Chiara Ferragni e il suo uovo di Pasqua per “I Bambini delle Fate”

134

L’uovo rosa confetto decorato con l’occhio di Chiara Ferragni sta andando a ruba. L’iniziativa va ancora una volta in aiuto agli altri: i proventi delle vendite, infatti, verranno devoluti a “I bambini delle fate”, fondazione di Franco e Andrea Antonello che, da oltre quindici anni, si occupa di sostenere economicamente progetti di inclusione sociale.

Attiva su tutta Italia, affidandone la gestione a partner locali, aiuta famiglie con autismo e altre disabilità. Questa collaborazione aiuterà a finanziare il progetto “Abilitiamo”, gestito dalla cooperativa sociale “Sivola”, garantendo interventi vitali per la quotidianità di queste famiglie. Grazie a questa scelta, si contribuirà a garantire l’opportunità a 120 tra bambini e ragazzi con disturbo dello spettro autistico e neurodiversità, di essere seguiti da professionisti altamente qualificati. Come sempre, il lancio è avvenuto sui social, con un post pubblicato sul suo canale Instagram.

L’imprenditrice ha deciso di griffare il più classico dei dolci pasquali per una buona causa, rendendo quest’uovo ancora più speciale. L’uovo di Chiara Ferragni è prodotto da Dolci Preziosi ed è in vendita con una limited edition in diversi formati, sia nei supermercati sia nei principali store online. L’uovo, in vendita nei supermercati e on line (anche su Amazon), è disponibile in due formati: uno da 280 grammi, con un prezzo generalmente compreso tra i 12 e i 20 euro a seconda dei rivenditori, l’altro da 150 grammi, il cui costo oscilla tra invece tra gli 8 e i 10.

Pubblicità
L’attenzione per il sociale da parte dell’imprenditrice lombarda e del suo compagno Fedez non è una novità: non a caso quest’anno hanno ricevuto l’Ambrogino d’oro, massima onorificenza milanese, dalle mani del sindaco Giuseppe Sala proprio per il loro altruismo. Sono angeli senza le loro ali, che ogni volta cercano di donare un sorriso a chi vive la propria realtà con delle difficoltà. Eppure, in questi giorni molti leoni da tastiera sono riusciti a calpestare l’immensa gioia di un fiore bellissimo appena nato; ovvero la nascita della loro figlia, Vittoria. Non c’è niente di più bello di vedere una vita che sboccia, di vedere la prima volta il colore dei suoi occhi se sono quelli di sua madre o di suo padre: rimangono emozioni indelebili e per tanto dovrebbero rimanere per sempre indiscusse. I miei occhi, ma soprattutto quelli di mamma Chiara e papà Fedez, non devono leggere commenti che vanno oltre corrente alla parola “bellezza”. Se ci sono lettori che non sono in grado di commuoversi per le lacrime di papà Fedez mentre tiene in braccio la figlia per la prima volta, per la bellezza eterea di mamma Chiara perfetta anche durante il parto, per l’incontro tra il piccolo-grande Leo e la sua sorellina… forse non avete mai provato un’emozione così forte.

“Una donna dovrebbe essere libera di allattare o meno senza sentirsi colpevole o sbagliata in un momento così delicato come la post-gravidanza.” È proprio così che scrive papà Fedex su Instagram, difendendo sua moglie donandole la commozione più bella al mondo. Impariamo a non puntare sempre il dito, non dovrebbe importare a nessuno se una persona per sentirsi bene con sé stessa ha bisogno di truccarsi, pettinarsi e vestirsi in un certo modo; non si tratta di fingere una perfezione ma magari di sentirsi bene con sé stessa. Il punto è che bisognerebbe avere più rispetto verso gli altri, soprattutto in un momento così delicato come la nascita di un figlio; quindi smettiamola di giudicare e sosteniamo chi mette la propria faccia per raccolte fondi. Ferragni del resto è sempre stata impegnata nel sociale.

di Grazia Sposito

 

Print Friendly, PDF & Email
Pubblicità