Un bel risultato ottenuto grazie ad un progetto della Regione Campania, chiaramente mirato a riposizionare il personale proveniente dagli ex Consorzi e con un adeguato benefit per i comuni che accettavano. Pertanto sul territorio avremo ben 70 uomini in più,  e anche specializzati come i 24 ispettori, ma tutti dovranno essere inseriti con un progetto ed un organizzazione a parte, un occasione UNICA, ma occorre anche un organizzazione di base che sfrutti al meglio questa risorsa. Queste persone saranno pagate dalla regione Campania, ed è chiaro che rimodulando il futuro bando si potrebbero scorporare molti costi dal progetto. Personalmente, sempre animato da sfide, per altri “impossibili” ( ma senza scelte di coraggio, almeno da noi, non si va da nessuna parte) con questi mezzi in proprietà e materiali, l’ipotesi di fare il servizio RSU  in house attraverso la nostra municipalizzata Volturno Multiutility, sarebbe possibile e praticabile. In quella struttura abbiamo personale altamente qualificato, operativo e non solo amministrativo e con vari ingegneri che saprebbero sicuramente dare la svolta. I mezzi potrebbero essere presi in fitto e solo sulla parte amministrativa si risparmierebbe oltre 500/600 mila euro all’anno e la SPA avrebbe maggiore forza economica e strutturale. Ma io sono un sognatore, ma volevo proporre (visto che pochi fanno proposte) questa idea, che va verificata strutturalmente ma non credom sia impossibile, perchè era anche nelle idee di progetto di questa amministrazione . Resta comunque l’apprezzamento per questa operazione che ho seguito dall’inizio e il merito va sia alla volontà politica sia a quella tecnica. Buon lavoro.

di Tommaso Morlando

Raccolta differenziata: in consegna forniture per € 2 milioni
Castel Volturno, 21/11/2018

1800 Cassonetti, 20 eco-isole, 10 navette, 70 addetti e molto altra ancora: si tratta di una delle più grandi forniture di strumenti e mezzi per la raccolta differenziata mai arrivata a Castel Volturno. Grazie infatti a un bando promosso alla Regione Campania nel 2016, cui l’Ente partecipò, risultando poi assegnatario, è stata avviata la consegna dei beni strumentali per quasi 1.7 milioni di euro di valore, un importo davvero cospicuo se paragonato all’altissimo numero di Comuni partecipanti e ai soli 45 milioni di € stanziati.
“Nel 2016, la Regione Campania, con la legge n. 14, ha promosso un programma straordinario per la raccolta differenziata, individuando, tra i soggetti assegnatari, i Comuni. Subito ci siamo mossi per aderire al programma presentando un progetto per forniture puntuali che oggi finalmente sono arrivate – ha dichiarato Anastasia Petrella, Assessore all’Ecologia e Ambiente –. Si tratta di un grande risultato per l’Amministrazione, a beneficio del territorio e dei castellani, di cui siamo estremamente fieri. Sin dal primo giorno dell’insediamento abbiamo lottato: l’ambiente per noi è una priorità”.
Nel dettaglio, il bando, a consegna ultimata, porterà in dotazione al Comune di Castel Volturno 1800 cassonetti, 8000 secchielli, 1000 carrellati, 16 eco-isole di quartiere, 4 eco-isole mobili, 6 scarrabili per ingombranti, sfalci, potature, 400 calotte informatizzate per conferimento tramite scheda magnetica, 10 automezzi navetta per la raccolta, 1 automezzo-gru per lo spostamento delle isole ecologiche mobili e per gli scarrabili. Più risorse in termini di personale per un totale di 70 unità, di cui 22 operatori ecologici, 20 ispettori ambientali, 4 autisti, 6 addetti alle eco-isole – dipendenti ex Consorzio di Bacino, selezionati e stipendiati dalla Regione – che affiancheranno gli operatori Senesi già in loco.
“Abbiamo lavorato duramente per ottenere questo risultato – ha aggiunto Petrella –, e i nostri sforzi sono stati premiati: le isole ecologiche di quartiere ci permetteranno di avvicinare quei cittadini che per carenze del vecchio piano non potevano differenziare. Lo stesso con le isole mobili, che impiegheremo specie in estate, quando la città aumenterà di popolazione, od in occasione di eventi particolari”.
Grazie alle batterie di cassonetti, verrà avviata finalmente la raccolta differenziata a Bagnara e Destra Volturno.
“Ci sono voluti oltre due anni per arrivare alla consegna: i tempi della burocrazia sono lunghi e non collimano con le esigenze dei cittadini o degli Enti. Oggi, con questa fornitura, abbiamo recuperato molto. Attendiamo solo l’ultimazione delle consegne per avviare il posizionamento definitivo”.
Il bando è stato approntato dall’Ente, grazie a competenze interne, in particolare all’Ufficio Ecologia, tramite i dipendenti, il dirigente Valerio Boccone, l’allora sovraordinato Gaetano Chichierchia, con la partecipazione anche dello stesso Assessore Petrella e del Presidente del Consiglio Comunale, Nicola Oliva, quindi a costo zero per il Comune.
“Tutto è di proprietà del Comune, quindi dei cittadini: una fornitura enorme, il cui valore inoltre verrà scorporato dalla nuova gara – ferma alla SUA – come previsto nel bando di aggiudicazione, così da ridurre il carico TARI su cittadini e imprese per la quota corrispondente – più di 2 milioni di € incluso il personale – spalmati tra tutte le utenze. Il prossimo passo è il posizionamento secondo le necessità del territorio”.
“Le isole sono il vero punto di forza, perché ci permetteranno di calare la raccolta differenziata secondo il singolo quartiere e di rivedere le modalità di conferimento secondo le esigenze della comunità di riferimento. Ci aiuteranno quindi a incrementare la percentuale di raccolta differenziata, oltre ad abituare i cittadini – ha concluso Petrella – alla raccolta selettiva, prossimo passo della differenziata”.

Il Sindaco e l’Amministrazione comunale

Print Friendly, PDF & Email