Come invecchiano i muscoli, cosa si può fare?

430
informareonline-invecchiamento-muscolare

La “sarcopenia”, ovvero la perdita di massa muscolare, è un fenomeno fisiologico che esordisce già dopo i 40-50 anni, rallentabile con l’adozione di corrette misure preventive, come dimostrano diversi studi internazionali, ma non arrestabile.

La perdita di massa muscolare è la causa che innesca nell’anziano una progressiva fragilità, contribuendo ad aumentare il rischio di cadute e di fratture correlate. Se questa degenerazione raggiunge una soglia patologica, compromette l’autonomia di movimento e rende instabile l’equilibrio, portando così all’incapacità di svolgere le più normali attività quotidiane.
Al momento, non sono disponibili agenti farmacologici contro la sarcopenia.

informareonline-sarcopenia
Tuttavia, diversi approcci nutrizionali, ormonali e interventistici sono in fase di test. L’approccio migliore per mitigare la sarcopenia attualmente è l’esercizio, in quanto l’attività fisica aumenta la sintesi proteica muscolare e ne riduce il catabolismo.
Nonostante la sarcopenia non possa essere arrestata dall’attività fisica, l’inattività aumenta il catabolismo proteico, riduce la capacità di reclutamento muscolare e facilita i fenomeni di denervazione, conducendo i soggetti a un più rapido declino delle abilità motorie.

Anche il livello degli ormoni anabolici decresce con l’età; nelle donne l’abbassamento della concentrazione estrogenica, dovuto alla menopausa, è un fattore che aumenta la perdita di massa muscolare che può essere molto limitata o addirittura eliminata dalla terapia ormonale sostitutiva.

L’alimentazione negli anziani è spesso squilibrata e monotona, e incide sull’evoluzione della sarcopenia. Per tale motivo essa deve essere curata mantenendo un adeguato stato nutrizionale e favorendo l’introduzione di nutrienti come proteine, soprattutto proteine ricche di amminoacidi essenziali, calcio, vitamina D e B12.
Dell’attività fisica e un’alimentazione adeguata, con un bilanciato apporto proteico, rappresentano le basi per il trattamento di questo fenomeno.

Diversi studi hanno dimostrato un netto guadagno di forza muscolare nei soggetti che abbinavano una supplementazione alimentare ad un’attività fisica aerobica regolare.
Si previene innanzitutto adottando, fin dalla giovane età, un regime alimentare completo e bilanciato e attraverso la pratica regolare di un’attività fisica, in quanto, come per l’osso, più si raggiunge un picco di massa muscolare elevato, fino a 35-40 anni di età, maggiore è la probabilità di contrastarne la perdita, poiché si parte da un livello di massa più elevato.
Invecchiare è naturale, ma invecchiare bene richiede un pizzico di impegno e uno stile di vita sano per contrastare in modo efficace il decadimento fisico dell’invecchiamento.

di Antonio Giordano

 Direttore del S.H.R.O. di Philadelphia

 

TRATTO DA MAGAZINE INFORMARE N°197
SETTEMBRE 2019

Print Friendly, PDF & Email