ufficialmente. “Il totale dei contagiati è sottostimato a causa del calo del numero dei tamponi avvenuto a metà novembre 2020”» (da un dossier dell’intelligence).

Il Veneto rottamerà i banchi a rotelle voluti da Azzolina e Arcuri, e costati 280 euro l’uno (contro i cento euro di un banco vecchia maniera e i 16,5 euro necessari per tagliare in due un banco doppio). Elena Donazzon, assessore all’Istruzione della Regione, ha spiegato che fanno venire il mal di schiena.
[Giornale]. 

Dante

Notizie su Dante, ricavate dalla Danteide di Piero Trellini (Bompiani): era di carattere «presuntuoso e schifo e isdegnoso» (così Giovanni Villani), mediocre conversatore e mediocre mangiatore, alto appena un metro e sessantasette, faccia con nasone e bocca disastrata, gli incisivi di destra gli erano caduti, quelli di sinistra non erano mai spuntati. Cervello grosso, pesante un chilo e 649 grammi, come quello di Petrarca, molto più, però, di quello di Einstein, il cui peso era nella media (un chilo e 230 grammi), ma anche più di quello di Guillaume Duputruyen, il medico che operò Napoleone di emorroidi, un campione della categoria il cui cervello pesava un chilo e 437 grammi. Il nostro poeta aveva sposato Gemma Donati, figlia di un vicino di casa. La loro figlia Antonia, quando prese i voti, scelse di chiamarsi suor Beatrice.
[Lettura].

Cosmo

Il Cosmo ha 13,77 miliardi di anni, secondo i calcoli del gruppo di 150 astrofisici guidato dall’italiano Simone Aiola (33 anni). Il calcolo è il frutto di osservazioni condotte sulle vette cilene con l’Atacama Cosmology Telescope, a 5.200 metri d’altezza. I 13,77 miliardi hanno una tolleranza, in più o in meno, di 40 milioni di anni [Journal of Cosmology and Astroparticle Physics].

Forziere

Giacomo Delbene Guidoni e Mila Nicolic sono autori di Mr.Bin, un saggio in cui si studia dal punto di vista architettonico il forziere di Paperon de’ Paperoni (tre ettari cubici di denaro) [CdS].

Pelle

La pelle umana occuperebbe due metri quadrati e peserebbe un paio di chili (Silvia Sichel Anatomia sensibile Sur).
[Tuttolibri)

Secondo

Il 19 luglio 1920 la Terra ruotò su se stessa non nelle solite 24 ore, ma in 24 ore meno 1,4602 secondi. A dire il vero spesso la Terra ruota una frazione di secondo in più o in meno rispetto alle 24 ore. Per esempio dal 1973 e fino al 2020 il giorno con il tempo di rotazione più rapido è stato il 5 luglio 2005, più breve di 1,0516 millisecondi rispetto alla regola. Nel 2020 ci sono stati ben ventotto giorni più brevi di quello che aveva stabilito il record del 2005, cioè la Terra sta tendenzialmente ruotando su se stessa sempre più velocemente rispetto alla norma. Come mai? Cambiamenti all’interno del nucleo terrestre, pressione atmosferica, correnti oceaniche e altre faccende impossibili da riassumere qui. Fatto sta che, continuando questa tendenza, a un certo punto bisognerà regolare gli orologi atomici saltando un secondo, cioè saltando direttamente dalle 23.59.58 secondi alle 00.00.00 senza passare per le 23.59.59 secondi. In passato, quando capitava, la rotazione era più lenta e il secondo non si aggiungeva, ma si toglieva. Correzione avvenuta, dal 1972 a oggi, 27 volte.
[Post]

Secondi

«Stephen Frears, in Prick up your ears, a volte girava una scena, poi chiedeva allo script supervisor “quanto è lunga?”. Se quello gli diceva, che so, un minuto e 42 secondi, lui replicava “ok, rifacciamola ma riducila di 30 secondi”. Non significava farla più affrettata, ma più pulita e asciutta» [Gary Oldman, Rep].

 

Everest

Un spedizione indiana del 1955 aveva calcolato l’altezza dell’Everest in 8.848 metri, misura acettata in Nepal, ma contestata in Cina, dove non si voleva tener conto della calotta di ghiaccio e si abbassava perciò il monte a 8.444,43 metri. Il terremoto nepalese del 2015 (novemila morti) aveva insinuato altri dubbi, parendo ovvio che l’altezza dell’Everest ne fosse stata alterata. Infine una missione comune sino-nepalese, costata 1,3 milioni di euro, ha constatato – mediante il ricorso alla trigonometria e alle rilevazioni del satellite cinese BeiDou, che la misura indiana del 1955 era sostanzialmente giusta: bisognava soltanto innalzarla di altri 86 centimetri [Rep].

