Cava de’ Tirreni, pusher in trasferta: denunce per detenzione e spaccio

La Polizia di Stato nella giornata di ieri, ha deferito all’Autorità Giudiziaria tre giovani, una donna e due fratelli, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

In particolare, gli agenti del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Cava de’ Tirreni, Sezione Anticrimine, nel corso dei consueti controlli disposti per la prevenzione e repressione dei reati sul territorio cittadino, hanno notato nei pressi di un bar, due ragazzi ed una ragazza che si muovevano in modo circospetto.
Dei tre, la donna aveva in mano un piccolo borsello, mentre i due uomini agivano come se stessero facendo da vedetta. Dopo che la donna si era avvicinata ad una autovettura, ivi parcheggiata e ripartita velocemente, gli agenti sono intervenuti a bloccare i tre per sottoporli a controllo.
Dalla perquisizione personale effettuata e dal successivo controllo all’autovettura di uno dei ragazzi, gli operatori hanno rinvenuto alcune dosi di sostanze stupefacenti, in confezioni di cellophane termosaldato, rivelatisi alle analisi della Polizia Scientifica del Commissariato del tipo eroina e cocaina, per un peso complessivo di circa 1,5 gr.
I tre fermati sono stati condotti presso gli uffici di polizia per gli accertamenti di rito ed identificati, la donna per L.A. di anni 25, ed i fratelli per S.A. di anni 22 e S.M. di anni 18, tutti salernitani e con alcuni precedenti specifici.
Al termine delle formalità di rito i tre sono stati deferiti all’Autorità Giudiziaria per il possesso finalizzato allo spaccio di stupefacenti, mentre sono state sequestrate le quantità di sostanze stupefacenti nonchè una piccola somma di denaro, provento dell’illecito.

Print Friendly, PDF & Email