Provvedimenti attuativi previsti dai decreti varati dal governo per l’emergenza Covid-19: 165. effettivamente varati finora: 31 (19% del totale)
[N.P., Avvenire].

Da una ricerca condotta dall’Università di Losanna per conto del Consiglio d’Europa emerge che l’Italia ha rilasciato 5.739 detenuti come misura preventiva per ridurre la diffusione del Covid-19. Si tratta del 9,4% dell’intera popolazione carceraria, contro una media europea del 5,1%.

Lenin e di altre  statue

In Ucraina, delle cinquemilacinquecento statue di Lenin ne rimane soltanto una, a Chernobyl.
[Foglio]
Woody Allen racconta che a Oviedo, in Spagna, a una sua statua in bronzo sono stati rubati gli occhiali, staccati con la fiamma ossidrica.
[Foglio].
A Buenos Aires sconosciuti hanno tagliato all’altezza delle caviglie la statua di Lionel Messi, subito caduta in terra. Al blocco di marmo sono rimaste attaccate le scarpette [Quattrotretre].
Le statue degli Eroi del Sud Confederato, contestate in America dai dimostranti antirazzisti, costavano 450 dollari. Realizzate in zinco venivano prodotte dalla ditta Monumental Bronze Co., che aveva sede in Connecticut, Stato del Nord fedele alla causa antischiavista.
[Sta]

Vendite
Ad aprile le vendite al dettaglio sono calate del 10,5% rispetto a marzo e nel trimestre febbraio-aprile il calo è del 15,8%.
[CdS].

L’Italia è in deflazione

A maggio l’inflazione in Italia è tornata negativa per la prima volta da ottobre 2016. Lo scorso mese l’indice nazionale dei prezzi al consumo, al lordo dei tabacchi, ha registrato una diminuzione dello 0,2% sia su base mensile che su base annua (ad aprile la variazione tendenziale era nulla). A determinare questo andamento, spiega l’Istat, è soprattutto la forte flessione dei prezzi dei carburanti, che spingono la diminuzione dei prezzi dei prodotti energetici a un’ampiezza che non si registrava da luglio 2009 (-12,7% da -7,6%).
Ad aprile il debito delle amministrazioni pubbliche è aumentato di 36 miliardi rispetto a marzo.

Ikea restituisce i sussidi pubblici

Ikea ha deciso di restituire i sussidi ricevuti da otto paesi europei e dagli Stati Uniti al culmine della crisi del coronavirus. Motivo: la sua situazione finanziaria non è così critica come si temeva. È quello che ha annunciato oggi il gruppo svedese. Tra i paesi europei a cui l’azienda svedese renderà gli aiuti non c’è l’Italia. Il manager Tolga Oncu ha spiegato che Ikea aveva previsto una contrazione del business del 70%-80% all’inizio della crisi. E invece, ora che quasi tutti i negozi – tranne 23 – hanno riaperto, sta beneficiando di una notevole domanda di ritorno per il rinnovo di case e appartamenti in una fase in cui molti non sono mai tornati a lavorare in ufficio.

Alitalia, 105 aerei e 3 miliardi di euro

Il consiglio dei ministri, che dovrebbe tenersi tra giovedì e venerdì, è pronto ad approvare la newco di Alitalia. La nuova compagnia potrà contare su 105 aerei e 3 miliardi di euro. La guida dovrebbe essere affidata all’attuale capo del business Fabio Lazzerini. Per la presidenza si fa il nome di Roberta Neri, ex ad di Enav.
Sull’ex Ilva il governo conferma l’accordo di marzo tra i commissari dello stabilimento e i vertici Arcelor Mittal. Per il coinvestimento nell’ex Ilva è stata individuata Invitalia.

Pechino s’indebita per 14 miliardi di dollari

La Cina emetterà 100 miliardi di yuan (l’equivalente di circa 14,1 miliardi di dollari) di titoli di Stato speciali per le misure di controllo del Covid-19 Stato, per sbloccare più fondi per aziende e persone. Il ministero emetterà due lotti di obbligazioni a tasso fisso, tra cui 50 miliardi di yuan di obbligazioni quinquennali e 50 miliardi di yuan di obbligazioni settennali. Entrambi saranno quotati e scambiati tra una settimana. Pechino fisserà il deficit fiscale al di sopra del 3,6% del Pil.

