informareonline-chocasale-la-prima-del-festival-del-cioccolato-artigianale-di-casal-di-principe

ChoCasale: la prima del festival del cioccolato artigianale di Casal di Principe

Iolanda Caserta 31/10/2021
Updated 2021/10/30 at 11:09 PM
4 Minuti per la lettura

Questo fine settimana si è tenuto a Casal di Principe la prima edizione del festival del cioccolato artigianale, “ChoCasale“. Si tratta del primo progetto finanziato dalla Regione Campania, e ovviamente dal Comune di Casale, sul turismo del territorio, riuscendo ad unire tutte le pasticcerie della zona. “ChoCasale” nasce per conferire una nuova immagine di Casal di Principe, con l’intento di valorizzare le sue risorse.

Il sindaco Renato Natale e il vicesindaco Mirella Letizia hanno spiegato il vero senso di questo progetto, utilizzando parole molto importanti per la cittadinanza: «È il primo progetto finanziato sul turismo a Casale e siamo fieri di dire che siamo riusciti a mettere insieme tutte le pasticcerie del territorio. Per questo evento si parte dal cioccolato ma intendiamo toccare anche molti altri campi. L’idea che si possa creare una rete tanto vasta partendo da una cosa così semplice come il cioccolato, è molto importante. Non vogliamo che si parli più di Casal di Principe come città di camorra».

Tra la lista dei rinomati pasticcieri presenti al festival del cioccolato leggiamo Giovanni Fabozzi, Pasticceria Bruno, Dulcis in Fundo e molti molti altri. Ma senza dimenticare Emilio il Pasticciere, ossia colui che ha inventato l’ormai famosissimo Roccobabà, il quale è diventato un po’ il simbolo della piccola cittadina.

Prima dell’evento Nicola Goglia della Pasticceria Emilio ha avuto modo di dire qualche parola in merito a “ChoCasale”, condividendo il suo enorme orgoglio per aver preso parte a quest’importante iniziativa. «Sento il bisogno di sottolineare che tra le pasticcerie presenti oggi non c’è competizione, anzi, quest’appartenenza comune e Casal di Principe ci permette di farci forza insieme per il territorio.

Quando ci hanno spiegato il progetto ci siamo mostrati tutti molto emozionati: io personalmente non vedevo l’ora di iniziare. Ma, non bisogna dimenticare gli altri settori che si trovano in difficoltà, come quello del latte di bufala. Abbiamo deciso di aiutare gli allevatori bufalini attraverso la creazione di una pralina al latte di bufala. Non ci sono parametri e ognuno la crea come la vuole, sia dal punto di vista estetico che del gusto. È giusto che il comparto pasticceria traini il comparto della mozzarella».

In seguito, è stata menzionata la loro vittoria del Leone d’Oro di Venezia come migliore azienda 2021. «Sappiamo benissimo quanto sia difficile fare impresa, ma soprattutto quanto lo sia al Sud. Se siamo riusciti ad avere un riconoscimento così grande come il Leone d’Oro di Venezia è grazie ad ogni singola persona che viene giornalmente da noi a sostenerci. Portare questo premio da Venezia a Casal di Principe per noi è stato veramente un onore. Questo Leone non è solo della nostra pasticceria, ma è di tutti: insieme non saremo arrivati a questo».

Il festival ha ottenuto un grande successo e stasera sarà l’ultima. Tra gli ospiti serali ci sono stati La Maschera, Tony Tammaro e stasera Marco Sentieri. Per chiunque voglia prendere parte al concerto e gustare le prelibatezze al cioccolato, vi ricordiamo che l’evento si tiene in Piazza Villa, Casal di Principe (CE).

di Iolanda Caserta

Condividi questo Articolo
Lascia un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *