Con “A Ciascuno il duo”, conquistano Festival e Teatri italiani

Ironici, insoliti, spontanei sulla scena e nella vita, si muovono in un mondo musicale variegato, ricco di sfumature da cui trapela la loro indole prepotentemente presente in ogni performance. Un fil rouge che mette in risalto la complicità tra un pianista e un cantante lirico versatili ed estremamente interessanti nell’attuale scena musicale. Luca de Lorenzo è un attore e cantante lirico, il suo esordio è segnato dalla partecipazione al programma televisivo “Be Quiet Talent Show”; Ivan Dalia pianista jazz e compositore, secondo classificato a “Italia’s Got Talent” 2016. Il duo partenopeo mette in scena una serie di soggettive atmosferiche, immagini visive e mondi rovesciati come metafore di sogni spargendole nelle stanze della vita. Una coppia artistica che ha dato vita ad un progetto innovativo dal titolo “A Ciascuno il Duo”, in cui amano accompagnare i propri live con performance teatrali che possano divertire, stupire e commuovere. Il progetto di Luca e Ivan è nato dal bisogno di esternare le pazze emozioni che coesistono in entrambe le menti, in un equilibrio sottile tra il far seriamente e il non prendersi troppo sul serio, creando un vortice di sensazioni.

Ci siamo fatti raccontare come la passione per la musica possa dare voce a generi nuovi e mescolanze affascinanti.

Da cosa nasce l’esigenza di unirvi in un duo? E di dar vita al progetto musicale “A ciascuno il Duo”?

«In primis nasce da una forte amicizia nata tanti anni fa in conservatorio e dal desiderio di unire due caratteri musicali diversi. Per questo, “A ciascuno il Duo”, vuole invitare gli spettatori alla fruizione, sdoganare l’idea della musica classica come macigno polveroso ed incomprensibile e goderne come una musica di vita che regala emozioni e tanto divertimento».

Provenite da percorsi differenti. Qual è la caratteristica principale della vostra musica che vi contraddistingue?

«Le nostre caratteristiche sono quelle di unire il mondo classico e il jazz contaminato, libero dagli schemi accademici. Lo scopo è ludico e formativo al contempo, un dialogo tra lo show comico e la lectio colta».

La data d’esordio che vi ha visto uniti su un palco, è stato un successo. Quali sono i vostri progetti imminenti?

«Si il debutto è stato un gran successo, SOLD OUT presso il Teatro Galleria Toledo di Napoli. Ora il nostro progetto è quello di portare il Duo nei migliori festival, teatri italiani e non solo. Inizieremo a novembre nell’ambito della terza edizione di Atrani ‘’Stelle Divine’’ Festival del mediterraneo per poi ritornare a Napoli a dicembre, poi Roma, Milano, Reggio Calabria ed arrivare un giorno a suonare al Gran Teatro de La Habana a Cuba».

Print Friendly, PDF & Email