A maggio la produzione industriale cinese è cresciuta del 4,4% dopo che nei primi due mesi dell’anno aveva registrato un calo del 13,5% tendenziale e un + 3,9% ad aprile. Le vendite al dettaglio in Cina a maggio sono scese del 2,8%, in ripresa rispetto al -15,8% di marzo e al -7,5% di aprile.

Clamorosi…

Il reddito di cittadinanza è costato finora sui 7 miliardi. Lo ricevono due milioni e mezzo di italiani. Di questi, quelli che hanno trovato un lavoro sono appena diecimila.
[Mess]

«Mostra considerazione per il tuo Paese: mettiti la fottuta mascherina» (Bruce Springsteen durate l’ultimo episodio del suo programma From my home to yours).

La coppia cinese ricoverata per 49 giorni, curata e dimessa dallo Spallanzani a metà marzo, ha donato 40 mila dollari all’istituto romano per contribuire alla ricerca sul coronavirus.

Corona-Warn, la app per il tracciamento delle infezioni lanciata dal governo tedesco, è stata scaricata 6,5 milioni di volte nelle prime 24 ore.

Nelle scuole materne della Francia sono state abolite le norme di distanziamento fisico.

La Banca Centrale Spagnola stima che il Pil del paese si è ridotto del 34% nelle ultime due settimane di marzo.

Il grande crocifisso da parete dello scrittore americano Jack Kerouac sarà battuto in un’asta online il prossimo 24 giugno dalla casa statunitense University Archives. Stima di partenza di 300 dollari.
[Libero].

Tutto l’oro estratto dal tempo dei tempi fino ad oggi non riempirebbe la stiva di una nave.

Denari destinati alla scuola italiana dal Decreto Rilancio: 1,4 miliardi. Ad Alitalia: 3 miliardi.
[CdS]

Fattura presentata a Michael Flor, 70 anni, a saldo di 62 giorni di ricovero per infezione da Covid nell’ospedale di Seattle: un milione cento ventiduemila cinquecentouno dollari e quattro centesimi.
[Giornale]

L’onda alta dieci metri che ti viene addosso mentre stai facendo surf pesa 410mila chilogrammi.
[Rep]

L’app Immuni, da ieri attiva su tutto il territorio nazionale, è stata scaricata finora 2,5 milioni di volte (dati del ministero dell’Innovazione).

Oltre 23 milioni di persone, pari all’85,6% di share, hanno assistito al discorso pronunciato domenica sera dal presidente francese Emmanuel Macron per fare il punto sull’emergenza coronavirus in Francia.

Le autorità della Norvegia bloccheranno l’app per il tracciamento dei casi di contagio e rimuoveranno i dati raccolti finora, in risposta alle critiche mosse dalla Norwegian Data Protection Authority.

Il Governo tedesco ha reso noto di aver deciso l’ingresso dello Stato nel capitale di CureVac, la società che sta sviluppando un vaccino per coronavirus. L’investimento, 300 milioni di euro, assicura allo Stato una quota pari al 23 per cento. La CureVac è la stessa azienda che l’amministrazione Trump voleva acquistare per garantirsi l’esclusiva del vaccino. Sul piatto aveva messo un miliardo.
[Sole]

Hilton Worldwide taglierà 2.100 posti di lavoro in tutto il mondo. «Nei 101 anni di storia di Hilton, l’industria turistica non ha mai affrontato una crisi capace di fermare quasi totalmente i viaggi», ha spiegato il gruppo.

La svedese Volvo Group, uno dei più grandi costruttori al mondo di autocarri, autobus e macchinari per l’edilizia, taglierà 4.100 posti di lavoro nella seconda metà del 2020 (il 15% sono consulenti e circa 1.250 in Svezia).

Pablo Escobar… E tutto cominciò cosi

Dopo 33 anni è tornato libero Carlos Enrique Lehder Rivas, primo socio in affari di Pablo Escobar con cui fondò il Cartello di Medellín e rivoluzionò il traffico di cocaina. Estradato negli Usa nel 1987, Lehder si è sempre rifiutato di riconoscere le accuse che gli muoveva la Dea e per questo è stato condannato a 115 anni di prigione. Pena poi ridotta a 55 anni, quando decise di collaborare ed entrare nel programma di protezione dei testimoni. Ora, a 70 anni, si è trasferito a Berlino, dove vuole vivere sfruttando la nazionalità acquisita grazie al padre tedesco.

