Riceviamo e pubblichiamo questa denuncia dell’Osservatorecivico Terra dei Fuochi, a cui la redazione di Informare si unisce, e ne fa denuncia pubblica.

“Questo video postato su facebook dice tutto, inoltre ho letto qualche post in merito al cambio di calendario per la raccolta dei rifiuti, chi è il l’assessore all’ambiente? Non esiste, quindi credo che la il diretto responsabile sia il sindaco.
Ritorniamo al video, 18 mesi fa noi Osservatori Civici della terra dei Fuochi insieme al Comitato Campania Felix ed altre associazioni, ci eravamo proposti di individuare alcuni responsabili di quartieri, parchi e condomini e iniziare a censire i residenti dei condomini, parchi e viali, per poi dar vita, ad una minima campagna informativa per la giusta raccolta dei rifiuti, e successivamente passare alla distribuzione dei bidoni.
Purtroppo la nostra proposta si schiantava sul famoso muro di gomma.

Sempre in merito ai bidoni, da internet si evince che trattasi di una mega fornitura del valore di € 2.000.000,00 di attrezzature per la raccolta dei rifiuti per il Comune di Castel Volturno grazie alla legge 14 del 2016 della Regione Campania.

Nel dettaglio, il bando che ha portato in dotazione al Comune di Castel Volturno 1800 cassonetti, 8000 secchielli, 1000 carrellati, 16 eco-isole di quartiere, 4 eco-isole mobili, 6 scarrabili per ingombranti, sfalci, potature, 400 calotte informatizzate per conferimento tramite scheda magnetica, 10 automezzi navetta per la raccolta, 1 automezzo-gru per lo spostamento delle isole ecologiche mobili e per gli scarrabili. E soprattutto più risorse in termini di personale per un totale di 70 unità, di cui 22 operatori ecologici, 20 ispettori ambientali, 4 autisti, 6 addetti alle eco-isole – dipendenti ex Consorzio di Bacino, selezionati e stipendiati dalla Regione – che affiancheranno gli operatori Senesi già presenti. Grazie ai cassonetti, verrà avviata finalmente la raccolta differenziata a Bagnara e Destra Volturno, zone molto degradate.

Possiamo dire che sono trascorsi più di due anni dalla fornitura di cui sopra, grazie alla passata amministrazione, del ex Sindaco Dimitri Russo per poi passarla in consegna, all’attuale amministrazione del Sindaco Luigi Petrella, eppure nulla è cambiato tranne per la ditta dei rifiuti.
La differenziata, non viene rispettata, un programma di informazione, educazione e sensibilizzazione, non viene ne organizzato e ne attuato.
Interi condomini,viali e parchi sono privi di cassonetti carrabili, nonostante ne abbiano fatto regolare richiesta.

Sinceramente, è sconfortante, vedere questi cassonetti mai usati, in totale abbandono e distrutti.
Chissà quanti ne saranno?
Chissà a quanto è stimato il danno economico di tutta l’attrezzatura distrutta?
E il danno causato dai rifiuti sparsi per il territorio?
Chi sorvegliava l’attrezzatura?
Chi sono i responsabili di tale incuria?”

Print Friendly, PDF & Email