“Buon compleanno Marek”: l’omaggio di Castel Volturno al capitano in risposta agli striscioni bianconeri

2_Marek-Hamsik-Compleanno-30-anni-Informareonline

30 anni, di cui 10 in azzurro. Marek Hamsik spegne ancora le candeline da capitano del Napoli. Un esempio nel calcio, un modello nella vita. Un ragazzo nato sulle rive del fiume Hron in Slovacchia alla fine degli anni ’80 e, a distanza di tre decenni, è il simbolo di una squadra che deciso di sposare, convivendo con l’azzurro per sempre.

Hamsik, sin dal primo giorno col Napoli, ha deciso di vivere a Castel Volturno, e più precisamente in quel di Pinetamare, un territorio che lo ha sempre onorato e a cui ha dedicato anche sue risorse per la finalizzazione di diversi progetti attuati nel corso del tempo. In occasione del suo trentesimo compleanno, l’Associazione I Love Pinetamare, di cui Hamsik ne è parte, gli ha dedicato un cartellone pubblicitario nel centro storico della città, a Piazza Annunziata, la sede del Comune di Castel Volturno, nello stesso spazio dove fu affisso uno striscione in bianco e nero per omaggiare la vittoria del sesto scudetto consecutivo della Juventus. Quella fu considerata una provocazione di alcuni tifosi della Vecchia Signora che suscitò, lo scorso maggio, non poche polemiche che coinvolsero anche il sindaco Dimitri Russo, dichiaratamente juventino.

Questo per Hamsik è innanzitutto un omaggio prima di una risposta a quella provocazione. E la redazione di Informare non può che unirsi a questo augurio: BUON COMPLEANNO MAREK!

1_Marek-Hamsik-Compleanno-30-anni-Informareonline
Foto estratta dal gruppo Facebook “Associazione I Love Pinetamare”

 

Maggio 2017 – Lo striscione bianconero dei tifosi juventini

 

About Fabio Corsaro

Ho 22 anni e da quasi 3 primavere sono giornalista pubblicista. Dirigo la splendida redazione di Informare, di cui faccio parte dai miei teneri 16 anni. Sono laureato presso l’Università di Salerno in Scienze della Comunicazione e, in virtù della specialistica, mi appresto a fare esperienze internazionali (non ricordatelo a mia mamma). Per il resto avanti con un detto che non muore mai… Per aspera ad astra!