«Nel 1978 Lehder compra una proprietà su Norman’s Cay, un isolotto delle Bahamas che trasforma nel suo quartiere generale. Ci costruisce sopra una piccola pista, dove fa atterrare i jet con i carichi di coca dalla Colombia che poi trasferisce su piccoli bimotori destinazione Usa. Si allea con Escobar che resta affascinato dall’inventiva e dalla determinazione di questo tipo bizzarro spuntato dal nulla ma già regista del più vasto traffico internazionale di stupefacenti. Da lì nasce un sodalizio che porta alla nascita del cartello di Medellín: un’organizzazione che seminerà il terrore in tutta la Colombia. Migliaia di omicidi, agguati e attentati, e una sfida feroce allo Stato che si concluderà con la morte di Escobar nel 1993».
[Rep].

L’indagine sulla fusione Fca-Psa
La Commissione Ue ha aperto un’indagine, che annuncia “approfondita”, sulla fusione tra Fiat Chrysler e il gruppo francese Psa (Peugeot, Citroën, Opel). La Commissione è preoccupata che la fusione possa ridurre la concorrenza nel mercato dei furgoni, dato che Fca e Psa già ora sono leader in questo settore in diversi paesi europei e l’unione comporterebbe l’eliminazione di un diretto concorrente. «I preparativi per la fusione procedono come da programma» affermano i due gruppi in una nota congiunta nella quale ribadiscono che «l’obiettivo condiviso è finalizzare l’operazione entro la fine del primo trimestre 2021».
«Il principale produttore di veicoli commerciali in Europa è l’americana Ford, con il 16,4%, seguita da Renault (13,8%), Volkswagen (13,4%), Fca (10,8%), Mercedes (10,3%), Peugeot (9,9%), Citroen 8,5%) e Opel (4,5%). Con la fusione fra Fca e Psa, l’insieme dei brand coinvolti (Fiat Professional, Peugeot, Citroen e Opel) avrebbe il 34% del mercato. Del resto il settore va verso un inesorabile consolidamento, non tanto sul fronte azionario (per ora), quanto su quello produttivo».
[Sta]

A rischio 1,7 miliardi di persone

Nel mondo una persona su cinque – circa 1,7 miliardi – ha una patologia che potrebbe aumentare il rischio di morte in caso di infezione da Covid-19. La stima è della London School of Hygiene & Tropical Medicine, che ha pubblicato uno studio su Lancet Global Health. La discriminante decisiva è l’età. I paesi con una popolazione più giovane hanno una percentuale minore di persone a rischio. In Africa ad esempio sono il 16%. All’altro estremo c’è l’Europa con il 31% della popolazione che ha almeno una malattia, 231 milioni di persone.

Cento miliardi per l’economia britannica

La Bank of England ha stanziato altri 100 miliardi di sterline (oltre 111 miliardi di euro) per aiutare l’economia britannica di fronte ai contraccolpi della pandemia. Il Monetary Policy Committee della banca ha inoltre deciso di lasciare i tassi d’interesse al minimo storico dello 0,1%.

Usa, altri 1,5 milioni di disoccupati

Altri 1,5 milioni di americani hanno richiesto il sussidio di disoccupazione nell’ultima settimana. Ora sono 45,7 milioni le domande per il sussidio dall’inizio della crisi legata alla pandemia di coronavirus. È la tredicesima settimana consecutiva in cui il numero di richieste è risultato superiore al milione. È tuttavia sceso da 20,6 milioni a 20,5 milioni il numero di cittadini che hanno fatto domanda per due settimane di seguito.

