informareonline-comeback-di-valentino-a-roma-per-lhaute-couture
Pubblicità

Maison Valentino torna a sfilare nella capitale per celebrare il luogo simbolo delle sue origini. In occasione dell’Haute Couture Fall Winter 2022/23, venerdì 8 luglio verrà presentata a Roma la collezione d’alta moda. Preceduto da un ricevimento alle Terme di Caracalla, lo show è l’occasione per supportare la città. Infatti la casa di moda romana finanzierà il restauro dei mosaici delle antoniniane e donerà due nuove palme a Piazza di Spagna.

Palazzo Mignanelli, invece, apre al pubblico per dar modo a tutti di scoprire ciò che si cela dietro gli abiti. Gli archivi storici del palazzo daranno l’opportunità di scoprire tesori delle passate collezioni nonché il lavoro dietro abiti ed accessori. Un vero e proprio dialogo attuato dal direttore creativo Piccioli ed il fondatore Valentino, 90 anni compiuti a maggio.

Pubblicità

C’è grande attesa per il rilascio della collezione con ambientazione a Roma. Il direttore creativo si è espresso tramite social affermando: «Roma è il luogo dove tutto ha inizio. La vita, le persone, le nostre storie e identità sono qui. Apparteniamo a questo luogo come questo luogo appartiene al mondo e a Valentino».

Riguardo a Piazza di Spagna invece dice: «È la naturale estensione dell’Atelier, il palcoscenico delle nostre storie, un ambiente vitale che prende e restituisce tutte le nostre energie e i nostri sogni. Questo è l’inizio, siamo noi».

Condivide l’entusiasmo il sindaco di Roma Roberto Gualtieri, contento per la collaborazione con la casa di moda e per la volontà di conservazione degli spazi romani. Con sfondo piazza Mignanelli e Trinità dei Monti la scelta della capitale non è casuale e giunge dopo la tappa parigina all’atelier di Place Vendome. L’anno scorso Piccioli aveva scelto di portare l’alta moda a Gaggiandre dell’Arsenale che ospitava la Biennale di Venezia. Questa volta invece ha voluto un ritorno alle origini, un tributo alla città romana, alla sua essenza, alla libertà e al suo essere culla di culture. L’attesa è al culmine, non tutte le passerelle portano a Roma ma quella di Valentino sì.

Pubblicità