Clinomania: la voglia di non alzarsi dal letto

informareonline-clinomania
Quante volte capita di non volersi alzare da letto al mattino per affrontare la giornata?

La clinomania, chiamata anche disania, può essere considerata una patologia e porta l’essere umano a restare a letto tutta la giornata. Di questo disturbo, sembra che ne sia afflitto circa il 70% delle persone che, nella loro vita, manifestano questo fenomeno soprattutto in giornate particolati dominate dallo stress. Il termine, deriva dal greco “KLINE”, che significa “letto”, ed è il forte desiderio, spesso incontrollabile, di rimanere sdraiati a letto.

Da diversi studi si apprende che questa sindrome colpisce in particolare persone più deboli dal punto di vista della personalità, persone ansiose, le quali per rimanere al sicuro dal mondo, si rifugiano restandosene sdraiati a letto, e può colpire tutte le persone che attraversano momenti di stress o ansia, seppur per brevi periodi.

Rispettarsi e voler bene a noi stessi

Si ritiene da studi di diversi esperti che le possibili cause che possono essere svariate, anche se le principali vengono indicate nelle paure di ogni genere; quelle delle relazioni sociali, la bassa autostima, le paure di non riuscire a raggiungere un obiettivo prefissato oppure il timore di affrontare determinate situazioni della vita.

Come riportato anche sul sito Guida Psicologi, chi soffre di questo disturbo potrebbe, nel tempo, riportare conseguenze psico-fisiche negative. Viene infatti detto che, ad esempio, la mancata esposizione alla luce solare, che regola il ritmo cardiaco del sonno, l’illuminazione artificiale e l’utilizzo esclusivo di apparecchi elettronici, sono cause del disturbo del sonno nonché ciò che da origine a sintomi di ansia.

Avendo detto che questo disturbo sia soprattutto legato al riposo, alcune cose che vengono consigliate, sono sicuramente:

  • regolare la qualità e la quantità di sonno, dalle 6 alle 9 ore;
  • rilassarsi prima di coricarsi, aiutandosi con tisane e un bagno caldo;
  • evitare, prima di coricarsi, di utilizzare internet;
  • una sana vita sessuale;
  • una sana alimentazione.

Viene spontanea una considerazione: guardiamo quanto è bella la vita. Personalmente penso che nonostante le giornate NO ed i momenti in cui pensiamo che il mondo ci stia crollando addosso, abbiamo l’obbligo di rispettare noi stessi e quello che siamo, senza aver mai il timore di dimostrare la nostra determinazione e l’amore, abbracciando la vita ogni mattina che ci alziamo e ogni sera che ci corichiamo, ringraziando sempre chi ce l’ha donata.

di Luigi Di Mauro

Print Friendly, PDF & Email