informareonline-agorà-6-(1)

Credere nel proprio territorio si può: AgorÀ compie 10 anni

Alina D'Aniello 18/02/2020
Updated 2020/02/18 at 11:33 AM
3 Minuti per la lettura

Nell’antica Grecia, il termine con il quale si indicava la piazza principale della polis, era “agorà“, che letteralmente significa raduno. Un luogo vivo, quello a cui fa riferimento questo termine, che vede il suo dinamismo legato ad una cittadinanza attiva e partecipe. Era il 20 febbraio 2010 quando in Piazza Matteotti, arrivava la prima vineria/libreria della città di Giugliano. Sin da subito, il locale inizia ad essere centro d’aggregazione culturale con eventi rivolti al sociale e alle tematiche del territorio, dando spazio settimanalmente ai giovani artisti e autori emergenti.

informareonline-agorà-1-(2)

AgorÀ negli anni

Negli anni, centinaia gli eventi organizzati e promossi, dall’AgorÀ Jazz Festival all’ormai noto aperitivo natalizio, passando per presentazioni, degustazioni, dibattiti e mostre d’arte. Dopo 10 anni, AgorÀ è ancora più che mai fulcro della movida giuglianese e non solo, ritrovo pulito e tranquillo di una città che oggi, come allora, vuole continuare a cambiare e migliorare.

La rassegna di eventi

informareonline-agorà-4-(2)Quattro sono i giorni dedicati ai festeggiamenti del decennale. Si parte giovedì 20 febbraio con il live di Daniele Sepe (conosciuto dai più come Capitan Capitone), eclettico e famoso sassofonista napoletano. Venerdì 21, invece, la serata sarà dedicata alla storia del territorio con Pio Iannone e Gianfranco Russo che, con Archivio Area Giuglianese presenteranno “Giugliano dal 1500 ad oggi, da Piazza Mercato ad Agorà”, a cui seguirà il live dei “CALIMMA” di Lello CardoneSabato 21 la storica vineria giuglianese sarà movimentata con Giusi Barone e con i dj set con tutti i dj che si sono alternati alla consolle di AgorÀ in questi 10 anni. Nel giorno di chiusura di domenica 22, Piazza Matteotti sarà lo scenario del tango di Valentina Romano e Mariano Palazón e del flamenco del trio Pasquale Ruocco, accompagnati dalla degustazione con Pastai Cacciapuoti.

informareonline-agorà-1-(1)

L’agorà della polis di Giugliano

Si è ritornati, con questo progetto, a concepire nuovamente la piazza come spazio pubblico, informareonline-agorà-6-(2)in cui la cittadinanza è invogliata ed invitata a partecipare. È presto giustificato, dunque, il nome “Agorà” a cui si sono ispirati coloro che, con questo locale, hanno deciso credere e di investire nel proprio territorio, scommessa ambiziosa che oggi vede sempre meno giocatori (o, per meglio dire, sognatori). Una scommessa però, che nel caso di AgorÀ non è stata vinta solo da chi in questo progetto ci ha creduto dall’inizio, ma anche e soprattutto da tutta la cittadinanza giuglianese che oggi può veramente dire di avere un’AgorÀ nella propria polis.

di Carmelina D’aniello

Condividi questo Articolo
Lascia un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *