Castel Volturno, Marrandino: “Il comune sarà parte civile nel processo sui Regi Lagni”

0

Dopo l’offensiva dell’opposizione del consiglio comunale di Castel Volturno, arriva puntuale la replica della maggioranza, con la dichiarazione del Vicesindaco e Assessore all’ambiente Pasquale Marrandino.

Di seguito la sua dichiarazione, in risposta alla richiesta di costituzione di parte civile del comune di Castel Volturno su quello che sarà il processo inerente l’inquinamento ambientale proveniente dai Regi Lagni:

Il procedimento è ancora in fase embrionale, c’è stata solo un’ordinanza di custodia cautelare che ha riguardato alcuni soggetti, ma attendiamo l’avvio del giudizio per prendere ufficialmente posizione – chiarisce subito il Vicesindaco Pasquale Marrandino – Il nostro comune è parte estremamente offesa, per l’immagine e per il danno economico, turistico e ambientale; su questo non c’è alcun dubbio. Parliamo di impianti che scaricano nei Regi Lagni, i quali, a loro volta, arrivano direttamente al mare. Detto ciò, il comune di Castel Volturno si costituirà parte civile nel giudizio, ovviamente nel momento in cui il processo avrà inizio. Già da qualche giorno stiamo lavorando per acquisire i documenti dell’indagine in questione, così diamo avvio alla pratica amministrativa per la nomina di un legale rappresentante del comune. Ribadisco: l’amministrazione comunale si costituirà parte civile, non c’era bisogno della richiesta prematura dell’opposizione.

E, ad onor di cronaca, tengo a ricordare che alcuni di questi consiglieri sono gli stessi che, per cinque anni, hanno osannato la salubrità delle acque dei Regi Lagni.

Se ben ricordo, lo stesso Informare ha condotto inchieste molto rilevanti sulla questione, spesso scagliandosi contro la passata amministrazione (con sindaco Dimitri Russo N.d.r.); in particolare ricordo che denunciavate le omissioni dell’ex amministrazione sul danno ambientale che ha colpito il nostro litorale. Ricordo una foto dell’ex sindaco Dimitri Russo che, con un’ampollina, “rilevava” un campione d’acqua dalla foce dei Regi Lagni. Insomma: come si cambia per non morire, prima erano omertosi e oggi cavalcano il ruolo da opposizione.

Questo risveglio di coscienze dell’opposizione è sicuramente ben gradito, ma per non dissacrarlo e confonderlo con futile arrivismo o sete di visibilità, spero che venga nominato (tra i consiglieri di opposizione), come presidente della tanto tribolata commissione d’indagine sull’inquinamento delle acque, il consigliere Guido Schiavulli. Anche in considerazione del nuovo assetto politico nazionale che vede il suo partito occupare proprio il Ministero della transizione ecologica e come è ben noto, la filiera istituzionale è sempre una marcia in più nel raggiungimento di delicatissimi obbiettivi come la difesa ambientale del nostro territorio. Sarà, inoltre, molto importante ascoltare le realtà associative sul tema dell’inquinamento ambientale e nell’ambito dei lavori della commissione.

Nonostante ciò, provo sempre una grande emozioni quando, in questi giorni, ho visto tanti cittadini postare sui propri social il mare stupendo delle zone di Pinetamare e non solo, un letto trasparente meraviglioso a monito della bellezza del nostro territorio . Spero, quindi, che le Forze dell’ordine facciano di tutto per attuare controlli di contrasto ai fenomeni di inquinamento, far ciò significa preservare un equilibrio ambientale di estrema rilevanza. Da parte mia garantisco la piena attenzione dell’amministrazione di Castel Volturno. Il territorio ha bisogno di massima attenzione.” – conclude il Vicesindaco Pasquale Marrandino.

 

Print Friendly, PDF & Email