“Città di Airola”, ecco i nomi dei giurati del Concorso Internazionale

Petralia, Nicolosi ed Egorova per il premio pianistico “Moscato”, Condorelli per Jazz, Campagnoli per Musica Leggera, Tornari per l’Arpa. Il sindaco Napoletano: “Un orgoglio di tutta la comunità”

L’ottava edizione del Concorso Internazionale di Esecuzione Musicale “Città di Airola”, ideato, fondato e diretto dal M° Anna Izzo e organizzato dall’Accademia Musicale Mille e una Nota, in programma presso il Teatro Comunale di Airola (Benevento) dal 21 al 29 maggio 2016, si avvarrà delle competenze di prestigiosi Maestri di fama internazionale per la valutazione dei giovani talenti provenienti da tutta Italia e dall’estero.

I bandi per concorrere alle borse di studio (pari a oltre 10mila euro) in palio per le varie sezioni (Solisti, Juniores, Formazione da Camera e Quattro Mani, Scuole Medie ad Indirizzo Musicale, Musica Leggera e Jazz, Canto Lirico) e per il Premio di Interpretazione Pianistica “Francesco Moscato” sono disponibili sul sito web della manifestazione http://cittadiairola.wordpress.com (termine ultimo: 10 maggio).  

PREMIO MOSCATO. Il Premio di Interpretazione Pianistica “Francesco Moscato”, intitolato alla memoria del musicista caudino, vanta per il 2016 una Commissione di assoluta eccellenza può vantare nomi di assoluta eccellenza: sarà infatti presieduta dal M° Daniele Petralia, concertista, docente titolare di Pianoforte Principale presso l’Istituto “V. Bellini” di Catania, insignito di diversi primi premi in Festival e Concorsi nazionali e internazionali e collaboratore come solista con prestigiose orchestre. A coadiuvare il musicista siciliano il M° Francesco Nicolosi, , direttore artistico del Teatro Massimo Bellini di Catania, concertista internazionale, pluripremiato in diversi Concorsi in tutte e cinque i continenti. La giuria è infine completata da Violetta Egorova, pianista russa di fama internazionale, docente presso l’Accademia Pianistica Siciliana, vincitrice di numerosi concorsi internazionali, esibitasi nei teatri di vari Paesi e ospite regolare di molte orchestre di fama mondiale.    

MUSICA JAZZ E LEGGERA. A presiedere la Commissione giudicante della sezione Musica Jazz è stato confermato Pietro Condorelli, , da oltre trent’anni attivo come concertista e tra i nomi di massimo livello del chitarrismo italiano nel panorama internazionale.  Un nome di prestigio presiederà anche la Giuria della sezione Musica Leggera: si tratta di Enzo Campagnoli. Percussionista, oboista, arrangiatore e direttore d’orchestra, Campagnoli vanta numerose collaborazioni con orchestre, compagnie teatrali, artisti (tra cui  Riccardo Cocciante, Amedeo Minghi, Eugenio Bennato, Nino D’Angelo e Roberto De Simone. Vastissima la sua esperienza in tv, dove, lavorando al fianco di professionisti come il M° Peppe Vessicchio, ha partecipato a decine di show, fino alle recenti presenze, in qualità di insegnante di canto, ad Amici di Maria de Filippi (dal 2013) e alla direzione d’orchestra al Festival di Sanremo (2016) per i brani di Clementino e Dolcenera. Della giuria di Musica Leggera faranno parte Luigi Pignalosa, autore per Mina e compositore, e Luigi Riccio, chitarrista e docente.

MASTER. Enzo Campagnoli, inoltre, terrà uno stage di Canto e Casting sabato 21 maggio presso il Teatro Comunale. La masterclass sarà garantita a un numero limitato di iscritti: per ulteriori informazioni è possibile rivolgersi alla Segreteria del Concorso (0823714747, 3274464326, 3386521349, annaizzo.concorsocittadiairola@gmail.com).

ARPA. Le arpiste in concorso si avvarranno del giudizio di Tiziana Tornari, formatasi in Italia e Germania, concertista in importanti sale di tutto il mondo, che vanta collaborazioni frequenti con  Teatri e Orchestre Sinfoniche italiane,dove è stata diretta da direttori d’orchestra di fama internazionale. Docente di Arpa presso il Conservatorio “N.Piccinni” di Bari, Tornari ha vinto diversi concorsi fra cui il Concorso Internazionale Premio Ispra e il “Gian Battista Pergolesi” di Napoli.

SPONSOR. Il Concorso “Città di Airola”, che si avvale della collaborazione del Comune di Airola, è finanziato dall’apporto economico di aziende e istituzioni del territorio, come Campania srl, Fondazione Angelo Affinita Onlus e Laer. Nonostante l’impatto della crisi sull’economia campana, il Concorso ha mantenuto costante, nel corso degli anni, il budget per le borse di studio e i premi. Il M°Anna Izzo fa appello alla sensibilità delle imprese sannite e campane per far fronte alla riduzione di contributi verificatasi per l’ottava edizione: “Il Concorso negli ultimi anni ha acquisito un profilo internazionale e portato ad Airola oltre 10mila spettatori e migliaia di giovani e giovanissimi musicisti, provenienti da tutta Italia e da nazioni come Spagna, Francia, Russia, Ucraina, Azerbajian, ma anche Cina, Stati Uniti, Corea del Sud e Giappone. Per mantenere questo livello, abbiamo bisogno di un adeguato sostegno finanziario, che ci auguriamo le attività della Valle Caudina e del Sannio non faranno mancare, consapevoli del valore, anche turistico, di questa manifestazione“. “Da parte nostra, assicuriamo il massimo impegno affinché il Concorso si confermi un evento di elevata qualità riconosciuto per la sua serietà e professionalità“, conclude il direttore artistico del “Città di Airola”.

NAPOLETANO. “L’Amministrazione Comunale sostiene l’eccezionale lavoro svolto da Anna Izzo e dal Mille e una nota negli ultimi 8 anni“, conferma il sindaco di Airola, Michele Napoletano. “Abbiamo investito in questo progetto e continuerermo a farlo in futuro, perché crediamo molto nella capacità della musica di creare occasioni di crescita civile e culturale. Inoltre, con l’internazionalizzazione, il Concorso è divenuto una vetrina turistica per Airola, che ha accolto con grande generosità, nelle case di decine di famiglie, i giovani e giovanissimi musicisti provenienti da molte nazioni europee ma anche da Stati Uniti, Corea, Giappone, Norvegia e Cina“, prosegue il primo cittadino caudino. “Per noi, dunque, il Città di Airola è un orgoglio dell’intera comunità, che proietta il nostro territorio su palcoscenici nazionali e internazionali, spingendoci a migliorare costantemente la nostra immagine“, conclude Napoletano.

About fulvio mele

Fulvio Mele: Ventenne Giornalista Pubblicista da Marzo 2016 e Vicedirettore di Informare da Giugno dello stesso anno.
Diplomatosi al Liceo Scientifico R. Caccioppoli di Napoli.
Laureando in Sociologia (scienze sociali) presso la Facoltà della Federico II.
Entra nell’associazione “Officina Volturno” nell’agosto 2013.
Esordisce come giornalista nel mensile di ottobre 2013, scrivendo una rubrica sui libri, “Leggi che ti passa”.

“Credo che per essere giornalista bisogna essere curioso e andare oltre le cose; credo che la notizia non si crea ma la si racconta entrandoci dentro, aprendola dall’interno; credo che un vero giornalista scrive di emozioni e di storie, soprattutto dà voce a chi voce non ne ha ; credo che essere giornalista sia uno stile di vita”