Castel Volturno, Nicola Oliva: “Sindaco schiavo dei numeri, così non si amministra”

930

CASTEL VOLTURNO – Opposizione all’attacco sulle dimissioni del sindaco Luigi Petrella, interviene il consigliere Nicola Oliva.

“L’ho sempre detto: il problema non è vincere, ma governare”. Esordisce così Nicola Oliva, raggiunto telefonicamente dalla nostra redazione per un commento sulle dimissioni del sindaco di Castel Volturno Luigi Petrella.

“Se avessi voluto ottenere la poltrona di sindaco avrei potuto ottenere apparentamenti sia con Giuseppe Scialla che con Parente – continua Oliva – rifiutai tutti i possibili accoppiamenti risultando come il presuntuoso di turno. Quando motivai questa scelta ai miei compagni di viaggio, spiegai che essere schiavo dei numeri avrebbe implicato un pessimo risultato amministrativo. Ed è proprio questa la situazione che sta vivendo l’amministrazione di Castel Volturno“.

Pubblicità

Il consigliere Oliva poi approfondisce lo spaccato tra l’ex amministrazione Russo e l’attuale.

informareonline-oliva“Ormai vivo la politica da anni e so che essere legato ai numeri significa dover sempre accontentare qualcuno. Voglio dire a gran voce che l’unica interruzione che c’è stata con queste dinamiche è avvenuta durante l’amministrazione di Dimitri Russo“.
“Purtroppo niente di nuovo dalla cronaca politica locale” – tuona Oliva. “Spero per lui che il sindaco non ritiri le dimissioni, ma non credo abbia il coraggio e la possibilità necessaria. Anche perché non dipende solo da lui, a mio avviso, e questo è un altro peccato originale dell’amministrazione Petrella”.
Print Friendly, PDF & Email
Pubblicità