Covid-19: scatta il secondo lockdown per Francia e Germania

Informareonline-Lockdown

Da oggi chiusi bar, ristoranti e negozi non essenziali in tutta la Francia. In Germania Angela Merkel annuncia l’inizio di un “lockdown light” a partire dal 2 Novembre

Non si ferma l’aumento dei contagi da Covid-19 in Europa, e i governi di Francia e Germania corrono ai ripari. Nella serata di mercoledì, il presidente Emmanuel Macron ha annunciato in diretta televisiva l’inizio di un secondo lockdown totale in tutto il territorio francese, entrato in vigore oggi e che durerà almeno fino ai primi di dicembre, secondo quanto riferito dallo stesso Capo di Stato francese.

Nella stessa giornata, in Germania, Angela Merkel ha dichiarato che le misure attuate fino ad ora non sono bastate per arrestare la crescita dei contagi. La Cancelliera ha così confermato per il suo paese, a partire da lunedì 2 novembre, un ‘lockdown light’ che, a differenza di quello francese, prevedrà delle restrizioni più “leggere”.

In Francia gli spostamenti saranno consentiti solo per motivi di urgenza e necessità e dovranno essere attestati da una certificazione. I cittadini potranno lasciare la propria abitazione solo per recarsi a lavoro, per andare dal medico o in farmacia e per motivi familiari. Non sarà permesso nemmeno lo spostamento per raggiungere le seconde case.

Informareonline-MacronA differenza del primo lockdown della primavera scorsa, Macron ha deciso di lasciare le scuole aperte, dalle materne ai licei. Sarà prevista un’attestazione che le scuole dovranno rilasciare ai genitori degli alunni, valida per gli spostamenti da casa ai vari istituti e viceversa. Tuttavia, il governo francese ha consigliato di usufruire della didattica a distanza. “La prossima settimana, le scuole e gli istituti si organizzeranno per limitare al massimo il contatto tra gli studenti. La ricreazione verrà organizzata in gruppi assicurando il distanziamento di almeno 1 metro tra uno studente e l’altro”, ha spiegato il ministro dell’istruzione.

La maggior parte dei locali pubblici resteranno chiusi, tra cui bar e ristoranti, che però potranno effettuare consegne a domicilio. Rimarranno chiusi anche cinema, parchi di divertimento, palazzetti dello sport, sale conferenza e saranno vietate anche le fiere e i mercati. Gli unici esercizi commerciali autorizzati a svolgere la propria attività saranno le farmacie e i negozi di beni primari ed essenziali.

L’attività fisica e motoria sarà consentita solo nel raggio di 1 chilometro dalla propria abitazione, così come sarà concesso passeggiare con gli animali da compagnia. “Per le attività fisiche saranno autorizzate solo attività individuali e all’aperto come il jogging. A differenza della primavera, parchi, giardini, boschi e spiagge rimarranno aperti”, ha sottolineato il primo ministro francese Jean Castex.

Chi non rispetterà le nuove restrizioni sarà punito con una multa di 135 euro.

In Germania, per contrastare la diffusione del Covid-19, chiuderanno per un mese cinema, teatri, palestre e altri luoghi di aggregazione sociale. Da lunedì 2 novembre, anche bar e ristoranti dovranno abbassare le saracinesche, ma continueranno a lavorare solo per il servizio d’asporto. Aperti, invece, tutti gli altri negozi, che dovranno rispettare nuove misure di distanziamento: un cliente ogni 10 metri quadrati. Così come in Francia, anche in Germania le scuole resteranno aperte.

Informareonline_merkelGli alberghi potranno ospitare soltanto persone in viaggio per lavoro o affari, mentre il governo sconsiglia fortemente ogni spostamento non urgente. I contatti privati saranno limitati a 10 persone, e saranno intensificati i controlli.

“Il nostro sistema sanitario oggi può ancora reggere con questa sfida ma a questo ritmo di nuove infezioni raggiungeremo i limiti delle nostre capacità in poche settimane”, queste le parole di Angela Merkel di fronte ai media tedeschi dopo i provvedimenti annunciati.

di Donato Di Stasio

Print Friendly, PDF & Email