Putin
Per convincere i russi a votare – si tratta del referendum sulle modifiche alla Costituzione, indetto per il 25 giugno, che permetterebbe a Putin di restare in carica fino al 2036 – il Cremlino ha ideato una lotteria. Si estrarranno, tra tutti quelli che avranno effettivamente votato, oltre due milioni di buoni acquisto spendibili in tremila tra negozi e ristoranti di Mosca per un totale di dieci miliardi di rubli, circa 131 milioni di euro. Nella regione siberiana di Krasnoyarsk il concorso a premi prevede quiz sulla Costituzione a risposta multipla. In palio dieci appartamenti, dieci automobili, 50 smartphone. Prima della pandemia si prevedeva un’affluenza del 70%. Ora, stando alla testata online Meduza, del 55%.
[Sta]

Buste paga

Passano a Bper 532 filiali di Ubi Banca

Presto 532 filiali di Ubi Banca riapriranno con l’insegna del Gruppo Bper. È il frutto dell’accordo integrativo concluso tra Intesa San Paolo e la stessa Banca popolare dell’Emilia Romagna e rientra nell’offerta che lo scorso febbraio Intesa aveva lanciato per assorbire la rivale minore Ubi Banca. Un’operazione che si era scontrata con i paletti dell’Antitrust, secondo cui l’acquisizione avrebbe rafforzato o creato una posizione dominante per Intesa in diversi settori. Per ottenere il via libera all’offerta, sono state cedute a Bper le 532 filiali. Un ramo composto da depositi e raccolta indiretta da clientela stimati rispettivamente in circa 29 miliardi di euro e 31 miliardi, e da crediti netti stimati in circa 26 miliardi.

La scissione di Renzi è costata al Pd un paio di milioni. «Le “contribuzioni da persone fisiche” nel 2019 sono pari a 2,7 milioni, contro i 4,7 del 2018. In questa voce confluiscono i versamenti mensili dei parlamentari, che finanziano il partito autotassandosi per 1.500 euro al mese. La scissione ha privato il Pd di almeno 4 mensilità per ognuno dei renziani, sorvolando su eventuali morosità (lo stesso Matteo Renzi in tutto il 2019 ha girato al partito solo 6.500 euro )». Il Pd ha però incassato 8,4 milioni dal due per mille (è1,4 milioni sul 2018) e grazie a questo ha chiuso il bilancio in positivo, con un utile 2019 di 682 mila euro  [Fatto].

CasaPound deve all’Acea – l’azienda di acque ed elettricità del Comune di Roma – 220.435 euro.
[Rep] 

«Il mercato europeo del calcio ha generato un record di 28,9 miliardi per la stagione 2018/19, beneficiando di ulteriori 700 milioni distribuiti dalla Uefa per gli introiti delle proprie competizioni. L’Annual Review of Football Finance di Deloitte ha certificato l’esistenza di una Europa calcistica a doppia velocità: i principali campionati, i cosiddetti “big five”, hanno prodotto proventi per 17 miliardi (in aumento del 9% rispetto all’anno precedente) pari al 60% del totale».
[Sole]

Un circense guadagna tra i due e i tremila euro al mese. E, dato che vive nel circo mette tutto da parte.
[Stefano Orfei Nones, cit.]

Il montepremi della Coppa Italia, distribuito in quote del 25% alle partecipanti di ogni fase a partire dagli ottavi, permetterà al Napoli di incassare 5,3 milioni. Alla Juve andranno 3,4 milioni. Il Napoli giocherà poi anche la Supercoppa italiana e parteciperà ai gironi dell’Europa League, con un incasso garantito, tra bonus sportivi e diritti tv di circa 15 milioni.
[Sole].

L’accordo con la Libia del 2017 (fornitura di materiale alla loro Guardia Costiera) ci è finora costato 213 milioni nonostante si continui a morire lungo la rotta del Mediterraneo centrale, con oltre 230 vittime dall’inizio dell’anno, e nonostante numerose inchieste e testimonianze abbiano confermato il coinvolgimento della Guardia costiera libica  nel traffico di esseri umani».
[Avvenire]

«Il decreto che accelera i tempi della Cig dà una spinta ulteriore al nuovo aumento di deficit nei programmi del governo. Tra Cig, fondo di garanzia delle Pmi, fabbisogno di Comuni e Regioni, scuola, sostegno ai settori in crisi e accesso ai fondi Ue, la cifra iniziale di 10 miliardi salirebbe verso i 50, fra quest’anno e il prossimo, con l’attivazione di Sure e Mes» [Sole]

Tre  gironi fa l’Inps ha ammesso che ci sono ancora 123.542 lavoratori che aspettano il primo pagamento della Cig di marzo.

Al primo posto, tra i programmi della Rai in grado di coprire la totalità delle spese grazie alla pubblicità, c’è Chi l’ha visto? di Federica Sciarelli.
[Rep]

Barbra Streisand ha regalato a Gianna, la figlia di sei anni di George Floyd, due album e un pacchetto di azioni della Disney. Il rapper Kanye West ha lanciato un fondo universitario per coprire le spese di una sua eventuale iscrizione al college.

Con la quarantena il settore dei sex-toys e dei preservativi è cresciuto in Europa del 27%. A trainare le vendite la Germania. La tedesca DindoKing ha registrato ben l’87% di fatturato nella sezione accessori per l’autoerotismo. Il rivenditore online Eis.de ha quintuplicato le vendite di confezioni extra di preservativi. Ritex, il maggior produttore di profilattici tedesco, ha dichiarato al Financial Times incassi da record: 12,7 milioni solo a marzo, esattamente il doppio rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.
[L’Indro]

Prezzo di una candela al profumo della vagina in vendita su Goop, sito di ecommerce di Gwyneth Paltrow: 75 dollari.

Di Maio predicava misura nelle spese.
«Luigi può dire ciò che vuole. Io mica posso andare al lavoro a piedi…».
L’autista costa 55 mila euro l’anno.
«E allora? Il mio predecessore spendeva la stessa cifra. In più, era scortato. Io pure avrei potuto pretendere la scorta, ma ho rinunciato».
Lei viaggia in business class: 71 mila euro, solo nel 2019.
«Mia moglie vive negli Usa, questo Di Maio lo sapeva. Mica posso separarmi. Comunque: per rotte sopra le 5 ore, la legge è chiara, ho diritto alla business class».
In un’audizione alla Camera, lei ha detto che è costretto a viaggiare in business per colpa del mal di schiena.
«Sono stato sciocco. Volevo giustificarmi: invece è un mio diritto viaggiare in business. Punto».
Quanto guadagna?
«Mhmm… circa 160 mila euro l’anno».
È vero che ha cercato di alzarsi il compenso a 240 mila?
«Certo! Con Di Maio erano questi i patti».
Può essere più preciso?
«Gli dissi: amico mio, io lascio la cattedra di una università prestigiosa, e non posso rimetterci. Me li date 240 mila euro? Mi rispose che non c’erano problemi. Invece poi lo stipendio è stato molto più basso. Però okay, dai, non fa niente».
[Domenico Parisi a Fabrizio Roncone, Cds]

I soldi alle aziende non arrivano

Il 57% delle imprese che ha chiesto liquidità aspetta ancora risposta. La metà prevede che non riuscirà a coprire le spese che si presenteranno entro il 2020. Il 70% ha fatto ricorso alla cassa integrazione. Lo rileva l’Istat nell’analisi sulle prospettive delle aziende dopo l’emergenza Covid. Sfiora ormai quota 1,2 milioni il numero delle famiglie che riscuote il Reddito di cittadinanza. Il 62% è al Sud.

Cimiteri
A San Paolo del Brasile, non essendoci più posto per i morti, il sindaco Bruno Covas ha ordinato dei container dove sistemare i morti da almeno tre anni, in modo che resti spazio sufficiente per chi se ne è andato adesso. In Brasile il Covid ha ucciso 41.828 persone. Di queste più di cinquemila abitavano a San Paolo.

Colors
Fu alla fine della Prima guerra mondiale che il rossetto diventò popolare. Fino ad allora era diffuso tra le donne dell’alta società, che lo mettevano per distinguersi dalle classi sociali più umili, e tra quelle dei bordelli che lo usavano per attrarre più facilmente gli uomini. Lo attingevano da minuscoli vasetti di vetro con la punta delle dita o con un pennellino. Ora la pasta rossa apparve in una nuova confezione, chiusa in un tubetto dalla base rotante, lo stick, che consentiva di spalmarla direttamente sulle labbra. E si presentò declinata in una ricca varietà di sfumature dai nomi che facevano sognare: Notte di San Giovanni, Sera delle Prima, Peonia del Mattino, Bella di Adrianopoli. Fino ad allora il nome del rossetto ne aveva indicato il colore: carminio, vermiglio, papavero, ciliegia, granata. Al massimo accompagnato da un aggettivo che aiutava a decifrarne l’intensità e la luminosità: chiaro o scuro, opaco o lucido.

