Clinica Pineta Grande: indagate 48 persone

informareonline-clinica-pinetagrande-indagate-48persone (2)
Da sx: Vincenzo Schiavone, Carmine Noviello e Dimitri Russo
Il 18 Settembre 2019 avveniva il sequestro dei lavori di ampliamento della clinica Pineta Grande di Castel Volturno: è lì che ha avuto inizio l’indagine della procura di Santa Maria Capua Vetere che si è conclusa in prima battuta il 23 Gennaio con gli arresti domiciliari di Vincenzo Schiavone, amministratore di fatto della struttura ospedaliera.
Stefano Graziano, Presidente commissione sanità Regione Campania e Vincenzo De Luca, Presidente della Regione

Le indagini preliminari sono giunte oggi a conclusione definitiva: i provvedimenti sono in corso di notifica e sono rivolti a 48 persone, tra cui l’ex sindaco di Castel Volturno Dimitri Russo. Si tratta di imprenditori, tecnici di parte, pubblici funzionari della Regione, dell’Asl e del Comune di Castel Volturno. Le accuse sono diverse e pesanti: falso, corruzione, indebita induzione, abuso d’ufficio, violazione del segreto d’ufficio.

Dimitri Russo, ex sindaco di Castel Volturno e Vincenzo Schiavone, amministratore Clinica Pineta Grande

Dimitri Russo in particolare, risulta indagato così come la sua giunta ed i consiglio comunale per tre delibere approvate: si tratta delle delibere n. 30 del 2014, n. 12 del 2015 e n.3 del 2016, che hanno portato all’autorizzazione dei lavori di ampliamento della clinica.
Dalle ricostruzioni sarebbero avvenute inoltre otto assunzioni illegittime in clinica, persone legate da vincoli di parentela con impiegati del comune di Castel Volturno, che hanno poi votato le delibere in questione.

Alleghiamo di seguito il Documento ufficiale della Procura di S.M. Capua Vetere:

Print Friendly, PDF & Email