Cura dei capelli e calvizie, tutto quello che c’è da sapere

informareonline-capelli

Il parere dell’esperta

I capelli rappresentano il simbolo della vanità. Raccontano chi siamo, rispecchiano la nostra personalità. La loro bellezza passa attraverso le cure che vi dedichiamo. Oltre agli accorgimenti quotidiani, la salute del patrimonio capillare va tutelata nel tempo attraverso trattamenti specifici. «Il primo passo è individuare la tipologia di capello che si possiede – spiega la biologa e tricologa Edith Crisci – l’analisi, attraverso un check-up gratuito, consente di valutare le anomalie del cuoio capelluto e della struttura del capello: un punto di partenza per un percorso da seguire in istituto con trattamenti tricologici eseguiti con le strumentazioni a disposizione, oppure più specifici di medicina rigenerativa, come mesoterapia (infiltrazioni sottocute di complessi vitaminici che vanno a nutrire il bulbo e la radice con un’azione localizzata) e PRP.
L’acronimo di Plasma Ricco di Piastrine, è un gel piastrinico, ottenuta dal sangue dell’utilizzatore, che iniettato direttamente nella cute riattiva il microcircolo e ha un effetto stimolante sulle cellule staminali».

Edith, con la collaborazione di uno staff di professionisti altamente specializzato, si occupa proprio di questo al Genesis Hair Center di Caserta, struttura all’avanguardia nella cura dei capelli. «Laddove ci si trovi di fronte a calvizie, si può intervenire con l’infoltimento chirurgico, ovvero l’autotrapianto di capelli che si può eseguire con tecnica FUE o DHI. La prima consiste nel prelievo dalla regione occipitale delle singole unità follicolari che vengono innestate nella zona interessata dal diradamento, solitamente quella frontale o del vertice.
Il vantaggio di questa tecnica, rispetto a quelle precedenti, è che non lascia cicatrici e i tempi di guarigione sono molto più rapidi, dopo 3/4 giorni si può tornare alle normali attività. La quantità di unità follicolari prelevate dipende dalla zona da infoltire, in media dai 1500 ai 2000 innesti. Ogni bulbo può dare da uno a quattro capelli, a seconda della zona donatrice. Nella fase iniziale si ha la caduta dei capelli innestati, dopo circa 4 mesi inizia il ciclo naturale di crescita.
Il risultato definitivo è apprezzabile a distanza di 18 mesi. Per garantire il mantenimento del risultato è sempre consigliabile effettuare nel tempo dei trattamenti tricologici come mesoterapia, PRP, laser, tricopressino, vapozono per rinforzare i capelli innestati e quelli già presenti.
Con la tecnica DHI non è necessario praticare i canali che andranno ad ospitare i follicoli, come invece avviene nella tecnica FUE, eliminando di fatto una fase della procedura, e si può eseguire quando la zona di innesto sia completamente glabra. Questo consente una riduzione del sanguinamento nella zona di innesto e un recupero ancora più rapido. Il chirurgo sceglierà quale tecnica utilizzare, sempre in anestesia locale, a seconda delle esigenze e delle condizioni specifiche del paziente. L’età critica per la caduta dei capelli è quella dell’adolescenza fino ai 30 anni. Da quel momento in poi il diradamento è più o meno consolidato, fatto salvo casi di stress o cambiamenti ormonali che possono sempre intervenire nel tempo ed influenzare la caduta. I nostri chirurghi effettuano le operazioni in regime ambulatoriale avvalendosi di equipe di bulbisti altamente specializzati.

Consiglio sempre di affidarsi a professionisti del settore. La tendenza, diffusasi negli ultimi anni, di andare all’estero per effettuare autotrapianti, è sicuramente innescata da prezzi allettanti. Bisogna considerare che gli standard del sistema sanitario in paesi come la Grecia e la Turchia sono molto lontani dal nostro. Spesso, ad eseguire gli interventi, non sono staff specializzati e questo consente di abbattere fortemente i costi, a discapito, però, delle garanzie professionali, con tutti i rischi e le conseguenze, anche in termini di consulenza pre e post operatoria, che ne possono derivare». Genesis Hair Center si occupa anche di tricopigmentazione – che consente di ricreare, con specifici pigmenti, l’effetto densità – e di infoltimento non chirurgico attraverso impianti protesici, grazie alla competenza dell’hair stylist Francesco Ferrara, tecnico specializzato nell’applicazione delle protesi, dal prelievo dei parametri alla gestione successiva.

 

a cura di Genesis Hair Center

TRATTO DA MAGAZINE INFORMARE N°201 – GENNAIO 2020

Print Friendly, PDF & Email