Il Ministro dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare, Sergio Costa, in merito alla situazione degli orsi in Trentino si è espresso così in un post Facebook:
Laddove non sta arrivando il buon senso, ci stanno pensando le carte dei giudici. Il Tar ha ribadito che l’orsa Gaia (JJ4) può rimanere libera. Qualche giorno fa, dopo l’apertura di un’inchiesta da parte della Procura della Repubblica di Trento, il Presidente della provincia ha ritirato l’ordinanza per nuove catture. Finalmente qualcosa di concreto si sta muovendo a favore degli orsi trentini, e ne sono molto felice.
Quando ho inviato i Carabinieri del Cites al Casteller speravo proprio in questa serie di risultati positivi concantenati. Ma non mi basta. Vogliamo che Papillon e gli altri due orsi detenuti siano liberi. Il mio è un appello al Presidente della provincia, visto che basterebbe un tratto di penna: che gli orsi siano comodamente radiocollarati, per monitorarli, portati in montagna e controllati, in modo che non arrechino danni agli agricoltori e non siano un pericolo per le cittadine e i cittadini. Stanno per andare in letargo, hanno bisogno di dormire in Natura, nel loro habitat, dove non potranno fare del male a nessuno. Dai, Presidente, la Natura te ne sarà grata.
Print Friendly, PDF & Email