Chiusura dello storico teatro “Acacia” – salviamolo!

informareonline-Chiusura-dello-storico-teatro-Acacia-salviamolo

Il teatro a Napoli è uno dei maggiori punti di forza della cultura partenopea. De Filippo, Totò, Troisi artisti che hanno fatto grande Napoli nei teatri e nei grandi schermi delle maggiori città italiane. Il settore dello spettacolo è ultimamente uno di quello più colpito dalla pandemia globale. Teatri e cinema sono ormai da mesi costretti a essere chiusi perché possibili luoghi di affollamento. Vedere uno spettacolo è diventato quasi un tabù, per ora. A Napoli chiude, in seguito agli effetti di questo maledettissimo corona virus, il teatro Acacia, uno dei palchi storici per gli spettacoli nella città partenopea. L’Acacia ha sempre ospitato i migliori artisti lanciando e promuovendo sempre nuovi attori in cerca di fama e voglia di arrivare.

Una chiusura che avrebbe dell’incredibile: il teatro Acacia è punto di forza degli spettacoli partenopei da quasi 60 anni, abbracciando al suo interno ogni tipo di spettatore possibile. Dai bambini agli anziani, alle persone che amano immedesimarsi nella magia di una scena teatrale, l’Acacia era un punto di riferimento sicuro.

Da anni il teatro partecipava con le scuole primarie e secondarie a progetti mirati per far tornare ai ragazzi quella voglia di teatro, per riaccendere quella spensierata fantasia giovanile che ormai forse viene capita e accettata soltanto all’interno di uno schermo. Telefono, Pc o televisione che sia.

In un mondo, quindi, in cui il digitale ha segnato le attuali generazioni, dove un ragazzo preferisce nella maggior parte dei casi giocare con delle console, guardare la tv che approcciare in maniera significativa al mondo teatrale e del cinema, la chiusura di un palco così importante è una sconfitta per la comunità napoletana.

Si vocifera nel quartiere Vomero, ove è situato il teatro, che probabilmente la struttura sarà rilevata per farci poi un grosso supermercato, spazzando quindi via sessant’anni di storia. Questo è un po’ il destino che sembra accomunare diversi teatri o cinema.

Anche ad Aversa il Cinema Metropolitan verrà rilevato per aprirci successivamente un nuovo supermercato.

La notizia della chiusura del teatro Acacia ha comunque smosso il quartiere Vomero, colpito da una situazione forse ritenuta quasi impossibile. Vedere un simbolo del proprio quartiere, e in questo caso di una città intera, chiudere per colpe non proprie è sicuramente un boccone amaro da mandare giù.

Da circa qualche settimana è partita una petizione tra i cittadini per salvare il teatro e aiutare coloro che ci lavorano. Gli abitanti hanno richiamato l’attenzione delle autorità competenti.

Il Comitato Valori collinari e il suo presidente lanciano dunque una petizione per salvare l’Acacia, rispondendo all’appello dei cittadini.

Capodanno, il presidente del Comitato Collinari, ha sollecitato in primis l’intervento immediato del Ministero per i beni culturali e ambientali e per il turismo. La Regione Campania e il Comune di Napoli sono stati chiamati per intervenire nella tutela assoluta dei lavoratori impegnati all’interno del teatro.

Tutto al fine di promuovere iniziative tese a salvaguardare la struttura, attraverso la destinazione di aiuti economici, sperando sempre nell’aiuto dei ristori promessi del governo in questo terribile periodo di pandemia.

di Alessandro Robustelli

Print Friendly, PDF & Email