Secondo quanto appreso dall’Adnkronos, il governo in queste ore starebbe lavorando sui ristori da erogare in parallelo alla pubblicazione del nuovo Dpcm, previsto in tarda serata. Le risorse verrebbero reperite tra i saldi della Nadef (1 miliardo di euro) e altri avanzi di bilancio 2020, con un balzo in avanti della dotazione finale rispetto al miliardo iniziale. Al momento non sembrerebbe previsto uno scostamento di bilancio.

Si sta lavorando per strutturare un sistema di aiuti che possa rispondere in modo dinamico alle esigenze del territorio, adattandosi alle restrizioni previste nelle 3 diverse fasce di rischio nelle quali verrà suddivisa la nazione. Scongiurato il lockdown nazionale, si andrà verso chiusure localizzate che necessiteranno inevitabilmente di aiuti specifici e di un sistema di erogazioni che possa seguire passo per passo l’andamento del Paese e di conseguenza le modifiche che subiranno le 3 fasce.

Le “probabili” 3 fasce di rischio

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

di Simone Cerciello

Print Friendly, PDF & Email