Una missione di 114 persone, finanziata da National Geographic e Rolex, ha anche appurato che la temperatura sull’Everest è aumentata di un grado in trent’anni e che in questo periodo i ghiacci non occupano più 440 chilometri di territorio, come nel 1962, ma 419.
[ItaliaOggi]

Vento

Su Perseverance, il rover della Nasa che il prossimo 28 febbraio scenderà su Marte, sarà attivo un microfono che registrerà il fruscio del tuffo e, dopo lo sbarco, il soffio del vento che flagella quel panorama.
[Caprara, CdS].

 

Ufo

«Sono sempre stato disposto a credere nei dischi volanti, perché sono improbabili, infinitamente allusivi, e soprattutto perché non li ho mai visti» (Giorgio Manganelli).
[Domani]

Buste paga

I co-fondatori di Google Larry Page e Sergey Brin sono 14 miliardi di dollari più ricchi dopo che martedì la società madre Alphabet ha riportato una crescita esponenziale degli utili trimestrali. Le azioni di Alphabet sono aumentate del 9,2% dall’apertura delle negoziazioni mercoledì, dopo che la società ha registrato entrate per il quarto trimestre di 56 miliardi di dollari, con un balzo del 23% anno su anno, superando le aspettative degli analisti. Secondo le classifiche in tempo reale di Forbes, la ricchezza di Page è cresciuta di 7,1 miliardi di dollari, raggiungendo i 91,2 miliardi di dollari, alle 14:30 di mercoledì. Page, l’ex ceo di Alphabet, è ora la settima persona più ricca al mondo. Il patrimonio di Brin, nel frattempo, è aumentato di 6,8 miliardi di dollari a 88,4 miliardi. L’ex presidente di Alphabet ha superato Warren Buffett diventando l’ottava persona più ricca del pianeta, secondo i calcoli di Forbes.
[Forbes]

Forbes Africa ha pubblicato la sua lista annuale di miliardari africani operativi sul continente e con un patrimonio pari o superiore al miliardo di dollari: Sono 18 e insieme possiedono una fortuna calcolata in 73,8 miliardi di dollari, poco più del valore complessivo di 73,4 miliardi di dollari attribuito ai 20 in lista l’anno scorso.

L’incremento sarebbe da attribuire all’impennata del mercato azionario della Nigeria. Per il decimo anno consecutivo, la prima posizione è occupata dal nigeriano Aliko Dangote: il valore del suo patrimonio è stimato da Forbes in 12,1 miliardi di dollari. Sono 2 miliardi di dollari in più rispetto all’anno scorso, dovuti in larga parte a un aumento del 30 per cento del prezzo delle azioni di Dangote Cement, la sua impresa più importante che ha impianti e terminali di importazione in dieci stati africani. Al secondo posto c’è l’egiziano Nassef Sawiris, la cui risorsa maggiore è una partecipazione di quasi il 6 per cento al brand Adidas. Dopo di lui, il sudafricano Nicky Oppenheimer, azionista di maggioranza della compagnia mineraria Anglo American Plc e socio di diverse imprese minerarie minori. Il miliardario che si è arricchito maggiormente nel corso del 2020 è Abdulsamad Rabiu, altro magnate del cemento nigeriano: le azioni della sua Bua Cement Plc, quotata alla borsa valori della Nigeria nel gennaio 2020, hanno raddoppiato il valore nell’ultimo anno. Ciò ha spinto la fortuna di Rabiu a salire di uno straordinario 77 per cento, a 5,5 miliardi di dollari.

Oltre mezzo miliardo di euro per quattro anni: 555.237.619 euro lordi, ovvero quasi 139 milioni a stagione. È quanto prevede il contratto col Barcellona firmato da Leo Messi nel novembre del 2017 e in scadenza a giugno. La cifra comprende sia la parte fissa che quella variabile. Due i bonus: uno alla firma da oltre 115 milioni, e uno per la fedeltà da quasi 80 milioni. E anche la parte variabile era di facile accesso perché, nonostante gli scarsi risultati degli ultimi tre anni, si è già portato a casa il 92% del totale citato, ovvero quasi 511 milioni di euro, una cifra che se divisa per 4 fa 127.7 milioni a stagione. «El Mundo ha avuto accesso al testo dell’accordo e ha spiattellato le cifre con uno scoop che può segnare la rottura definitiva tre Messi e Barcellona. Perché è chiaro che c’è qualcuno che ha interesse a far pesare il tremendo impatto economico che il contratto dell’argentino ha avuto sulle prosciugate casse del Barça paragonandolo con gli esiti relativi degli ultimi anni sul piano sportivo. Il Barcellona, infatti, ha appena annunciato debiti superiori al miliardo: 1137 milioni» [GdS].

Gli articoli 36 e 37 della Legge di Bilancio permettono di pagare ai propri dipendenti lo stipendio netto e di versare i contributi e le tasse, anche a rate, a partire da maggio. A Claudio Lotito, presidente della Lazio, la cosa è piaciuta e, anche per «lanciare un segnale», ha pagato subito gli stipendi di gennaio, febbraio e marzo. Visto il risultato di Bergamo, la cosa ha funzionato [GdS]

D’Annunzio pagò la villa che poi sarebbe diventata il Vittoriale 260 mila lire e cinque anni dopo incassò dieci milioni per la sua opera omnia. Pagò poco la casa o fu strapagato per i diritti d’autore? 

«La sua popolarità era enorme e, nonostante la cifra esorbitante, Mondadori divenne “la Mondadori” vendendo D’Annunzio in tutto il mondo. Lui, però, conduceva una vita dispendiosa. Aveva 27 domestici e largheggiava con le mance. Lo testimoniano centinaia di biglietti. Alla cuoca regalò duemila lire, tre mesi di stipendio, per una buona frittata. Insomma, non riuscì a finire tutti i lavori: il teatro all’aperto l’ho finito io l’anno scorso» [cit].

 

Pfizer stima un incasso di 15 miliardi di dollari nel 2021 per le vendite del vaccino anti Covid. E il fatturato potrebbe aumentare se l’azienda statunitense dovesse siglare dei contratti aggiuntivi. Le previsioni sono arrivate ieri insieme a una stima complessiva tra 59,4 e 61,4 miliardi di dollari per i ricavi di Pfizer per quest’anno, il che significa che circa un quarto delle vendite totali attese arriverà dai vaccini anti-Covid. Nel 2020, il colosso farmaceutico ha registrato profitti pari a 9,6 miliardi di dollari, in calo del 41,4% rispetto al 2019, e ricavi in aumento del 2% a 41,9 miliardi di dollari.

 

«Con un patrimonio di 24.000.000.000 di dollari, John Elkann, uno degli uomini più influenti e ricchi dell’intero pianeta, avrebbe intenzione di mettere in vendita il 30 per cento della Juventus. Al 30 giugno 2020 l’indebitamento netto era di 385,2 milioni. Scrive CalcioeFinanza.it: “La holding della famiglia Agnelli, che già detiene la maggioranza assoluta della Juventus, con una quota del 63,76%, tra poco più di un anno avrà un margine ancora maggiore per cedere quote di capitale senza perdere il diritto di gestire la società in piena libertà”. È di pochi giorni fa il grido di dolore di Andrea Agnelli: “Nel biennio 2020-2021 il mondo del calcio accuserà perdite fino a 8,5 miliardi. Nella stagione scorsa abbiamo avuto gli stadi vuoti per 3-4 mesi, la stagione in corso si svolgerà interamente senza tifosi allo stadio. In tema di diritti tv ci sono broadcaster che non pagano e contrazioni ovunque”» [Dagospia].

La Banca d’Italia, che persegue un progetto di restauro, ristrutturazione e valorizzazione dell’immobile, ha sfrattato Lamberto Dini dall’appartamento di 800 metri quadri e 350 mq di terrazzo di piazza Fontanella Borghese, dove abita dal 1980. Dini ha resistito in tribunale e anche con un’interrogazione parlamentare presentata da Gasparri. Ma ha perso sempre e, nonostante i quasi novant’anni, dovrà traslocare [Tempo].

«Dalla bancarotta della Weinstein Company, gli avvocati finora coinvolti hanno ricevuto 26 milioni di dollari. Una cifra più elevata rispetto ai 17,1 milioni per le vittime delle molestie sessuali dell’ex produttore Harvey Weinstein» [Fatto].

«Un quadro di Winston Churchill (1874-1965), l’unico dipinto durante gli anni della seconda guerra mondiale e donato al presidente americano F. D. Roosevelt (1882-1945), sarà battuto durante l’asta “Modern British Art” che avrà luogo il 1° marzo da Christie’s a Londra. Di proprietà della Jolie Family Collection, l’opera sarà offerta con un prezzo base di 1.500.000-2.500.000 sterline, che rappresenta la stima più alta mai indicata per un lavoro dell’ex premier inglese. Secondo Christie’s, il quadro potrebbe conquistare il record per una tela ad olio firmata da Churchill» [Sta].

Si tratta di La torre della moschea Koutoubia. Churchill lo eseguì a Marrakech, in Marocco, subito dopo la Conferenza di Casablanca del gennaio 1943, in cui gli Alleati pianificarono la loro strategia europea contro i nazisti.

La ’ndrangheta sui traghetti

«Le ’ndrine di Villa San Giovanni si muovevano tra Scilla e Cariddi a bordo delle navi della società Caronte&Tourist. Il patrimonio navale un tempo dell’armatore Amedeo Matacena sarebbe stato il business su cui avrebbe messo le mani la famiglia di ’ndrangheta Imerti-Condello-Rosmini, storico casato di Villa San Giovanni, protagonista della prima guerra di mafia a Reggio Calabria. Dalle prenotazioni per l’imbarco, alla ristorazione passando per le pulizie dei traghetti sino alla disinfestazione delle navi, era tutto gestito da tre società, la Caap Service srl e la Services Soc. Coop di Domenico Passalacqua e la Carist Cam service srl che faceva capo a Massimo Buda, entrambi dipendenti della Caronte&Tourist. Lo spaccato economico sulla gestione della società che ha il monopolio privato dell’attraversamento dello Stretto di Messina è stato passato al setaccio dagli uomini della Dia di Reggio Calabria che, con il coordinamento della procura di Messina, hanno disposto l’amministrazione giudiziaria per la Caronte&Tourist» [CdS].

Gli abusi dei gesuiti spagnoli

«La Compagnia di Gesù spagnola ha aperto gli archivi e ha reso noto un corposo rapporto su tutte le violenze commesse in Spagna – paese che ha dato i natali al fondatore Sant’Ignazio da Loyola – in un arco di tempo compreso dalla fine degli anni Venti a oggi. In tutto sono stati predati 81 bambini o ragazzini minorenni e 37 adulti. I responsabili che si sono macchiati di queste violenze sono 96 gesuiti. Il testo dei gesuiti spagnoli è stato elaborato in base agli archivi della Compagnia, alle memorie dei provinciali, all’ascolto delle vittime che si sono presentate, e attraverso i giornali. “Lo studio è limitato, ma è un tentativo di camminare verso la verità. Non affermiamo – si legge – che quanto scritto è tutto quello che è successo, ma è tutto quello che abbiamo saputo finora. Non pretendiamo che il presente possa cancellare il passato”» [Mess].

Il vaccino russo è molto efficace

Lancet ha pubblicato i dati sul vaccino russo Sputnik V, già ampiamente utilizzato, oltre che in Russia, in gran parte dell’America Latina, in Ungheria, presto in Iran e verso il quale aumenta l’interesse di molti paesi occidentali, Germania su tutti. Ebbene, secondo lo studio clinico su quasi 20 mila persone, il vaccino ha un’efficacia altissima, 91,6%. E non è stato rilevato nessun effetto avverso serio, solo i comuni sintomi lievi parainfluenzali, dolore nella zona dell’infezione e debolezza.

La variante inglese è mutata

La mutazione del Sars-CoV-2 che preoccupa di più, la E484K, si è manifestata nella variante britannica, l’unica tra le tre sorvegliate (inglese, sudafricana e brasiliana) che finora ne era priva. L’ha dichiarato un membro del Comitato tecnico preposto al controllo del Covid-19 dal governo britannico. La mutazione E484K è preoccupante non solo perché alcuni vaccini hanno risposto peggio in termini di efficacia, come Novavax e Johnson & Johnson, ma anche perché in laboratorio ha dimostrato la potenziale capacità di aggirare la risposta anticorpale del sistema immunitario in modo da provocare reinfezioni o comunque abbassare la forza delle nostre difese. Dove è diffusa (Sudafrica e Brasile) sembra infatti essere responsabile di numerose reinfezioni.

di Nicola Dario

Print Friendly, PDF & Email