Champions, arbitraggio disastroso ma il Napoli travolge il Feyenoord

Dopo sei vittorie consecutive in campionato, il Napoli si conferma letale anche in Europa, riscattando la sconfitta di Kharkiv in Ucraina. I primi 3 punti arrivano quindi alla seconda giornata del girone F, con un sonoro 3-1 contro il Feyenoord. Prima Insigne, poi Mertens e infine Callejon: la decide il tridente sempre più protagonista in questa stagione. Quello con lo Shaktar Donetsk è un passo falso che non potrà incidere sull’andamento in Europa degli uomini di Sarri. La vittoria schiacciante di questa sera decreta gli olandesi come squadra Cenerentola del girone: in 2 gare 7 gol subiti e una sola rete all’attivo. 3 punti in onore di Milik, che dovrà rimanere fuori dal campo per i prossimi 4 mesi.

Napoli - Feyenoord | Uefa Champions League
Omaggio a Milik durante il Napoli – Feyenoord | Uefa Champions League
L’arbitraggio dello scozzese Collum lascia un po’ a desiderare: gestisce la gara con permissività, talvolta esagerando e senza logica. Il rigore per il Feyenoord è un’invenzione della fantasia di Collum che si lascia ingannare dalla teatralità di Berghuis. La salva Reina, sventando il rigore di Toornstra evitando che si apra la partita.

Il Napoli se la gioca prevalentemente col City e il prossimo 17 ottobre nella Manchester bianco celeste si sfidano i titani di questo girone. Intanto, la testa volge subito verso la gara contro il Cagliari al San Paolo per dare continuità e confermare il punteggio pieno e il primato in classifica.

di Fabio Corsaro