Cari gggiovani… Cari gggiovani elettori… Tra poco più di un mese sarà il vostro momento. Il vostro futuro sarà declinato in tutti i tempi possibili, ma la triste verità è che dalla fine di settembre non importerà più niente di voi. La politica dei partiti ha raggiunto livelli di consistenza pari ad una palla di neve sotto il sole ferragostano, ma l’importante è non stancarsi di guardarsi attorno.

Non stanchiamoci mai di guardare gli altri negli occhi e ricordiamoci che forse i più giovani di noi hanno una sola grande esigenza: essere ascoltati. Questo mese vogliamo raccontare due storie: la prima è di una giovanissima tredicenne, Gaia Giuliana, che ci ha fatto leggere le righe del suo elaborato finale di terza media; la seconda, è quella di Giuseppe, che subito dopo la fine del liceo ha espresso il suo grande desiderio: far parte della Redazione di Informare.
La lettura dell’elaborato di Giuliana ci ha lasciato senza parole, con tanti pensieri e riflessioni positive verso una ragazza che, come tutti, ha visto il suo tempo scolastico sospendersi a causa del Covid.
Per quanto la didattica si sia trasferita su piattaforme digitali, l’anno scolastico è stato percepito effettivamente come sospeso, fluttuante su un arcobaleno che recita la frase “andrà tutto bene”.
Come si legge nell’introduzione, Gaia Giuliana scrive: “Sarei tanto voluta tornare indietro nel tempo per poter riprendere il mio percorso scolastico lì dove l’avevo lasciato. Dedico questa tesina ai miei professori, ai miei compagni, a tutta la mia scuola che per me resterà per sempre sospesa in un tempo rubato. Comunque piena dei momenti passati insieme a loro, guardo fiduciosa al tempo che verrà”.

Queste poche righe introduttive ci fanno riflettere: è forse questo il tempo di ascoltare finalmente i nostri giovani?

Accogliere le loro idee, spingerli verso i loro sogni con fiducia nelle loro capacità ammettendo che, forse, sono stati e sono continuamente sottovalutati nonostante rappresentino l’unica vera speranza in un futuro migliore?
Sono sicuramente gli unici che possiedono la materia prima per costruire le solide fondamenta di un mondo nuovo, meno sporco. Bisogna prendere atto che spesso sono lì, in strada, con le loro voci e le loro speranze.

informareonline-giuseppe-spada
Lasciamo la parola a Giuseppe, un ragazzo di Castel Volturno che, appena dopo la sua maturità scientifica ha scelto di far parte della redazione di Informare, dopo averla conosciuta nel corso del progetto di alternanza scuola-lavoro: «Durante il mio percorso di studi presso il liceo scientifico Vincenzo Corrado ho avuto l’occasione di girare per Castel Volturno, viverla e innamorarmi di lei. Ma è stato durante il terzo anno che l’ho compresa. Il terzo è stato infatti l’anno in cui ho conosciuto Informare grazie all’alternanza scuola-lavoro. Sono riuscito a ritrovarmi nel loro amore per questa terra, un amore che spesso deve essere incondizionato, visto che non sempre Castel Volturno produce frutti dolci.
L’obbiettività e l’onestà col quale lo staff di Informare tratta gli argomenti di questa terra mi convinse immediatamente del fatto che la strada per il mio futuro sarebbe cominciata da questa redazione. Non appena preso il diploma sono stato accolto a braccia aperte da uno staff disponibile e giovane che condivide i miei interessi e mi accompagna nella formazione del mio percorso professionale» dice Giuseppe, che ringraziamo per le parole, felici di essere diventati per lui un punto di partenza.
Lasciate che scelgano, che corrano per le strade, che urlino, che facciano casino; non provate ad imbavagliarli. Lasciate che amino, che esprimano le loro emozioni come solo i giovani sanno fare; lasciate che esprimano le loro idee, che protestino per ciò in cui credono, che vivano il loro tempo e costruiscano quello futuro, perché il tempo va avanti, e non indietro. Credeteci nei giovani, nella forza della loro spontaneità, nei ragazzi che hanno tanto da imparare, ma che possono altrettanto insegnare.

di Angelo Morlando e Daniela Russo

TRATTO DA MAGAZINE INFORMARE N°208
AGOSTO 2020

Print Friendly, PDF & Email