Castel Volturno domiziana

Castel Volturno, stanziati oltre 2 milioni di euro per la S.P. 334

Antonio Casaccio 06/10/2022
Updated 2022/10/07 at 10:40 AM
2 Minuti per la lettura

La situazione strade

La Domiziana e le sue arterie sono da tempo oggetto di dibattito tra i cittadini, soprattutto al netto di quanto accaduto questa estate. La scarsa illuminazione e manutenzione della strada più importante di Castel Volturno ha creato non pochi disagi ai cittadini, provocando gravissimi incidenti in uno dei quali ha perso la vita una giovane donna in villeggiatura nel comune domitiano.

Una buona notizia però c’è e arriva dall’associazione “Città domizia” e dal suo presidente Cesare Diana, che annuncia uno stanziamento di 2.893.271,00 euro per il rifacimento di una delle arterie provinciali della Domiziana, la S.P. 334.

L’annuncio dell’associazione “Città Domizia”

L’associazione da tempo ha posto in evidenza alle istituzioni provinciali lo stato di degrado in cui versa la S.P. 334. Nella nota arrivata alla redazione si legge:

Il tratto specifico è oggetto, da tempo, di abbandono di rifiuti lungo le carreggiate ed alle uscite degli svincoli, assenza di pubblica illuminazione e vegetazione che, ormai, impedisce la regolare percorribilità della stessa – afferma Cesare Diana – Un vero e proprio pericolo per gli automobilisti che, in migliaia, ogni giorno, la percorrono per recarsi nelle località di mare. La risposta del presidente della provincia Giorgio Magliocca e del consigliere delegato, Marcello De Rosa, non si è fatta attendere. Il 7 settembre 2022, infatti, è stato pubblicato il decreto presidenziale n. 190 per il recupero della S.P. n. 334 per complessivi euro 2.893.271,00. A breve il progetto definitivo e l’inizio del lavori“.

Sollecitazioni che provengono da una filiera di associazioni che da tempo denunciano le inefficienze sul territorio, tra le quali: C’entro, Osservatorio Civico Campania – Castel Volturno, Campania Felix”, Alleanza Neo- umanista ed A.P.S. (Osservatorio Castel Volturno Nord – Destra Volturno).

Un piccolo passo è stato fatto, ma tanto c’è ancora da fare per un recupero integrale e sostenziale della Domiziana, ad oggi ancora concreta piaga del territorio di Castel Volturno.

Condividi questo Articolo
Lascia un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *