informareonline-Monet
Pubblicità
Le opere d’arte sono così affascinanti perché permettono a chi le osserva di interpretarle in moltissimi modi, dando loro le più svariate sfumature, significati e, perché no, immergendosi con la mente all’interno di esse.
Tutto ciò attraverso la fervida immaginazione dei più appassionati e fantasiosi. Tutto questo adesso si può sperimentare, non più con la propria immaginazione, bensì sulla propria pelle, vivendo  una vera e propria “Immersive experience” nel mondo dell’arte.

Stiamo parlando della mostra a Napoli “Claude Monet: The Immersive Experience”, nella seicentesca Chiesa di San Potito. Un grande evento internazionale che dopo i numerosi successi a Barcellona, Bruxelles, Milano e Torino, a partire dal 20 maggio 2021, è approdato anche nella nostra Napoli.

La mostra è suddivisa in varie sale e, grazie a metodi moderni, permette ai visitatori di fondersi completamente con i  quadri, i colori e addirittura la voce e le parole del pittore impressionista Monet. Anche il luogo è di grande importanza poiché grazie alle tecniche  di mappatura digitale esalta i colori e i giochi di luce, rendendo l’esperienza unica nel suo genere.

Pubblicità

Appena entrati nella prima sala si può osservare  una delle opere più significative dell’artista “Le ninfee”,  in una delle sue versioni più colorate, proiettata a 360 gradi sulle pareti e sul soffitto della sala. La splendida opera è  accompagnata da fasci di fiori che rendono il tutto molto suggestivo e realistico.

Continuando il percorso, si arriva in quella che forse è il momento più coinvolgente della mostra. Proprio nel cuore della chiesa di San Potito avviene una full immersion nella vita del pittore e in tutta la sua carriera artistica.

Accomodandosi su una sedia, il visitatore è circondato da un’enorme proiezione, a 360 gradi, che comprende le opere in ordine cronologico, accompagnate da magnifici effetti speciali come frasi e citazioni del pittore pronunciate a gran voce. Ciò che più affascina e coinvolge è sicuramente la meraviglia con cui le opere prendono vita, si muovono e si fondono completamente con chi le ammira.

“Mi c’è voluto un po’ di tempo per capire le mie ninfe… Le coltivavo ma non pensavo di dipingerle… Una scena non ti prende  in un giorno… ma improvvisamente, ho avuto la rivelazione e si è avverato l’incantesimo. Ho preso la mia tavolozza e da allora, ho dipinto solo ninfe.” -Claude Monet
Ecco una delle frasi inedite proiettate sulle pareti della chiesa. Citazioni dell’artista che permettono ai più curiosi di comprendere a pieno non solo l’arte, ma anche il pensiero dell’artista impressionista, che dietro alle sue opere nascondeva profondi significati e differenti interpretazioni.
Proprio La serie delle Ninfee è un ciclo di circa 250 dipinti; trovarsi di fronte a una sola di queste opere è come osservare un solo tassello di una ricerca durata 30 anni, con uno scopo ben preciso. È proprio per questo che la immersive experince consente di osservare il mosaico, più o meno completo, regalando ai visitatori un viaggio intero nell’universo artistico di Monet.
Una volta completata la visita nella sala principale la mostra prosegue con un corridoio in cui sono esposti alcuni dei dipinti dell’artista. I veri appassionati di arte sicuramente potranno apprezzare le opere da vicino e cogliere al meglio le tecniche e i colori, caratteristici della corrente artistica.
Infine, l’ultima sala conclusiva è una piccola stanza in cui, pagando 2 euro il ticket, è possibile entrare completamente nella vita dell’artista. I più curiosi che scelgono di provare questa esperienza sicuramente resteranno senza fiato.
Indossando gli occhiali specifici per la realtà virtuale improvvisamente ci si catapulta in un percorso all’interno delle opere più suggestive del pittore, come Impression solent levant, La gazza, Ill parlamento di Londra, La casa dell’artista ad Argenteuil, La stazione di Saint Lazare  e tante altre.
Per concludere, la mostra è sicuramente alla portata di tutti, persino chi non ha mai sentito parlare dell’artista resterà colpito e impressionato dagli scenari suggestivi e coinvolgenti proiettati e in cui ci si può immergere completamente, restandone stupiti.

di Benedetta Calise

 

Print Friendly, PDF & Email
Pubblicità