D’Errico attacca Salvini: chi si candida con lui tradisce Napoli

Informareonline- Davide

“Ma voi che vi candidate in Campania con la Lega Nord che problemi avete?”. Inizia così il video che l’imprenditore sociale classe ‘91 Davide D’Errico, candidato alle prossime regionali con il Centro Democratico per De Luca presidente, ha pubblicato sui suoi canali social registrando oltre 100mila visualizzazioni in meno di 24 ore.

“Voi che volete salire sul carro di Salvini – che poi più che un carro, è un carroccio – e così da meridionali svendete la nostra terra agli affaristi del Nord, non vi rendete conto che state umiliando tutta Napoli e tutto il Sud, che è la vostra terra?” prosegue D’Errico, già presidente della Onlus Opportunity con la quale gestisce beni confiscati alla camorra.

“Guardate io capisco pure che qualcuno possa aver dimenticato che proprio Salvini ballava e cantava augurandosi la nostra morte per mano del Vesuvio; io capisco pure che qualcuno possa aver dimenticato che quel partito che raccontava che il Sud sprecone rubava al Nord in realtà era proprio lui a rubare al Sud e a tutto lo stato italiano 49 milioni di euro. Ma c’è una cosa che chi fa politica sa e che la gente del SUD non deve mai dimenticare e che è il vero motivo per cui chi si candida in Campania con la Lega Nord deve vergognarsi. Se il Sud, che è storicamente un territorio ricco, oggi non ha più servizi essenziali e fa scappare i suoi giovani per cercare un lavoro dignitoso, il principale responsabile di questo è proprio un partito che si chiama Lega Nord”.

D’Errico passa poi a fare un esempio di questo “furto” in materia di sanità. “La mia Regione, la Campania, è la Regione che riceve meno soldi di tutte le altre regioni nel riparto dei fondi per il sistema sanitario nazionale e viene depredata ogni anno di 359 milioni di euro. Pensate che la nostra regione riceve pro capite 45 euro in meno rispetto al veneto, 40 euro in meno rispetto alla Lombardia, 60 euro in meno rispetto all’Emilia Romagna, 30 euro in meno rispetto al Lazio. Ma com’è possibile che avvenga questo furto ai danni dei bambini, delle famiglie e degli anziani del sud? Come è possibile che ci sia questo squilibrio così clamoroso se al contrario la nostra costituzione garantisce l’uguaglianza sostanziale tra tutti i cittadini e prevede addirittura un fondo perequativo per i territori con minore capacità contributiva? Beh, è possibile perché la legge che attua questi principi della costituzione fu voluta proprio dalla lega nord. E’ la legge 42/2009 che tutti conoscono come legge sul federalismo fiscale e il cui primo firmatario, indovinate un po’, è proprio Roberto Calderoli. Con questa legge i leghisti promettevano sarebbero scomparsi gli sprechi statali al Sud.  Solo che è successo che quando i leghisti hanno visto i dati veri, si sono accorti che applicare questa riforma giusta, scritta da loro, avrebbe portato proprio al Sud (che secondo loro era sprecone) diversi miliardi di risorse in più ogni anno. Perché non solo il SUD non era sprecone, come dicevano loro, ma in relazione alla popolazione qui mancano anche le risorse minime e i servizi essenziali garantiti. E come ha reagito la Lega Nord a questa notizia? Beh l’allora presidente della bicamerale sul federalismo il leghista Giorgetti chiese ai più alti vertici delle istituzioni di secretare la notizia come si fa in commissione antimafia”.

E poi conclude: “Mo ditemi voi, un politico, che sa queste cose con che coraggio può candidarsi in Campania con la Lega Nord? Adesso dite prima i napoletani? Cominciate a restituire i soldi che dovete al Sud, cominciate a rispettare la costituzione, cominciate a desecretare gli atti che vi incriminano. E poi parlamm. Come diciamo qui a Napoli, cari leghisti, non sputate in cielo che poi in faccia vi torna!”.

GUARDA QUI IL VIDEO

https://www.facebook.com/watch/?v=339139350803030&extid=XWRkpHhBpK8CZF24

Print Friendly, PDF & Email