Coronavirus, salgono nuovamente le vittime: 417

50
informareonline-coronavirus-pandemia
Pubblicità
Coronavirus in Italia, il bollettino di oggi, 29 marzo

Sono 12.916 i nuovi casi di coronavirus registrati oggi in Italia con 417 morti, contro le 297 vittime registrate ieri. I tamponi effettuati sono stati 156.691 con un indice di positività dell’8,2% (ieri era stato del 7,2%).

Rispetto a ieri le terapie intensive occupate in Italia da pazienti con coronavirus passano da 3.679 A 3.721: +42. Ieri le terapie intensive erano aumentate di 44 unità.
In Emilia Romagna il maggior numero di nuovi casi

Pubblicità

La regione con più casi giornalieri è l‘Emilia Romagna (+2.011), seguita da Lombardia (+1.793), Piemonte (+1.504), Lazio (+1.403), Campania (+1.169) e Toscana (+1.021). I contagi totali da febbraio 2020 salgono a 3.544.957.
I guariti sono 19.725 (ieri 17.950), per un totale di 2.870.614. Torna a calare, quindi, il numero delle persone attualmente positive: sono 7.242 in meno (ieri +1.357), 565.993 in tutto. Di questi, sono in isolamento domiciliare 533.109 pazienti.
Sempre più grave il bilancio dei medici morti

Si aggrava il bilancio delle vittime della pandemia tra i medici italiani. Tolmino Rossi, medico di famiglia, 69 anni, consigliere dell’Ordine dei medici di Fermo, è l’ultimo camice bianco ricordato dalla Fnomceo (Federazione nazionale Ordini dei medici chirurghi e odontoiatri), nell’elenco caduti pubblicato sul suo sito.

Controlli e sanzioni

Nella settimana che va dal 22 al 28 marzo sono stati svolti dalle forze di polizia 818.954 controlli per il contenimento della diffusione del Covid-19.
CAMPANIA

La curva del contagio resta stabile in Campania. Oggi è all’11,68% rispetto al precedente 11,42. Cala il numero assoluto di positivi – 1.169 a fronte dei 2095 di ieri -, ma si registra anche un consistente calo di tamponi effettuati, 10.007 rispetto ai precedenti 18.345. Aumenta l’occupazione delle terapie intensive, sono 169 le persone che vi si trovano ricoverate rispetto alle precedenti 165, ed anche i posti letto di degenza occupati (si passa da 1592 a 1601). 459 i sintomatici tra i positivi rispetto ai 710 asintomatici. I guariti sono 2.224. Ancora molto elevato il numero di vittime. Altre 54 per un totale di 5.261.

Print Friendly, PDF & Email
Pubblicità