Sonno
“Allodole”, quelli che si svegliano presto al mattino. “Gufi” quelli che si svegliano a mattino inoltrato, sono più attivi la sera, vanno a letto tardi la notte. Tipica “allodola”, Berlusconi. Tipico “gufo”, Mike Bongiorno. Nessuno skipper è un gufo, per il 40% sono allodole e per il 60% “colibrì”, né troppo presto né troppo tardi. Gli skipper praticano volentieri il cosiddetto “sonno polifasico”, quello di Leonardo da Vinci: tre ore di sonno durante la notte e 15 minuti di sonnellini diurni ogni due ore. Il 52% dei velisti fa una scorpacciata di sonno prima della regata, il 22%, quando è in mare, opta per una graduale diminuzione del tempo speso per dormire. Regola per il cosiddetto power nap, breve pisolino rigenerante, magari sul posto di lavoro: che non superi la mezz’ora, in modo da svegliarsi riposati ma senza permettere al cervello di spegnersi completamente e, quindi, peggiorando la sensazione di stanchezza dopo il risveglio.
[Sta]

Carminati è uscito di prigione

Jeans e camicia blu sbottonata, un borsone in spalla, lo sguardo basso e una smorfia di fastidio per i giornalisti. Così Massimo Carminati, uno dei principali protagonisti dell’inchiesta Mafia capitale, ieri alle 13.30 ha lasciato il carcere di Oristano. È stato scarcerato dopo cinque anni e sette mesi per scadenza dei termini di custodia cautelare. Solo quattro giorni fa erano arrivate le motivazioni della sentenza della Corte di Cassazione che ha modificato la condanna di Carminati da associazione mafiosa ad associazione a delinquere e sulla base della quale la Corte d’Appello dovrà fare il computo definitivo dei giorni di carcere che gli restano da scontare. Solo dopo il ricalcolo della pena potrà essere riarrestato. Per il momento è un uomo libero, niente obbligo di dimora o di firma. «A fine marzo aveva già scontato il tetto massimo dei due terzi della pena per il reato più grave: corruzione», ha spiegato l’avvocato di Carminati, Cesare Placanica. Il ministro della Giustizia Alfonso Bonafede ha investito della vicenda gli ispettori di via Arenula per valutare se ci siano stati illeciti, ritardi o omissioni.La vicenda giudiziaria di Carminati, in breve. Arrestato il 30 novembre 2014 poco lontano dalla sua abitazione di Sacrofano. Gli viene contestata la detenzione di armi, che non si troveranno mai. Di lì a qualche giorno, vanno in carcere altre 36 persone nell’ambito dell’inchiesta mediaticamente conosciuta come Mafia Capitale. Dopo Rebibbia, va a Tolmezzo, quindi a Parma (sottoposto al 41 bis) e Oristano. Il 20 luglio 2017 il tribunale lo condanna a 20 anni di reclusione per associazione per delinquere finalizzata alla corruzione e a tanti altri reati. L’11 settembre 2018 la corte d’appello, riconoscendo la sussistenza della mafia, infligge a Carminati 14 anni e mezzo. Verdetto annullato dalla Cassazione il 22 ottobre del 2019 che fissa un nuovo processo solo per la rideterminazione delle pene. Dopo quattro giorni, il regime del carcere duro viene meno.

La bimba che sente grazie alla stampa in 3D
Una bambina sorda di quattro anni, nata senza orecchio esterno, padiglione auricolare, condotto uditivo esterno e dell’orecchio medio, è riuscita a sentire grazie a una protesi interna grande quanto una moneta da un euro e un osso temporale stampato in 3D. È il primo intervento del genere ed è successo all’ospedale pediatrico Santobono per mano dell’équipe guidata dal dottor Antonio della Volpe, direttore dell’Unità di Chirurgia protesica della sordità infantile. «Recuperato l’udito, la bambina potrà in futuro, quando sarà più grande, scegliere di sottoporsi a un ulteriore intervento, ma solo di natura estetica, per la costruzione dell’orecchio esterno».

di Nicola Dario

Print Friendly, PDF & Email