San Cipriano d’Aversa:
5 band emergenti si sfidano sul bene confiscato.

SAN CIPRIANO D’AVERSA – La seconda edizione del concorso WiP Award, il contest musicale per band emergenti organizzati dall’associazione culturale “Work in Progress” di San Cipriano d’Aversa con il supporto di Giuseppe Fontanella (24 Grana) e dell’etichetta discografica Octopus Records, è quasi giunta al termine.

informareonline-concorso-wip-award-2

informareonline-concorso-wip-award-3

Dopo un mese di sfide tra i musicisti partecipanti, abbiamo i nomi dei cinque finalisti: Lipardo e i sostenitori del cantautorato, Ro Mance, Tidal Waves, Terra Nera e Gabriele Mancino. L’ultima sfida si terrà sabato 8 giugno presso il bene liberato in via Luigi Caterino, vico II, San Cipriano d’Aversa (CE) alle 21:00. Per l’occasione sarà organizzato tutto all’aperto, l’ingresso sarà gratuito e grandi ospiti saranno presenti durante la serata.

Sul palco il finalista e il vincitore della scorsa edizione:
Ivo Mancino ed Emanuele Panza

Sul palco dell’associazione non saliranno solo i finalisti, infatti si esibiranno anche due vecchie conoscenze del WiP Award: il finalista della scorsa edizione Ivo Mancino, che presenterà il suo EP “Monologhi” e il vincitore della scorsa edizione Emanuele Panza, che suonerà alcuni pezzi tratti dal suo primo album in uscita prossimamente.

Accanto a loro ci saranno inoltre due importanti band della scena campana, entrambe prodotti dell’etichetta discografica Octopus Records: Baia 90, band del napoletano che nel 2018 ha pubblicato il suo primo EP “BrevEP” e Fabrica, band del casertano, con alle spalle già due album, tour italiani e opening acts per band come Linea77, Ex-Otago e Thegiornalisti.

Concorso Wip Award: la giuria

La giuria di esperti durante la finale conterà di nomi importanti quali: Paolo D’Addio e Antonello Rianna di Radio Shamal; Gaia Mannini progettista e artist management specialist presso Giorgio Buttazzo e Bermuda Acoustic Trio; Jonathan Maurano, batterista degli EPO e Giandomenico Piccolo, autore presso Scè e RockIt, head di Impronte sonore. Il vincitore sarà decretato tramite votazione del pubblico e della giuria.

Il primo classificato del concorso

Per il primo classificato sono previste la registrazione e incisione di un brano multitraccia su vinile 7’’ presso lo studio di registrazione collegato all’etichetta discografica “Octopus Records” e l’apertura della quinta edizione di Bocconi di Storia a settembre 2019. Inoltre, a due dei finalisti verrà offerta la possibilità di partecipare al Sofar Sounds Napoli.

Print Friendly, PDF & Email