Conca torna ad Aversa

Il lavoro di restauro riporta le opere aversane del Conca allo splendore originario

87

Dopo un lungo periodo di restauro presso il laboratorio del Palazzo Reale di Caserta, le opere del Conca, tornano alla loro sede originale. Si tratta di 4 pale d’altare realizzate nel 1761 per la Basilica di San Lorenzo fuori le mura di Aversa.

In occasione della restituzione delle opere, venerdì 22 marzo alle ore 11, nella Basilica si terrà la presentazione dei dipinti. L’evento è organizzato dalla Diocesi di Aversa e curato dal responsabile diocesano per i beni culturali – nonché parroco della Basilica di San Lorenzo – mons. Ernesto Rascato, e presieduto dal Soprintendente, arch. Salvatore Buonomo e dal Vescovo di Aversa, mons. Angelo Spinillo.

Nella stessa circostanza verranno poi presentati gli esiti del restauro di altre 5 tele eseguite dal Conca per Aversa. Si tratta de la Pentecoste, l’Immacolata ConcezioneSan Francesco che riceve le stimmate, Santa Chiara e le clarisse, Santa Margherita da Cortona, oggi conservate nella chiesa parrocchiale di San Michele Arcangelo alla Ferrovia.

Anche per queste opere, è stata l’alta sorveglianza della Soprintendenza di Caserta e Benevento a provvedere al restauro .

A rendere l’evento ancor più interessante saranno gli interventi di Paola Coniglio, funzionario storico dell’arte della Soprintendenza di Caserta e Benevento, che approfondirà i due cicli pittorici aversani nell’ambito della lunga carriera del Conca. A suo sostegno, i restauratori Decio Carelli (Sabap Caserta e Benevento) e Simona Anastasio (Ocra Restauri) che illustreranno gli interventi di restauro effettuati sui dipinti.

La restituzione delle opere alla Basilica di San Lorenzo segna un decisivo passo, verso la riappropriazione, da parte delle comunità, dei valori identitari esemplarmente rappresentati dal patrimonio storico-artistico.

Print Friendly, PDF & Email