fogne destra volturno

Dai ponti all’illuminazione: l’intervista al sindaco Petrella

Antonio Casaccio 28/11/2022
Updated 2022/11/28 at 4:50 PM
7 Minuti per la lettura

Da settimane i cittadini di Castel Volturno ci chiedono novità sulla questione dei due ponti Lago Patria e Castel Volturno, che causano ampi problemi alla cittadinanza, particolarmente agli abitanti di Destra Volturno. A ciò si aggiungono le ultime segnalazioni sui deficit dell’illuminazione sulla Domitiana e la querela presentata da Città Domitia nei confronti del sindaco Luigi Petrella.

Vista l’importanza dei temi abbiamo chiamato il sindaco di Castel Volturno per un aggiornamento sulle tempistiche per il completamento dei lavori ai Ponti e le altre emergenze territoriali.

Ponte Castel Volturno: i lavori non sono ancora iniziati

Sindaco, nel nostro ultimo approfondimento lei ci disse che tra novembre e dicembre ci sarebbero state importanti novità sul Ponte di Castel Volturno, com’è attualmente la situazione?

“Il 15 Novembre sarebbero dovuti iniziare i lavori, ciò non è avvenuto. Ho compulsato la ditta visto il continuo ritardo e il direttore dei lavori mi ha detto che l’azienda è alla ricerca di un mezzo meccanico che possa alloggiare al di sotto del ponte, dato che l’intervento che bisogna fare riguarda i pilastri, quindi la parte strutturale. Non è concepibile che dopo aver rifatto la progettazione ed essere arrivati finalmente al punto di partenza sorgano queste problematiche. È una risposta banale e ho invitato la direzione lavori a partire almeno con lavori che non prevedano interventi strutturali, almeno per portarci avanti”.

Avete valutato un’azione legale da intraprendere contro la ditta?

“Sì, ho chiesto al direttore dei lavori di mettere in mora la ditta. A me non interessa della difficoltà nel reperimento del mezzo, bisogna assolutamente iniziare i lavori. Poi ad onor di cronaca dobbiamo ricordare che quando l’amministrazione si è insediata c’era un progetto già eseguito per il Ponte di Castel Volturno che purtroppo il collaudatore non ha sottoscritto perché non voleva prendersi la responsbailità su alcuni parametri del progetto. Il ritardo è dovuto principalmente a questa vicenda, ora però tutta la questione è stata superata e bisogna partire. Io continuerò a sollecitare e vi aggiornerò in questi giorni con ulteriori novità”.

Quanto tempo ci vorrà per la relizzazione del lavoro?

“Circa due mesi dall’inizio dei lavori. Siamo da più di due anni sul Ponte di Castel Volturno, non me la sento di dire ai cittadini una possibile data di inizio lavori perché non dipende direttamente da me, ma voglio assicurare ai castellani che l’amministrazione sta facendo e farà tutto il possibile per compulsare la ditta ad accelerare. Purtroppo lottiamo contro la burocrazia e qualche azienda che fa i capricci, forse perché ha altri lavori che considera prioritari rispetto a quello di Castel Volturno”.

Ponte Lago Patria: manca il completamento dei lavori

Sindaco qual è la situazione legata ai lavori sul Ponte di Lago Patria?

“Il primo lotto di lavori è stato completato, ora stiamo aspettando la relazione del collaudatore per dare avvio al secondo lotto dopo il quale tutto il lavoro sarà concluso. Attendiamo da un mese la relazione finale del collaudatore, lo sto sollecitando e continuerò a farlo. Debbo dire che è un’operazione complessa. Bisogna comunque dire che il Ponte di Lago Patria, anche dopo questi interventi, andrà rifatto daccapo perché nel tempo ha avuto danneggiamenti che gli proibiscono di sopportare importanti pesi. Difatti, dopo la fine dei lavori, i mezzi che superano 3,5t non potranno circolare sul Ponte”.

Al momento risulta chiuso anche il Ponte di Ischitella che, però, ha competenza provinciale. Ha avuto modo di sentire la provincia?

“Ho chiamato il Presidente Giorgio Magliocca e il funzionario Palmieri, il quale mi ha detto che ha allertato degli operai di Terra di Lavoro per mettere in sicurezza la struttura. Ho sentito anche il responsabile tecnico dei lavori che mi confermato una parziale messa in sicurezza con della segnaletica luminosa; ora manca solo l’individuazione della ditta che si occuperà dei lavori, ma ribadisco che questa non è una mia competenza“.

Illuminazione e “caso querela”: nuove telecamere dal Ministero

Sulla pubblica illuminazione i cittadini continuano a segnalare interruzioni. Qual è il problema e come state agendo?

“C’è stato un trafugamento di cavi elettrici da parte di malviventi. Da qualche giorno i lavori sono ripresi dal tratto che parte dalla Clinica Pineta Grande Hosipital, i lavori proseguiranno fino ad Ischitella”.

Com’è possibile che il sistema di videosorveglianza della Domitiana non riesca a riprendere furti così banali?

“In alcuni tratti non è funzionante. C’è un progetto ministeriale di 2 milioni di euro già attivato che permetterà di aggiustare le telecamere già presenti e aggiungerne altre sul territorio”.

Alcune associazioni hanno presentato una querela contro la sua persona per ciò che concerne l’illuminazione della Domitiana e le fogne. Cosa risponde?

“Ho visto diversi nomi di associazioni, nelle quali secondo me c’è solo Cesare Diana. Vorrei dire che la nostra amministrazione ha pulito le fogne da Destra Volturno alla Domitiana, magari è mancato qualche viale ma i lavori continueranno dopo il maltempo di questi giorni. È stata programmata la pulizia delle caditoie di tutto il territorio”.

La somma

Brutte notizie, quindi, per i cittadini di Destra Volturno che dovranno ancora aspettare per l’apertura del Ponte di Castel Volturno, una questione sempre più urgente per un territorio che, particolarmente in alcune aree, è sprovvisto di adeguati servizi di trasporto. Continueremo a restare vigili sulle dinamiche cittadine, informando sui futuri risvolti.

Condividi questo Articolo
Lascia un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *