Castel Volturno: richiedere un presidio per vaccinarsi

0
Clinica Pineta Grande

Certo, il sistema vaccinale prende in considerazione per primi i soggetti deboli, ma lo fa al 100%? A Castel Volturno no. Le strutture dove effettuare i vaccini di sicuro non mancano sul territorio, la più ovvia che viene in mente è la clinica Pineta Grande. La struttura è stata adibita persino a centro COVID durante i momenti più critici della pandemia. Le persone aventi diritto al vaccino (in questo periodo soggetti con disabilità, patologie gravi e coloro che rientrano nella fascia 70-80 anni) spesso trovano estrema difficoltà a raggiungere il luogo preposto ai vaccini: Sessa Aurunca.

Il problema, inutile dirlo, sono i trasporti, sul territorio Domiziano mancano completamente, in che modo questi cittadini potrebbero raggiungere Sessa Aurunca o altre destinazioni se non ci sono mezzi pubblici? Inoltre con questo criterio assurdo significa penalizzare sempre i più deboli e disagiati e poi  il tutto non si limita solo alla semplice difficoltà legata ai trasporti, ma anche al probabile stress al quale suddetti soggetti vengono sottoposti durante il viaggio. Per non parlare dell’attesa, che spesso supera le tre ore, necessaria per ricevere il vaccino. Castel Volturno non è una grande metropoli, ma conta circa 25000 abitanti (oltre 15.000 extracomunitari) di cui 4000 over 65. Se il comune e TUTTA la politica non provvederà tempestivamente a risolvere le difficoltà dei tanti soggetti fragili, ci sarà la seria e pericolosa possibilità che in molti rinuncino al vaccino.

PRETENDERE immediatamente che per Castel Volturno ci sia un presidio per vaccinarsi!

di Giuseppe Spada

Print Friendly, PDF & Email